Il sit-in all’ospedale di Nuoro per le carenze di personale infermieristico nei reparti «Siamo sotto i livelli minimi di organico: non si va avanti» «In corsia mancano più di 100 infermieri»

NUORO. Cinquanta contratti a tempo determinato per infermieri che scadono alla fine di marzo, altri 60 che invece mancano da troppo tempo e che lasciano scoperti, e ben al di sotto delle soglie minime di organico, tutti i reparti dell’ospedale San Francesco, ferie bloccate perché altrimenti non si può garantire il personale in corsia, e sicurezza dei pazienti a rischio, anche nei servizi sanitari del territorio: più che un semplice sit-in degli operatori della sanità del Nuorese, quello di ieri è il disperato grido di dolore di una categoria che tuttavia non ha alcuna intenzione di arrendersi.

Bandiere dei sindacati che spuntano dappertutto, dietro il palco un manifesto che ritrae l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Arru, e la scritta “In nome del popolo nuorese, aiutaci”, un intero ospedale semi-paralizzato, ieri mattina, per consentire lo svolgimento dell’assemblea. Sono le 10, quando l’incontro comincia e per le successive due ore, chi si raccoglie nella hall dell’ospedale San Francesco, assiste al racconto di uno sfascio annunciato. La rappresentante dell’Rsu, Annarita Ginesu, dà la parola ai colleghi infermieri presenti perché raccontino com’è che vivono ogni giorno in corsia, e lo scenario che emerge presenta i contorni sinistri della vera emergenza. L’esordio, tocca a una infermiera del reparto di Ortopedia: «La nostra giornata tipo prevede due infermieri che seguono 31 pazienti. A marzo scadono i contratti di 4, già ora con nove infermieri non si riesce a garantire il turno. Cosa succederà, allora dopo che scadono anche gli altri contratti?». «Anche in Geriatria siamo allo sbando – racconta una delle infermiere del reparto – la mattina, ad esempio, siamo in tre e dobbiamo gestire 31 pazienti, che sono quasi tutti allettati e non autonomi. Non riusciamo a dare loro una assistenza dignitosa, dobbiamo lottare anche con i parenti. Pensate che ci chiamano “zombie”, perché siamo stanchi, facciamo di tutto di più». E la cronaca delle carenze si ripete, pressocché identica, anche nei reparti di Medicina, Ginecologia, Ostetricia. Persino nel delicatissimo “blocco operatorio”, la situazione sul fronte organico è davvero drammatica. «Pe coprire i buchi di organico – spiega uno degli infermieri del settore– siamo costretti a sfruttare personale non fomrato. Siamo scesi sotto il 50 per cento dei numeri minimi del personale. Dovremmo essere 28 infermieri e invece siamo la metà». Anche in Rianimazione, un altro settore delicatissimo dell’ospedale, la mancanza di personale si presenta decisamente drammatica. «Dovremmo essere in 29 infermieri – racconta un dipendente in servizio nel reparto – e invece siamo 20, dei quali 4 sono in maternità e non sono stati sostituiti». Ma anche nei servizi del territorio, ieri la situazione non è migliore. «A Sorgono – dicono i rappresentanti degli infermieri – l’ospedale è lasciato allo sbando da anni. Tra le varie carenze ci manca persino l’ambulanza: siamo costretti ad affittarne una pagando novemila euro al mese»

La Nuova.it

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione