Angelo Amato


Infermieri di pronto soccorso e 118

Lotto per i diritti alla salute degli operatori sanitari che della collettività.

Organico all’osso e troppo stress. Medico Pronto soccorso di CVetrano finisce ricoverato…..

È successo venerdi a Castelvetrano, protagonista la dottoressa Antonella D’Angelo che, mentre era intenta a “discutere” tra pazienti e familiari in un’astanteria al collasso, si è sentita male al punto che si è reso necessario il suo ricovero. Lo stesso medico racconta la sua vicenda:

 

Organico ridotto all’osso al Pronto Soccorso di Castelvetrano. Un medico per il troppo stress da lavoro si sente male e viene ricoverato nel Reparto di Cardiologia, dove attualmente si trova sotto controllo.

“Non è più possibile lavorare in questo modo. L’Azienda sta facendo i salti mortali ma i medici rifiutano di lavorare in questo specifico Pronto Soccorso. Alle ore otto la collega che aveva fatto la notte aveva lasciato circa dieci pazienti con un ‘corredo familiare intenso ed esigente’ e stanco al limite dell’aggressività.
Premetto che nel pomeriggio del giovedi avevo lavorato da sola con il servizio di radiologia sospeso -e quindi niente radiografie e tac per traumatizzati ed anziani con ictus- con una utenza sempre più pressante.
Venerdì ho sentito un forte dolore al torace mentre i Carabineri cercavano di calmare un paziente inquieto che minacciava tutti. Alle 12 non ce l’ho fatta più e mi sono sentita un po’ mancare e mi hanno portato in Cardiologia”.
La situazione nel Pronto Soccorso è veramente critica, l’astenteria è piena di barelle con persone che aspettano di essere visitate a volte dal solo medico di guardia, stressato e pressato dai parenti, che spesso si lasciano andare a insulti e minacce.
“Il nostro ospedale belicino,” dice Serena Navetta, presidente del Tribunale del malato, “è punto di riferimento dell’intero territorio della Valle del Belice con un flusso medio annuo di circa 34.000 accessi che, nei mesi estivi, aumentano considerevolmente per l’ incremento della popolazione nelle zone balneari e per i turisti presenti sul territorio.
I sanitari che dovrebbero ricoprire i turni del reparto di P.S. dovrebbero essere nove e invece, nel tempo e per vari motivi, ne abbiamo persi senza mai integrarli. Il P.S. di Castelvetrano oggi può contare solo su quattro medici.
Impossibile ricoprire l’intera giornata e la notte. Spesso c’è un solo medico a turno, e i nostri sanitari sono costretti a più turni, massacranti, rischiando rischi clinici e ripercussioni sul proprio stato di salute. E questo è successo alla dottoressa D’Angelo, unico medico di turno, con 22 pazienti in attesa di visita e 17 presso l’ astenteria, più un ricoverato che creava disordini e confusione.
Il problema della carenza di organico è diventato insostenibile. Nonostante l’ ASP 9 abbia cercato soluzioni nell’attesa dei concorsi, purtroppo la situazione rimane invariata. Per esempio, si sono aggiunti nei turni del PS alcuni medici presi da altri reparti dello stesso nosocomio, ma non è stata una buona soluzione, perché ai reparti, anch’essi gravementi carenti di personale, viene sottratta un’ulteriore unità.
Probabilmente la motivazione della mancata accettazione dell’incarico di effettuare il servizio a Castelvetrano, da parte dei medici, sta nel tempo proposto, troppo breve e che non risulta conveniente per chi risiede fuori dal territorio. Insomma, una situazione davvero difficile da risolvere.”
Attualmente i medici in organico al Pronto Soccorso di Castelvetrano sono: Pippo Giammarinaro, Gabriele Scalisi, Tommaso Bertolotta, Antonella D’Angelo, Antonella Pineo e Rosanna Biundo, attualmente in malattia.
Già da oltre un mese il responsabile del Pronto Soccorso Mimmo Ferraro è stato trasferito a dirigere l’Ospedale di Pantelleria e l’attuale referente il dottore Pippo Giammarinaro attende la nomina. Il commissario straordinario dell’Asp 9 di Trapani il dottore Giovanni Bavetta sulle criticità del Pronto Soccorso di Castelvetrano spiega:
“Preliminarmente, è doveroso da parte mia porgere gli auguri di pronta guarigione alla collega D’Angelo. Recentemente abbiamo cercato di assumere undici medici per far fronte alle emergenze dei vari Pronto Soccorso della Provincia, ma non si è presentato nessuno. In ogni caso, entro la prima decade di luglio, faremo l’impossibile per incrementare il personale medico, a cominciare dal Pronto Soccorso dall’Ospedale di Castelvetrano”.

Fonte: Cnews.it

The following two tabs change content below.
Infermiere dal 1991, diploma di educatore dell'infanzia. Esperienza lavorativa : terapia intensiva post operatoria del civico di Modena. Neurorianimazione, villa Sofia di Palermo. Rianimazione e pronto soccorso ospedale Vittorio Emanuele di Gela Rianimazione è pronto soccorso ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Servizio 118 presso CH. 4 San Cataldo ( CL). Vari corsi formativi soprattutto sulle emergenze Intra e extraospedale. ACLS- BLSD - POLITRAUMA- VALUTARE INFERMIERISTICA IN PZ CRITICO- RETE IMA REGIONALE. RESPONSABILE FORMAZIONE PROVINCIALE ASP AGRIGENTO COME DIRIGENTE SINDACALE CISL FP MEMBRO DIRETTIVO REGIONALE CNPS CISL FP DOCENTE SCUOLA FORMAZIONE ERAP ISTRUTTORE BLS D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione