Richiesta modifica e richiesta incontro in merito al DM n. 82 del 14 maggio 2020 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Con riferimento alle disposizioni emanate relative al D.M. riportato in oggetto, riguardanti la decisione di andare in deroga a quanto previsto dal D.M. 7 gennaio 2019 in materia di docenti di riferimento dei corsi di studio universitari, disposizioni che si esplicitano nell’indicazione di ridurre il numero minimo di docenti previsti per l’accreditamento del corso in scienze infermieristiche, le scriventi OO.SS.

sono a rappresentare la forte contrarietà di una scelta che appare assolutamente in antitesi con il grande percorso di crescita di competenze e di autonomia professionale che le professioni sanitarie, a partire da quella infermieristica, hanno fatto in questi anni.
Tale scelta, infatti, non solo va in contrasto con l’attuale necessità di favorire un ampliamento dell’offerta formativa riguardante la professione sanitaria dell’infermiere, anche a fronte delle recenti norme emanate nel contesto di sanità pubblica e dei recenti decreti ministeriali, in un momento in cui, numerosi studi ed autorevoli pareri, confermano la necessità di sostenere tali corsi di laurea al fine di rispondere alle reali esigenze dei cittadini, ma appare fortemente in contrasto con quanto l’intesa raggiunta fra Governo, Regioni e province autonome di Trento e Bolzano sul “Patto per la Salute 2019202” definisce in tema di riconoscimento sia professionale che organizzativo dei professionisti sanitari a
partire dalle competenze e dall’autonomia richieste al personale infermieristico.
Altro aspetto, assolutamente non condivisibile, è relativo alla possibilità data agli Atenei di prevedere l’eventuale sostituzione dei succitati docenti con personale medico; tale decisione mortifica e ignora il lungo percorso di crescita dell’autonomia professionale fatta in oltre un ventennio di esercizio della professione.

Si tratta di due professioni diverse, entrambe ordinistiche e quindi con pari dignità, con percorsi formativi specifici non sovrapponibili tra loro; il lungo percorso di crescita professionale consente oggi di avere un gran numero di professionisti sanitari infermieri già in possesso dei requisiti per ricoprire tale ruolo, senza

scordare l’alto numero di tali professionisti con laurea magistrale o dottorato di ricerca. Per tutti i motivi indicati, auspicando che tale decisone sia rivista nei tempi più brevi possibili, al fine di attuare il ripristino del numero minimo di docenti e la loro individuazione all’interno della professione infermieristica, siamo contestualmente a chiedere il ritiro o la modifica del decreto e un incontro urgente per affrontare le questioni sollevate.

In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti

FP CGIL CISL FP UIL FP

Michele Vannini
Marianna Ferruzzi

Mariavittoria Gobbo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Sanità. Cisl Fp Cnps: “No a svendita contrattuale dei professionisti sanitari. Chiediamo piena valorizzazione normo-economica”

                “No alla svendita contrattuale a danno di tutti i professionisti della salute del nostro Paese!”. Così, in una nota, il ...

Continua a leggere

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario

Rezza: la terza dose del vaccino non sarà obbligatoria per il personale sanitario Il direttore della Prevenzione del ministero della ...

Continua a leggere

COVID 19:Attivare i fast track nei triage Italiani per diminuire i tempi di attesa.

            Spesso leggiamo nei giornali:" dopo 10 ore di attessa in triage muore, infermiere a processo..." Ecco perché Inserire la funzione del ...

Continua a leggere

????????????????????????????????????

La pausa pranzo costituisce orario di lavoro ai sensi della Direttiva 2003/88/CE Corte di Giustizia UE 9 settembre 2021, C-107/19.

          La pausa in cui il prestatore resta a disposizione del datore di lavoro, che può richiedere il suo pronto intervento, ...

Continua a leggere

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell’ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

Covid:illegittima la sospensione senza stipendio dell'ausiliaria. Sentenza n. 2316 del 15 settembre 2021 emessa dal Tribunale di Milano.

            Accolto dal Tribunale di Milano il ricorso di un'ausiliaria sospesa dal lavoro senza retribuzione dalla datrice per non essersi sottoposta ...

Continua a leggere

Studenti di infermieristica sfruttati per le pulizie e per il giro letti:l'ordine degli infermieri denuncia il Corso di Laurea dell'università di Nuoro.

              Il  fenomeno dello sfruttamento degli studenti di infermieristica, che attanaglia tutti i corso di laurea italiani, è stato definitivamente denunciato ...

Continua a leggere

Rinnovo contrattuale sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

                Rinnovo contratti  sanità, si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati. Dopo due incontri in piena estate, il ...

Continua a leggere

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

Morena Teti studentessa in infermieristica a Miss Mondo.

                Conosciamo Morena Teti:  infermiera a Miss Mondo 2011 Non solo mascherine filtranti e divise. In questa breve intervista Morena ci racconta ...

Continua a leggere

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

DUMPING CONTRATTUALE: SANARE I BILANCI DELLA SANITÀ PAGANDO 4 EURO L’ORA. 

            In Italia, anche nell’ambito della pubblica amministrazione, due lavoratori o persino lo stesso in periodi diversi possono percepire retribuzioni con ...

Continua a leggere

Anelli Fnomceo: G20 salute, “Bene l’accesso universale ai vaccini sancito dal Patto di Roma”

            “Forte apprezzamento e sostegno, da parte dei medici, per l’impegno, assunto con il Patto di Roma, dal G20 salute, di ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione