La Fp Cgil, la Fp Cgil medici e la Camera del lavoro di Catania si aspettano dunque di “potere contare su un presidio attivo con oltre 450 posti letto, un pronto soccorso pienamente funzionante, un’area traumatologica in linea con quanto progettato”

L’apertura dell’ospedale San Marco è necessaria soprattutto a pezzi di città sino ad oggi scoperti di importanti servizi sanitari, ma anche alla delocalizzazione degli ospedali; deve perciò rispondere in pieno agli obiettivi che la città aspetta da anni. Per questo è impossibile anche solo pensare che diventi una delle tanti cattedrali del deserto nel sud Italia.

La Fp Cgil, la Fp Cgil medici e la Camera del lavoro di Catania si aspettano dunque di “potere contare su un presidio attivo con oltre 450 posti letto, un pronto soccorso pienamente funzionante, un’area traumatologica in linea con quanto progettato e riconosciuto dalla Comunità Europea”. Lo scrivono in una nota i segretari delle tre sigle, Gaetano Agliozzo, Carmelo Calvagna e Giacomo Rota.

Il messaggio è chiaro: la valenza strategica e la rilevanza in termini di miglioramento della qualità delle cure è stata riconosciuta dall’UE con la destinazione di oltre 140 milioni di euro per la realizzazione, collaudo e avvio a regime del nuovo Ospedale San Marco.

“Queste sono opportunità che nessuno potrebbe permettersi di lasciarsi sfuggire e che non possono essere perse da una Regione che troppe volte è stata considerata inadeguata o incapace di raggiungere gli standards del resto dell’Italia. Ecco perchè si chiede di non remorare più e che sia data agli operatori del settore sanitario la possibilità di offrire ai pazienti le migliori condizioni di cura. È necessario permettere agli operatori sanitari di lavorare con strutture e tecnologie adeguate. Quali sono i primi passi da fare? – concludono Agliozzo, Calvagna e Rota- Di certo affrontare con serietà non solo le criticità sui tempi di completamento, ma anche i temi connessi alla precisa identificazione nella rete ospedaliera dell’Ospedale San Marco,nonché i temi connessi a garantire che ogni unità operativa che sarà attivata possa contare su personale medico, infermieristico e di supporto in misura tale da garantire qualità e sicurezza nell’erogazione delle prestazioni sanitarie”.

Alfio Stiro

Per approfondire

Cataniatoday

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione