Stasera mi sono imbattuta nel breve articolo scritto da un rappresentante del Nursind Catania, un caro collega con cui ho condiviso idee, proposte nel passato, e leggere di AUMENTO DELLA VERGOGNA, mi ha lasciata senza parole. Perché, mi sono chiesta, non dire davvero come stanno le cose?
Dal passaggio da Collegi ad Ordini la Federazione Nazionale a fronte dei nuovi obblighi ha chiesto agli Ordini provinciali di aumentare il contributo fino allora versato.

Questa quota corrisponde ad euro 3, quindi, anche se la matematica non è il mio forte, vi è stato un reale aumento di 7 euro annue, che diviso per 12 mensilità fa 58 centesimi al MESE.
Si, avete capito proprio bene, 58 centesimi al mese!
Come cita il comunicato del Nursind? Una vera stangata per tutti gli infermieri… ma dite sul serio?
E di quei soldi che il Nursind ha fatto spendere a tutti gli infermieri catanesi per via del ricorso fatto alla Commissione Centrale per gli esercenti le Professioni Sanitarie, insinuando chissà quali brogli alle ultime elezioni, perché nessuno ne parla? Queste accuse sono costate a tutti noi ben 5000 euro che potevano essere spesi in formazione, in azioni concrete da parte del nostro Ordine in difesa della tutela della professione.
A tutti quelli che si lamentano, ricordo che grazie al nostro contributo annuo, i colleghi che si sono ritrovati senza una casa per il terremoto riceveranno un contributo per la ricostruzione. La Federazione Nazionale ha messo a disposizione di questi colleghi un fondo di 40000 mila euro. Che dite, lo possiamo pure offrire un caffè per questi colleghi più sfortunati!?
E a chi parla di un incremento di ben 50000 mila euro nelle casse dell’ORDINE, ricordo che quest’ultimo è tenuto a rendicontare ogni centesimo e a dimostrare la trasparenza dei propri atti. Parliamo invece dell’impegno concreto, e lo dico perché l’ho sperimentato in prima persona, che tutti i componenti dell’ordine degli infermieri di Catania mettono in campo per dare voce alle esigenze dei colleghi.
Ricordo che la tassa rimane una delle più basse d’Italia e persino della nostra Regione (Palermo 75 euro, Agrigento 80 euro, Siracusa 75 euro, Caltranissetta 70 euro, ecc.) e con questo contributo realizza Corsi di formazione tra i più interessanti del panorama infermieristico italiano, che mette a disposizione gratuitamente una PEC, cosa che gli altri colleghi della maggior parte degli altri Ordini paga di tasca proprio, per non parlare degli sgravi sulla tassa di iscrizione per i neolaureati e gli infermieri che sono andati in pensione, ma che vogliono restare iscritti. Parliamo della realizzazione di corsi BLSD/PBLSD a prezzi irrisori per gli iscritti all’Ordine e che molti Sindacati hanno sin qui realizzato a caro prezzo. Parliamo delle consulenze gratuite, del 730 gratuito per noi iscritti. Tutte queste cose hanno un prezzo e noi contribuiamo con molto poco. Giustamente il nostro amico sindacalista ci ricorda dei contratti bloccati e del blocco dei passaggi di fascia. Ecco, questa si che sarebbe una lotta meritoria e mi viene da dire che sarebbe l’ora che i Sindacati facessero il loro lavoro nelle sedi competenti. L’Ordine nasce con un’altra finalità quella di rappresentare gli infermieri e tutelare i cittadini che sono i fruitori ultimi delle nostre competenze. Quindi la prossima volta cari colleghi che qualcuno ci propina titoloni da prima pagina o da Giornale Libero, poniamoci qualche domanda. Ed intanto al collega un buon caffè lo offrirò io la prossima volta che lo vedrò. Buone riflessioni a tutti voi.

Rosaria Palermo

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Regione Sicilia:medico e infermieri devono essere reperibili 7 giorni su sette è legge.

                    Il 7 luglio è entrato in vigore il provvedimento che chiede a tutte le Regioni di dotarsi di un'organizzazione “territoriale” ...

Continua a leggere

Ripristinate funzioni vitali di alcuni maiali a un’ora dalla morte:lo studio pubblicato sulla rivista Nature

            Gli scienziati sono riusciti a riattivare in modo parziale alcune attività di cuore, cervello, reni e fegato degli animali. Merito ...

Continua a leggere

Casellati:“Infermieri vanno tutelati” e incontra la Mangiacavalli.

              La presidente del Senato ha ricevuto la presidente Fnopi e ha affermato che farà il possibile per aiutare la professione. “A ...

Continua a leggere

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

          Dopo il definitivo via libera del Senato, arrivato con 161 voti favorevoli, 21 contrari e 2 astensioni, e al termine di ...

Continua a leggere

Cannizzaro unico centro siciliano nel programma RISP per lo screening del tumore al polmone.

        L’Azienda Ospedaliera Cannizzaro è l’unico centro della Sicilia inserito dal Ministero della Salute nella Rete Italiana Screening Polmonare (RISP). Si ...

Continua a leggere

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:”l’aiuto infermiere “. Ma allora chiamiamola con il suo vero nome “AIUTO OSS”.

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:l'aiuto infermiere . Ma allora chiamiamola con il suo vero nome AIUTO OSS.

                "L’aiuto infermiere" che propongono LA FNOPI E IL MIGEP dovrebbe essere una figura intermedia tra un oss e un infermiere GENERICO. Purtroppo ...

Continua a leggere

Ecco la proposta:Lausiliario aiuto infermiere la contraffazione e il passato che ritorna.

            Qualcuno sta spingendo per la nascita di una nuova figura "l'aiuto infermiere".😂😂 Vediamo Di cosa si tratta e la sua eventuale ...

Continua a leggere

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: “MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ”

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ

          Maggiori carichi organizzativi, nessuna nuova risorsa per affrontarli e il rischio di un aumento dei contagi tra i lavoratori: sono ...

Continua a leggere

Taranto, primario muore in corsia per un infarto. I colleghi: Aveva lavorato per 12 ore di fila.

            Giovanni Buccoliero, 61 anni, era primario facente funzioni a Manduria. È morto durante il giro in corsia. Il giorno prima aveva lavorato ...

Continua a leggere

Penitenziario di Sollicciano (Firenze), recluso tenta di stuprare infermiera,Poliziotto la salva.

            Odioso caso di tentato stupro nella casa di reclusione di Sollicciano, nei confronti di un' infermiera in servizio. La professionista ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione