Coronavirus, la virologa Capua sottolinea che alcuni ceppi virali potrebbero in futuro causare forme intestinali nei neonati e nei giovani

Il Covd 19 “potrà essere caratterizzato da alcune sorprese che bisognerà gestire e che non siamo in grado di prevedere”. Lo sottolinea la virologa Ilaria Capua,a capo dello One Health Center of Excellence dell’Università della Florida.

La dott.Ssa siamo di fronte a un evento biologico “eccezionale” e lo paragona a “uno sciamo virale che attraversa la popolazione della terra”. Secondo la scienziata, l’aspetto positivo è rappresentato dal fatto che le specie animali più sensibili al virus respiratorio vengono colpiti in modo lieve, in particolare nelle vie aeree superiori come naso e faringe.

La professoressa fa poi un’analisi della possibile evoluzione futura dell’epidemia. “Lo studio comparato mi suggerisce che alcuni ceppi virali potrebbero in futuro causare forme enteriche nei neonati e nei giovani”, precisa l’ex deputata. Quest’ultima aggiunge che più avanti il virus potrebbe colpire anche animali domestici o selvatici. Di sicuro, stando al parere dell’esperta, questo fenomeno “epocale” è diventato “un’onda inarrestabile” e “ci terrà compagnia almeno per qualche altro mese”.

La differenza del coronavirus con le epidemie del passato è la rapidità della diffusione e del contagio del Covid-19. Poi ritorna al passato e dice che “la pandemia influenzale del 2009 H1N1 ‘suina’ è forse la più vicina a quello che stiamo osservando oggi”. Secondo la virologa, però, il precedente più significativo è quello del morbillo, “che deriva dal virus della peste bovina”. Come racconta Capua, quest’ultimo è avanzato pian piano con gli uomini infetti dell’epoca e viaggia da millenni nella popolazione umana. “Il Covid-19 è stato generato dal punto di vista biologico da un fenomeno rarissimo, sostanzialmente non diverso da quello che vi ho raccontato – prosegue la virologa in un commento sul Corriere della Sera – ma il nostro coronavirus però è divenuto pandemico nel giro di qualche mese”.

La virologa precisa che il coronavirus deriva non solo dal traffico aereo in quanto bisogna considerare anche le megalopoli, che hanno distrutto ecosistemi creando situazioni di grande disparità nel rapporto tra uomo e animale. Secondo l’esperta, questa emergenza “affonda le radici in fenomeni biologici” ed è un evento che ha turbato le nostre vite ma “in un pianeta globalizzato, interconnesso ed interdipendente – conclude -, è chiaro che i fenomeni epidemici possono sfuggire di mano”.

Redazione

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

PROSEGUE LA MOBILITAZIONE PER IL CCNL #SANITÀPUBBLICA!

Le lavoratrici i lavoratori e i professionisti hanno dimostrato il loro valore sul campo, nella lotta contro il #covid19! Per ...

Continua a leggere

Cisl Fp Coordinamento Professioni sanitarie: nominati i Catanesi Riccardo Di Salvo e Alfio Stiro.

La Cisl Catanese cambia pelle, con Alfio Stiro e Riccardo Di Salvo, il primo direttore e fondatore del giornale online ...

Continua a leggere

NURSING UP, GIUGNO IL MESE “CALDO” DEGLI INFERMIERI ITALIANI. SI FA CONCRETA LA POSSIBILITA’ DI UNO SCIOPERO.

NURSING UP, GIUGNO IL MESE “CALDO” DEGLI INFERMIERI ITALIANI. SI FA CONCRETA LA POSSIBILITA' DI UNO SCIOPERO.

DE PALMA: «IL CLIMA SI FA ROVENTE, SI ACCENDONO LE PROTESTE, PRONTI A SCENDERE IN STRADA ACCANTO AI COLLEGHI VESSATI ...

Continua a leggere

Foto Claudio Furlan - LaPresse 
19 Marzo 2020 Brescia (Italia) 
NewsCoronavirus, dentro il reparto di terapia intensivaNella foto: il reparto di Terapia Intensiva dell’Ospedale Poliambulanza di Brescia

Photo Claudio Furlan/Lapresse
19 March 2020 Brescia (Italy)
Intensive care unit of the Poliambulanza hospital in Brescia

Infezioni da coronavirus e responsabilità  tecnico organizzative della struttura sanitaria

Una riflessione giuridica sui possibili profili di responsabilità civile per le infezioni contratte presso le strutture sanitarie coronavirus, medicoLa pandemia da ...

Continua a leggere

Multa Da 500 a 5 mila euro per chi offende o molesta il personale sanitario.

la Camera approva Avanzata in Commissione Affari Sociali da un deputato di Forza Italia, in Aula non è stata però sostenuta ...

Continua a leggere

Coronavirus, La Fase 2 di medici e infermieri: il rischio ora è il burnout

I racconti di medici e infermieri impegnati da mesi nelle terapie intensive italiane. «Adesso che l'emergenza è finita, per noi ...

Continua a leggere

Pfe, i lavoratori: “Il presidente è persona semplice che ama le regole”.

Riportiano la nota integrale pubblicata su Caltanissettalive inviata dai lavoratori della Pfe di Palermo: ”I Lavoratori della Pfe S.p.A., azienda attiva ...

Continua a leggere

Zangrillo: Il virus clinicamente non esiste più, tornare alla vita normale Seconda ondata? Scomparirà per sempre come Mers e Sars

Alberto zangrillo "Il virus clinicamente non esiste più", Parole forti quelle pronunciate dal primario del San Raffaele Alberto Zangrillo nel dibattito ...

Continua a leggere

Dati shock dai test sierologici: in Sicilia boom di contagiati guariti da soli

I test sierologici hanno messo in risalto una verità nascosta: il numero più alto di contagiati inconsapevoli. Dati shock arrivano dalla ...

Continua a leggere

Coordinamento nazionale professioni sanitarie Cisl fp: ritirato il DM che sostituva i docenti universitari Infermieri con i medici.

Giusta vittoria delle professioni infermieristiche contro il DM 82 dello scorso 14 maggio 2020, nel quale il ministro Gaetano Manfredi ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione