Governo liberi il potenziale inespresso di 450 mila infermieri   attraverso l’eliminazione del vincolo di esclusività per permettere la vaccinazione di massa.

 

Non si trovano professionisti infermieri vaccinatori, ma basterebbe davvero poco per risolvere il problema, lo spiega Diego Roviti,  fondatore del Movimento Nazionale Infermieri.

“Le ultime dichiarazioni di Draghi sembrano essere una grande chiamata alle armi per vaccinare”, dice Roviti, ” noi capiamo la situazione di emergenza, ma abbiamo avuto il tempo per muoverci: possiamo eliminare questo vincolo di esclusività e risolvere le cose. Eliminado il solo vincolo, lo stato si ritroverebbe 450mila infermieri disponibili a vaccinare… lasciare i farmacisti a vaccinare è un poco come chiedere ad un infermiere di vendere farmaci, in un caso o nell’altro è abuso di professione. Noi non pretendiamo nulla di più che la possibilità di poter fare il nostro lavoro“.

“Noi abbiamo scritto ai vari ordini, ma c’è ancora molto da fare. Non bastano le risposte istituzionali. L’Opi e la Fnopi dovrebbero lottare di più, secondo noi. Questo è il momento per far valere le nostre richieste e i nostri diritti. Noi siamo stati in prima linea e quello che vogliamo è una cosa che ci spetta di diritto: cancellare il vincolo di esclusività.”

“Sono disponibile a vaccinare, ma lo Stato non me lo permette” è stato il tema del flashmob che il Movimento ha promosso: centinaia di infermieri si sono fatti fotografare con mascherina, camice e cartello in mano per un flashmob virtuale dai loro reparti, protestando contro un sistema che li limita.

“Dopo la prima ondata della pandemia abbiamo avuto molti riconoscimenti e la popolazione era dalla nostra parte, lo sentivamo. Ma adesso stiamo putroppo tornando indietro. Serve un riconoscimento dall’alto per cambiare lo sguardo popolare verso l’infermiere e serve una vera rivoluzione culturale” dice Roviti. “Il flashmob virtuale ha avuto un buonissimo successo. I colleghi sono tutti uniti dalla parte degli infermieri e si sente questo malcontento generale. Noi continueremo a manifestare per smuovere le coscienze. Intanto continuiamo a impegnarci e presto avremo un incontro con la Federazione e parleremo della nostra figura professionale e dei nostri diritti”.

Spiega Roviti.

Presto il Movimento diventerà un’ associazione per avere un maggior peso  istituzionale.

 

 

 

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Covid19: nuovi casi in aumento nel mondo e caos vaccini.

Covid19: nuovi casi in aumento nel mondo e caos vaccini.

Mentre crescono i contagi di Covid-19 nel mondo , con oltre 4,5 milioni di nuovi casi negli ultimi 7 giorni ...

Continua a leggere

Il Direttivo dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri querela la FNOPI.

Il Direttivo dell’Associazione Avvocatura Degli Infermieri querela la FNOPI.

          Riprendiamo e riportiamo per intero l’articolo pubblicato da Nurse times, riguardante la manifestazione a Piazza del Popolo dell’undici aprile, avvenuta ...

Continua a leggere

Cos'è un Ordine professionale.

              Gli Ordini professionali sono enti pubblici non economici posto "sotto l'alta vigilanza del Ministero della salute", la cui funzione principale consiste ...

Continua a leggere

Opi Salerno: “Ordine di servizio va disatteso in quanto contrario a norme imperative di legge”

        Il presidente dell'ordine degli infermieri di Salerno dott. Cosimo Cicia, contesta a stretto giro di posta l’ordine di servizio redatto ...

Continua a leggere

Le mansioni igienico domestiche alberghiere non sono MAI state attribuite all’infermiere ex professionale, oggi laureato.

Le mansioni igienico domestiche alberghiere non sono MAI state attribuite all'infermiere ex professionale, oggi laureato.

                Le mansioni di igiene domestico-alberghi non sono mai state attribuite all’Infermiere ex professionale, oggi laureato, neanche ai tempi del mansionario! ...

Continua a leggere

Salerno, Infermieri costretti a fare gli oss. È caos nella sanità Italiana, intervenga la fnopi.

        Che tipo di "prove" sono necessarie per dimostrare il danno da demansionamento? Dopo il riconoscimento dell’Operatore Socio Sanitario con formazione complementare ...

Continua a leggere

Zaia:“Per fare iniezioni non serve la laurea”.Ecco La risposta degli ordini dei medici.

Zaia:“Per fare iniezioni non serve la laurea”.Ecco La risposta degli ordini dei medici.

          Gli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri del Veneto rispondono alle parole del governatore Luca Zaia che aveva detto: “Per ...

Continua a leggere

L'infugibilita' di infermieri e OSS.

            Già il REGIO DECRETO 2 maggio 1940 n. 1310 determinava le mansioni dell'infermiere professionale e quelle degli infermieri generici. (GU n.225 ...

Continua a leggere

OSS e Delibera Veneto:Opi Vicenza, Pegoraro valuta ricorso al Tar contro legge regionale.

OSS e Delibera Veneto:Opi Vicenza, Pegoraro valuta ricorso al Tar contro legge regionale.

          “Non vogliamo passare per quelli che, come spesso accade in Italia, appena si cerca una soluzione creano il “comitato del ...

Continua a leggere

la proposta di legge presentata in Senato per il riordino e lo sviluppo della professione OSS. Criticità.

la proposta di legge presentata in Senato per il riordino e lo sviluppo della professione OSS. Criticità.

            Di seguito allegato riportiamo il testo integrale del disegno di legge n 2071 presentato dalla senatrice Boldrini (PD) al Senato della ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione