Il medico reperibile nei giorni festivi, ha diritto al risarcimento per mancato riposo settimanale.
La I sezione Lavoro della Cassazione, con sentenza n. 14770/17 depositata il 14 giugno, ripercorre alcuni principi sui diritti del personale medico/sanitario ospedaliero.

Alcuni medici agivano in giudizio contro l´Azienda Sanitaria Locale datrice di lavoro, per ottenere il riconoscimento del diritto a fruire del riposo compensativo a fronte del servizio di pronta disponibilità svolto in giorni festivi, il risarcimento del danno per la mancata fruizione del riposo; la maggiorazione per il lavoro straordinario svolto in caso di chiamata effettiva.
Il Tribunale di Massa prima e la Corte d´Appello di Genova dopo, respingevano le domande avanzate dal personale medico, che quindi non tardava a ricorrere in Cassazione, supportando il ricorso con diversi motivi di gravame.

I ricorrenti, chiarendo che, nel lasso di tempo in cui un medico è reperibile, egli è da considerarsi “in servizio”, per il fatto che in qualsiasi momento deve essere pronto a dare la sua disponibilità in caso di chiamata, e considerando quindi la reperibilità come lavoro effettivo, reclamavano la concessione del riposo compensativo, a prescindere che essi avessero espressamente manifestato la volontà di godere del suddetto riposo oppure no.

Su questo specifico punto, il ricorso si rivelava infondato, essendosi, a parere della SC la pronuncia impugnata, conformata al principio per cui il servizio di reperibilità “passiva”, ossia quando il lavoratore non viene effettivamente chiamato, non può essere equiparato al lavoro effettivo, per cui “dalla prestazione del servizio non deriva automaticamente il diritto del dipendente a fruire del riposo compensativo, che invece è rimesso ad una sua scelta. Ne consegue un obbligo del datore di lavoro a concedere la giornata di riposo compensativo solo se il dipendente ne abbia fatto richiesta”.

Anche la richiesta dei ricorrenti, di maggiorazione dello stipendio, risultava esclusa, e ciò correttamente. Infatti, la Cassazione chiariva che, il divieto di monetizzazione e attribuzione di trattamenti retributivi non previsti dal CCNL, e la disciplina dell´orario di lavoro dettata per il personale del servizio sanitario nazionale “escludono che possa essere ritenuto “straordinario” il lavoro prestato nei giorni successivi a quello nel quale doveva essere goduto il riposo settimanale”.

La protesta dei medici circa l´esclusione del diritto al risarcimento del danno per non aver fruito del riposo settimanale nei casi di reperibilità attiva, trovava invece accoglimento.
La sentenza impugnata aveva violato il principio giurisprudenziale secondo cui “la mancata fruizione del riposo settimanale è fonte di danno non patrimoniale che deve essere presunto perché l´interesse del lavoratore leso dell´inadempimento datoriale, ha una diretta copertura costituzionale nell´articolo 36 Cost. (“Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi”), sicchè la lesione dell´interesse, espone direttamente il datore al risarcimento del danno”.

La Suprema Corte accoglieva quindi solo in parte i motivi di ricorso, e cassava la sentenza impugnata con rinvio alla Corte d´appello diversamente composta.

Avvocatirandiguerrieri

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione