contatti

 

 

 

 

 

 

A darne notizia è il presidente della sezione strutture socio-sanitarie di Sicindustria, Francesco Ruggeri, che spiega: “È stato finalmente approvato, e attende di essere pubblicato in Gazzetta, l’emendamento chiesto a gran voce da Sicindustria che permetterà agli operatori delle professioni sanitarie appartenenti al comparto pubblico di lavorare anche per le strutture socio-sanitarie che operano in regime di convenzione, senza comunque mai intaccare la funzionalità degli ospedali pubblici”.

Continua a leggere

 

 

 

 

 

 

 

 

“No alla svendita contrattuale a danno di tutti i professionisti della salute del nostro Paese!”. Così, in una nota, il coordinamento nazionale delle professioni sanitarie della Cisl Fp.

“Nell’ultimo anno e mezzo – si legge – sono stato chiesti sacrifici enormi a tutti gli operatori in servizio che hanno pagato un prezzo enorme, quando non direttamente la vita. Non possiamo accettare pertanto l’impostazione della controparte che, in contrasto con quanto espresso sia nelle nostre piattaforme sindacali sia nel ‘Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale’, stanno mostrando un approccio orientato ad ostacolare il necessario percorso di piena valorizzazione professionale e di rinnovamento normo-economico che la pandemia ha reso inevitabile”.

Continua a leggere

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Il direttore della Prevenzione del ministero della salute, Gianni Rezza rende noto che presto partirà la somministrazione della terza dose del vaccino al personale sanitario,ma non sarà un obbligo.
Anche se precisa che “è bene che il personale sanitario sia molto coperto anche per proteggere i pazienti”.

Amato Angelo

Seguiteci su nursenews.eu

 

 

 

 

 

 

Fake news sulla cisl:“Se gli infermieri non sono contenti dello stipendio cambino mestiere”.

La CISL Fp prende le distanze e rimuove prontamente l’autore del commento.

Non si è fatto attendere l’intervento del sindacato Cisl nei confronti di un “collaboratore” infiltrato che ha pubblicato il post su Facebook relativo agli stipendi degli infermieri.

Continua a leggere

 

 

 

 

 

 

Esponente Patto denuncia situazione di oltre un migliaio di sanitari

“Abbiamo chiesto loro di lavorare in condizioni disperate per oltre un anno. Li abbiamo inneggiati, li abbiamo chiamati eroi, abbiamo dedicato loro post, feste, targhe, cerimonie, concerti. E ora che gran parte della popolazione può riprendere i normali ritmi quotidiani, andare in vacanza con la famiglia, prendere un caffè seduti dentro un bar, alcuni di loro non possono farlo”: così il consigliere regionale del Patto civico dell’Umbria Andrea Fora il quale fa riferimento a “circa trenta medici operativi presso la struttura ospedaliera di Perugia, che hanno fatto regolarmente la prima vaccinazione e successivamente hanno contratto il Covid a causa della variante ‘umbra’ causata da mutazioni della brasiliana e inglese, che è stata tracciata nei mesi di gennaio e febbraio 2021”.

Continua a leggere

 

 

 

 

Il trasporto  per il piccolo paziente ricoverato a Polistena è stato effettuato dalla polizia stradale.

Il siero antivipera messo a disposizione dal pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro di Catania ha assicurato la possibilità di curare prontamente un 12enne ricoverato nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Polistena, in provincia di Reggio Calabria. La richiesta dell’antidoto è arrivata attraverso il 118, attivato per la ricerca presso varie strutture sanitarie in Sicilia. Il pronto soccorso generale dell’ospedale Cannizzaro di Catania , di cui è responsabile il dottor Antonio Di Mauro e il coordinatore infermieristico il dottor Ivan Valenti, hanno risposto velocemente alla richiesta di siero antivipera, di cui è fornito l’ospedale Catanese, in quanto talvolta deve essere somministrato a escursionisti morsi sull’Etna. La fornitura è assicurata dal servizio di farmacia, che reperisce l’antidoto sul mercato europeo. Il trasporto urgente per il piccolo paziente calabrese è stato effettuato dalla polizia stradale di Catania in staffetta con quella di Reggio Calabria, su richiesta della questura reggina.

Continua a leggere

 

 

 

 

 

 

“Abbiamo affrontato problemi già presenti ma il Covid ha esasperato le contraddizioni”: è la sintesi con cui il segretario della CISL FP Catania Danilo Sottile ha riassunto gli ultimi mesi della federazione catanese, durante il suo intervento al Consiglio Generale.

Continua a leggere

 

 

 

Filtra verso le rappresentanze sindacali presenti al tavolo del CCNL per le Funzioni centrali (Ministeri, Agenzie, Enti pubblici non economici) una bozza dei requisiti previsti in un nuovo sistema di classificazione professionale del personale non dirigente del comparto. Sono lì enunciate le caratteristiche individuali che saranno utilizzate per collocare il personale in una delle quattro aree. Di queste, la prima ha acquisito col passare degli anni un carattere residuale, a motivo passaggi di massa  alle aree superiori che sono stati “spuntati” NON  con criteri selettivi e di merito, ma attraverso contrattazioni a livello decentrato nelle singole amministrazioni che hanno riguardato intere categorie di personale: a volte “in automatico”, se necessario attraverso prove ed esamini “interni”.

 

E’ altresì evidente, pur essendo impossibile generalizzare, che da 25 anni il sistema dei passaggi da un’area all’altra – in assenza quasi totale di turn-over esterno, cioè di reclutamenti tramite regolare procedura costituzionale del concorso pubblico aperto a tutti – é stato assolutamente prevalente, senza cura del requisito del titolo di studio; sono ora collocati nelle posizioni apicali persone non munite di diploma di laurea e a volte del solo titolo di scuola media inferiore (si vedano qui le rilevazioni a cura dell’ARAN, pag. 24 e 25).

Nell’inconfutabile ottica “storica” sopra accennata, il nuovo sistema di classificazione promette di riproporre invariate tali deleterie modalità.

Si nota altresì una pervicace gusto di occultare le regole/disposizioni/clausole con raffinati giochi di prestigio, invisibili a chi non sia addentro nelle problematiche “materiali” di applicazione dei codicilli. Chi esamina la bozza diffusa dall’ARAN al punto n. 4 troverà una regola scritta apparentemente innocua e sensata: “Lo sviluppo di carriera fra un’area e della immediatamente superiore é consentito, previa procedura selettiva, nel limite massimo del 50% dei posti disponibili.

ESTENSORE BIRICHINO DI REGOLE FONDAMENTALI DELLA REPUBBLICA!

Il passaggio fra aree così regolato premia in maniera eccessiva e sconsiderata solo il personale interno delle singole amministrazioni, danneggiando gli accessi di giovani dall’esterno e la qualità dei servizi della burocrazia italiana. Infatti:

a) la riserva dei posti del 50% per gli interni non ha nulla di meritocratico, visto che il passaggio fra le aree deve (dovrebbe) essere riservato solo alle eccellenze e/o ai migliori profili lavorativi interni e non essere una forma nascosta di progressione automatica di carriere;

b) lo “sviluppo di carriera” dall’interno è consentito senza alcun riferimento al titolo di studio enunciato invece nei capoversi precedenti per “l’accesso dall’esterno”. Capito il trucchetto? Chi partecipa al concorso pubblico esterno – peraltro sempre indefinito quanto ai tempi di attuazione  – deve essere munito di idoneo titolo di studio; chi concorre dall’interno NO!

Con questo piccolo codicillo, ampi settori di soggetti gestori della burocrazia del nostro Paese dimostrano di voler reiterare gli sconci del passato, tutelando solo  interessi corporativi e autoreferenziali e sacrificando i prevalenti interessi generali della collettività a servizi di qualità ai quali possano concorrere i migliori e più preparati giovani aspiranti.

Non date mai credito alle lacrime di coccodrillo dei tanti “esperti di settore” che lamentano la mancanza di “competenze”  nelle amministrazioni pubbliche.

Eticapa. It

 

 

Ultime notizie
NurseNews.eu
Sanità:abrogato il vincolo di esclusività per gli infermieri del servizio pubblico.  Ruggeri! :”emendamento chiesto a gran voce da Sicindustria”.

Sanità:abrogato il vincolo di esclusività per gli infermieri del servizio pubblico.  Ruggeri! :emendamento chiesto a gran voce da Sicindustria.

            A darne notizia è il presidente della sezione strutture socio-sanitarie di Sicindustria, Francesco Ruggeri, che spiega: "È stato finalmente approvato, ...

Continua a leggere

Civico di Palermo:devastato il Pronto Soccorso dopo la morte di una parente arrivata in codice Rosso.

          "Abbiamo assistito a scene da far west - raccontano i medici e gli infermieri - Hanno distrutto tutto quello che ...

Continua a leggere

Sanità. Cisl Fp Cnps: “No a svendita contrattuale dei professionisti sanitari. Chiediamo piena valorizzazione normo-economica”

                “No alla svendita contrattuale a danno di tutti i professionisti della salute del nostro Paese!”. Così, in una nota, il ...

Continua a leggere

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario Il direttore della Prevenzione del ministero della ...

Continua a leggere

COVID 19:Attivare i fast track nei triage Italiani per diminuire i tempi di attesa.

            Spesso leggiamo nei giornali:" dopo 10 ore di attessa in triage muore, infermiere a processo..." Ecco perché Inserire la funzione del ...

Continua a leggere

????????????????????????????????????

La pausa pranzo costituisce orario di lavoro ai sensi della Direttiva 2003/88/CE Corte di Giustizia UE 9 settembre 2021, C-107/19.

          La pausa in cui il prestatore resta a disposizione del datore di lavoro, che può richiedere il suo pronto intervento, ...

Continua a leggere

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell’ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell'ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

            Accolto dal Tribunale di Milano il ricorso di un'ausiliaria sospesa dal lavoro senza retribuzione dalla datrice per non essersi sottoposta ...

Continua a leggere

Studenti di infermieristica sfruttati per le pulizie e per il giro letti:l'ordine degli infermieri denuncia il Corso di Laurea dell'università di Nuoro.

              Il  fenomeno dello sfruttamento degli studenti di infermieristica, che attanaglia tutti i corso di laurea italiani, è stato definitivamente denunciato ...

Continua a leggere

Rinnovo contrattuale sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

                Rinnovo contratti  sanità, si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati. Dopo due incontri in piena estate, il ...

Continua a leggere

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

                Conosciamo Morena Teti:  infermiera a Miss Mondo 2011 Non solo mascherine filtranti e divise. In questa breve intervista Morena ci racconta ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione