Il  fenomeno dello sfruttamento degli studenti di infermieristica, che attanaglia tutti i corso di laurea italiani, è stato definitivamente denunciato dall’Ordine degli Infermieri di Nuoro.

L’ordine di rappresentanza della categoria infermieristica della Sardegna ha inviato una durissima missiva alle istituzioni per ribadire come dovrebbero  svolgersi i tirocini universitari, anche se ,appare certo che, la classe  dirigente universitaria e ospedaliera sappia benissimo di commettere una palese violazione contro la professione che si perpetra ormai dal 1940.

 

Oggetto: Indicazioni al corretto svolgimento del tirocinio degli studenti in infermieristica.

Spett. lì Istituzioni,
vorremo portare alla Vostra attenzione una situazione che sta diventando, a parer nostro, seriamente preoccupante, per la formazione degli studenti iscritti in Infermieristica, che svolgono il tirocinio formativo presso l’A.S.S.L. di Nuoro.
Il tirocinio pratico dei futuri infermieri è deviato da mansioni non pertinenti alla professione quali: distribuzione del vitto, trasporto dei pazienti per le visite specialistiche, sanificazione delle unità dei pazienti e l’assistenza di base di tipo igienico alberghiero, dove l’affiancamento e la formazione è delegata agli O.S.S.

Ci preme ricordarvi che gli studenti rappresentano il futuro della nostra professione, il tirocinio che svolgono nell’ASSL di Nuoro non dà la possibilità di sviluppare nel campo, alcune delle competenze che oggi, rappresentano il fondamento della professione infermieristica.

Il tirocinio è un momento importante della formazione, gli studenti, assegnati alle varie UU.OO. dovrebbero mettere in pratica, attraverso l’esperienza diretta, il processo infermieristico e sviluppare il pensiero critico ad esso legato; la preparazione dovrebbe essere garantita dal supporto di un tutor o da infermieri esperti.

L’infermiere, come descritto nella legge 739/94 e poi confermato dall’abolizione del mansionario dalla legge 42/99, è il responsabile dell’assistenza infermieristica generale, esso:
a) Partecipa all’identificazione dei bisogni di salute della persona e della collettività;
b) identifica i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della collettività e
formula i relativi obiettivi;
c) pianifica, gestisce e valuta l’intervento assistenziale infermieristico;
d) garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche;
e)

agisce sia individualmente sia in collaborazione con gli altri operatori sanitari e sociali;
f) per l’espletamento delle funzioni si avvale, ove necessario, dell’opera del personale di
supporto;
Con la presente l’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Nuoro chiede la modifica del piano formativo degli studenti e nello specifico degli obiettivi attribuiti ai discenti del primo anno, dato che in alcuni punti non si rispetta la legge 739/94. In particolare vi elenchiamo i due punti contrastanti con la legge:
• L’infermiere esegue la pulizia e la decontaminazione dei presidi sanitari;
• L’infermiere esegue le cure igieniche parziali o totale.

Da quanto scritto sopra, si evince che la formazione è compromessa: agli studenti viene indottrinata una concezione errata del ruolo dell’infermiere, che diventa poi lesiva per la professione stessa. La carenza del personale infermieristico e di supporto, non può ricadere sugli studenti, non garantendo un percorso qualitativamente valido, impiegandoli in mansioni, su descritte che non gli competono.
Gli infermieri non sono dei factotum che sopperiscono a qualunque tipo di carenza e svolgono ogni tipo di mansione, ma al contrario sono i responsabili di tutto il processo assistenziale ed hanno le competenze per decidere le azioni da attuare in piena autonomia.

Pertanto, l’OPI di Nuoro invita i responsabili del CDL dell’Università di Cagliari, delle attività di tirocinio e i vari coordinatori delle U.O. a un netto cambio di rotta, rivedendo gli obiettivi del primo anno, in un’ottica diversa, insegnando e applicando il processo assistenziale attraverso piani di cura che non restino solo relegati alla teoria.
L’ordine si rende disponibile a collaborare per la riformulazione dell’attività di tirocinio e degli obiettivi e si riserva di prendere provvedimenti al perdurare di questa situazione.

Per il Consiglio Direttivo,
Il Presidente OPI Nuoro Dott. Giuseppe Gentile

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Sanità. Cisl Fp Cnps: “No a svendita contrattuale dei professionisti sanitari. Chiediamo piena valorizzazione normo-economica”

                “No alla svendita contrattuale a danno di tutti i professionisti della salute del nostro Paese!”. Così, in una nota, il ...

Continua a leggere

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario Il direttore della Prevenzione del ministero della ...

Continua a leggere

COVID 19:Attivare i fast track nei triage Italiani per diminuire i tempi di attesa.

            Spesso leggiamo nei giornali:" dopo 10 ore di attessa in triage muore, infermiere a processo..." Ecco perché Inserire la funzione del ...

Continua a leggere

????????????????????????????????????

La pausa pranzo costituisce orario di lavoro ai sensi della Direttiva 2003/88/CE Corte di Giustizia UE 9 settembre 2021, C-107/19.

          La pausa in cui il prestatore resta a disposizione del datore di lavoro, che può richiedere il suo pronto intervento, ...

Continua a leggere

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell’ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell'ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

            Accolto dal Tribunale di Milano il ricorso di un'ausiliaria sospesa dal lavoro senza retribuzione dalla datrice per non essersi sottoposta ...

Continua a leggere

Studenti di infermieristica sfruttati per le pulizie e per il giro letti:l'ordine degli infermieri denuncia il Corso di Laurea dell'università di Nuoro.

              Il  fenomeno dello sfruttamento degli studenti di infermieristica, che attanaglia tutti i corso di laurea italiani, è stato definitivamente denunciato ...

Continua a leggere

Rinnovo contrattuale sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

                Rinnovo contratti  sanità, si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati. Dopo due incontri in piena estate, il ...

Continua a leggere

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

                Conosciamo Morena Teti:  infermiera a Miss Mondo 2011 Non solo mascherine filtranti e divise. In questa breve intervista Morena ci racconta ...

Continua a leggere

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

            In Italia, anche nell’ambito della pubblica amministrazione, due lavoratori o persino lo stesso in periodi diversi possono percepire retribuzioni con ...

Continua a leggere

Anelli Fnomceo: G20 salute, “Bene l’accesso universale ai vaccini sancito dal Patto di Roma”

            “Forte apprezzamento e sostegno, da parte dei medici, per l’impegno, assunto con il Patto di Roma, dal G20 salute, di ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione