L’ormai famosa indennità di specificità infermieristica, riconosciuta qualche giorno fa, non è altro che un “ristoro” sbandierato da taluni sindacati come una vittoria.

In realtà si tratta di un ‘ indennità di specificità integrata nel trattamento economico, in relazione soprattutto all’evento Covid-19 che ha esposto ed esporrà la categoria infermietistica, più di chiunque altra, al pericolo di ammalarsi d’ infezioni Covid 19 e ad un aumentato sovraccarico di lavoro vista anche la cronica carenza di personale infermieristico e di supporto.

Per tali ragioni questo riconoscimento non dovrebbe essere sbandierato come una Vittoria sindacale.

Nulla c’entra con il rinnovo del contratto collettivo nazionale.

Nessuna soluzione di continuità con l’eventuale indennità e la conseguente abrogazione del vincolo di esclusività, né con l’ormai famosa area o” alveo” di contrattazione separato, temi che verranno discussi e trattati durante il rinnovo del contratto del comparto sanità con i maggiori sindacati.

Tale indennità è stata riconosciuta e raggiunta a fronte di un prezzo altissimo, così alto da rendere quasi futile lo stesso riconoscimento.

Insomma, Un PICCOLO “RISTORO” che lo stato ha DOVUTO riconoscere, visto gli enormi RISCHI che tutti i giorni gli infermieri ITALIANI corrono per L’EVENTO COVID 19.

L’ennesima Vittoria di Pirro..

NurseNews. Eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Sanità:in arrivo i primi fondi dall’Europa.Ecco cosa chiedono gli infermieri.

          Stanno per arrivare i primi soldoni Europei; tutti sperano in una prima boccata d’ossigeno per il nostro disastrato sistema salute, ...

Continua a leggere

Facciamo chiarezza, L’infermiere non assiste il medico ma il paziente.

            Quante volte noi infermieri ci siamo sentiti dire dai medici, nel pieno delle nostre attività assistenziali, di coadiuvarli nelle procedure ...

Continua a leggere

Cassazione:Buoni pasto anche per il personale sanitario che non riesce a fare pausa pranzo.

          La Corte di Cassazione, con la Sentenza n. 5547 del 2021, ha stabilito che il buono pasto sostitutivo spetta anche ...

Continua a leggere

Fials: il protocollo d’intesa sui vaccini e fnopi, viola la legge 3/18, il governo convochi subito i sindacati firmatari. .

Fials: il protocollo d'intesa sui vaccini e fnopi, viola la legge 3/18, il governo convochi subito i sindacati firmatari. .

              Sulla questione del protocollo d’intesa stilato da Fnopi, Ministero della Salute e Conferenza Stato/Regioni interviene anche il sergetario generale della Fials Giuseppe Carbone “E’ ...

Continua a leggere

Usa, Fauci: lavoriamo per un vaccino anti-covid in pillole

Potrebbe diventate realtà il vaccino anti-covid in pillole. L'mmunologo americano Anthony Fauci dichiara "ci stiamo lavorando con Pfizer". L'esperto Americano continua: "non ...

Continua a leggere

Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

  Un ampio studio su Lancet condotto in Australia suggerisce che il rapporto minimo di un infermiere ogni 4 pazienti (l’Italia ...

Continua a leggere

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

                Tutto il personale sanitario e’ stato in prima linea nella fase più acuta della pandemia e, ancora oggi, affronta giornalmente ...

Continua a leggere

Le Aziende sanitarie, in relazione al proprio assetto organizzativo e compatibilmente con le risorse disponibili, possono istituire mense di servizio o, in alternativa, garantire l'esercizio del diritto di mensa con modalità sostitutive (buoni pasto).

                Ai Direttori Generali A.O. Cannizzaro ARNAS Garibaldi A.O.U. Policlinico - Vittorio Emanuale ASP Catania Oggetto: Corte di Cassazione Sentenza 01/03/2021 ...

Continua a leggere

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

            Gli infermieri che svolgono le attivita’ proprie degli operatori di supporto subiscono un demansionamento e vanno risarciti. E’ quanto ha ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione