La regione Veneto attraverso l’Azienda Sanitaria Zero, in data 2/07 u.s. in applicazione dall’articolo 13 del DL 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, successivamente modificato dall’art. 4, comma 8-sexies del DL 31 dicembre 2020, n. 183, convertito con legge 26 febbraio 2021, n. 21, ha emanato un avviso pubblico (in allegato), volto a raccogliere manifestazioni di interesse da parte di coloro che sono in possesso della qualifica di infermiere e operatore socio sanitario conseguito in un Paese estero e che intendono svolgere attività lavorativa presso le aziende ed enti del SSR, nonché presso le strutture sanitarie private autorizzate o accreditate, purché impegnate nell’emergenza da COVID-19 per effetto del provvedimento “milleproroghe” che deroga agli articoli 49 e 50 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n. 394, e alle disposizioni di cui al decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206.

In sostanza è consentito l’esercizio temporaneo delle qualifiche professionali sanitarie e della qualifica di operatore socio-sanitario ai professionisti che intendono esercitare, in via autonoma o dipendente, nel territorio nazionale, anche presso strutture sanitarie private o accreditate, purché impegnate nell’emergenza da COVID-19, una professione sanitaria o la professione di operatore socio-sanitario in base a una qualifica professionale conseguita all’estero “regolata da specifiche direttive dell’Unione europea”.

Soggetto attuatore non già il Ministero della salute e gli OPI provinciali ma le Regioni cui spetta la gestione della nuova normativa.
Il Veneto deregolamenta ulteriormente prevedendo che la norma sia attuata dalle strutture sanitarie regionali.

Incredibile ma vero!!
Praticamente esclusi da qualsiasi forma di “governo e controllo” sui titoli professionali e linguistici sugli infermieri esteri che intendono esercitare in Italia gli Ordini delle Professioni Infermieristiche

.
Insomma, una grave perdita di funzioni a garanzia dei cittadini sottratta agli OPI grazie alla “dormiente” FNOPI totalmente ignorata dal Governo.
Ancora più grave il silenzio della FNOPI sull’argomento che crea un forte imbarazzo per tutti gli OPI provinciali per la sottrazione di poteri e funzioni che determina il provvedimento governativo.
Ale’, tutti al mare sulla validità del loro titolo?
Proprio nell’avviso di manifestazione di interesse emesso dall’Azienda Zero si legge che “l’Azienda Zero veneta non effettuerà alcun tipo di controllo sul contenuto delle dichiarazioni degli interessati né della documentazione allegata, poiché il possesso dei requisiti dichiarati dagli interessati e l’eventuale congruità del percorso formativo dovranno essere verificati dalle strutture stesse prima dell’instaurazione del rapporto di lavoro temporaneo”.

Quali ripercussioni sulla salute dei cittadini?

Come fare a garantire la qualità delle prestazioni infermieristiche?

Sono tutti interrogativi che l’Ente preposto, la Federazione delle Professioni Infermieristiche avrebbe, forse, dovuto seguire con più attenzione, per evitare conseguenze sulla salute dei propri cittadini.

 

Redazione NurseNews.Eu

Fonte Nurse Times

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

                Conosciamo Morena Teti:  infermiera a Miss Mondo 2011 Non solo mascherine filtranti e divise. In questa breve intervista Morena ci racconta ...

Continua a leggere

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

            In Italia, anche nell’ambito della pubblica amministrazione, due lavoratori o persino lo stesso in periodi diversi possono percepire retribuzioni con ...

Continua a leggere

Anelli Fnomceo: G20 salute, “Bene l’accesso universale ai vaccini sancito dal Patto di Roma”

            “Forte apprezzamento e sostegno, da parte dei medici, per l’impegno, assunto con il Patto di Roma, dal G20 salute, di ...

Continua a leggere

Covid:In Gran Bretagna sconsigliati i vaccini fra i 12 e i 15 anni.

Covid:In Gran Bretagna sconsigliati i vaccini fra i 12 e i 15 anni.

            Gli esperti Londinesi non li raccomandano per ragazzi e bambini sani. Gli esperti del comitato medico-scientifico britannico indipendente che assiste il ...

Continua a leggere

Regione Veneto:il Consiglio di Stato boccia la proposta dei “super oss”, non sono equiparabili alla professione Infermieristica.

Regione Veneto:il Consiglio di Stato boccia la proposta dei “super oss”, non sono equiparabili alla professione Infermieristica.

              Confermata la decisione del Tar che a luglio aveva sospeso la tanto discussa delibera della Regione Veneto. “Il Consiglio di Stato ...

Continua a leggere

Oss:ora obbligo del diploma di maturità, non più disugualianze dei titoli di studio.

          In Italia sono più di 300.000 gli operatori con abilitazione OSS; con istanza in data 13 settembre 2019 le associazioni ...

Continua a leggere

Medici e infermieri facciamo chiarezza su come deve avvenire il rilascio della certificazione di un tampone rapido Sars Covid_19.

          La genuinità, la veridicità e la contestualità degli atti pubblici devono sempre rappresentare il “vero tempestivo” nella formazione di quanto realizzato ...

Continua a leggere

Negata autonomia agli infermieri sul territorio:nel frattempo la fnopi va in vacanza.

          Mentre la Fnopi va in vacanza, gli infermieri diventano figure ancillari dei medici. Nel documento approvato dalle regioni l’infermiere diventa figura ...

Continua a leggere

Il Governo regolamenta l'ingresso degli infermieri dall’Estero.Silenzio estivo della FNOPI. 

La regione Veneto attraverso l’Azienda Sanitaria Zero, in data 2/07 u.s. in applicazione dall’articolo 13 del DL 17 marzo 2020, ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione