tribun Imputazioni per truffa, corruzione, falso. Richieste pene molto pesanti per gli imputati. Il pm Amelia Luise conclude la requisitoria contro sanitari di strutture pubbliche e titolari di cliniche private di Palermo, accusati di avere realizzato un imbroglio da un milione e 200 mila euro ai danni del Servizio sanitario regionale luglio 2015
Sanità: truffa sui tumori a Palermo, pm chiede condanna 16 medici


Imputazioni per truffa, corruzione, falso. E richieste di pene molto pesanti per 16 dei 17 imputati. Il pm Amelia Luise conclude la requisitoria contro medici di strutture pubbliche e titolari di cliniche private di Palermo, accusati di avere realizzato un imbroglio da un milione e 200 mila euro ai danni del Servizio sanitario regionale: secondo la Procura, infatti (l’inchiesta era stata condotta dai Nas), le cure per i malati di tumore, tra il 2007 e il 2009, venivano pagate due volte dall’allora azienda Ausl 6. Il processo è in corso davanti alla quinta sezione del tribunale del capoluogo siciliano. Beneficiarie della truffa sarebbero state le cliniche private “La Maddalena” (che avrebbe incassato il grosso dei rimborsi, un milione di euro), Latteri (145 mila euro) e “Pasqualino Noto” (52 mila euro).

In un primo momento veniva chiesto il rimborso per i ricoveri (che avrebbero dovuto includere gli esami specialistici) e successivamente un ulteriore compenso per gli accertamenti diagnostici, che venivano effettuati in strutture collegate alle cliniche o esterne.Il pm Luise ha chiesto la condanna a 12 anni per il radiologo Guido Filosto, patron della Maddalena, e altrettanti per Leone Filosto, presidente e consigliere delegato del cda, e per il direttore sanitario Mauro Bellassai. La pena più alta, 15 anni, è stata proposta per Maria Teresa Latteri, che gestisce l’omonima casa di cura; 14 invece per il direttore sanitario della stessa struttura, Giuseppe Di Lisi. L’imprenditrice risponde anche del dirottamento di malati dall’Oncologia del Policlinico: per questo sono stati chiesti 4 anni e 6 mesi per un medico della Latteri, Vincenzo Scaletta, e 12 per un medico del Policlinico, Maria Rosaria Valerio, accusata anche di truffa e corruzione. Dodici anni è la pena proposta pure per l’amministratore unico della clinica Noto-Pasqualino, Giovanni Gagliardo Di Carpinello, 14 per l’ex direttore sanitario Giovanni Sparacia (per un altro ex dirigente, Luigi Cassata, il pm ha chiesto la prescrizione). Per il dirottamento dei pazienti da Villa Sofia alla casa di cura 12 anni sono stati chiesti per un dirigente medico di Villa Sofia, Giuseppe Antonio Iannello, 9 per la psicologa Rossana Novelli e per Salvatore Pastore. Pene minori per altri quattro medici di Villa Sofia: 3 anni per Gioacchino Taormina, Giuseppe Ducato e Maria Ciriminna, 3 anni e 6 mesi per Ignazio Galizia. Il pm ha chiesto le condanne anche delle tre cliniche coinvolte.

fonte

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Infermieri prescrittori, l’Italia è ancora ferma. Ecco i possibili vantaggi e come funziona in Europa

Infermieri prescrittori, l'Italia è ancora ferma. Ecco i possibili vantaggi e come funziona in Europa

          La ricetta infermieristica non è solo appannaggio dei paesi anglosassoni e della Scandinavia. Nell'Unione Europea è diffusa e prevista da ...

Continua a leggere

CGL,CISL,UIL alla ragione Sicilia:necessarie assunzioni urgenti del personale sanitario e socio sanitario ai sensi delle normative vigenti.

CGL,CISL,UIL alla ragione Sicilia:necessarie assunzioni urgenti del personale sanitario e socio sanitario ai sensi delle normative vigenti.

            Oggetto: L. 234/2021 Art. 1 c. 268 lett. b - richiesta convocazione. Gentile Assessore, salutiamo con i migliori auspici la Sua designazione ...

Continua a leggere

Cassazione: Il lavoratore può rifiutarsi di svolgere mansioni inferiori.

            Con l’ordinanza n. 30543 del 18.10.2022, la Cassazione afferma che il lavoratore adibito a mansioni inferiori rispetto a quelle del ...

Continua a leggere

Stabilizzati medici e personale sanitario al Cannizzaro, Giuffrida: “Valorizzata professionalità preziosa”

Stabilizzati medici e personale sanitario al Cannizzaro, Giuffrida: Valorizzata professionalità preziosa

            I primi a beneficiare di una nomina a tempo indeterminato sono 13 medici di varie discipline: dall’Anatomia Patologica alla Chirurgia ...

Continua a leggere

Gb: infermieri annunciano sciopero nazionale senza precedenti.

                Coinvolti oltre la metà degli ospedali. Duro colpo per governo.   LONDRA, 09 NOV - Gli infermieri del Regno Unito hanno votato ...

Continua a leggere

Ars Sicilia,Schifani:«Nuovo assessore alla salute sono concentrato su Giovanna Volo…»

          Renato Schifani Presidente della Regione Siciliana sul potenziale e futuro  assessore alla salute Giovanna Volo: «Ritengo possa dare una forte ...

Continua a leggere

Arretrati Ccnl professioni sanitarie, si applica la tassazione separata

          Si tratta del particolare regime fiscale dell’Inps riferito a tutti i redditi che si siano formati in un periodo di ...

Continua a leggere

Aggressione poliziotte, Cisl Catania: “servono iniziative di sensibilizzazione e tutele adeguate”

                «L’aggressione alle poliziotte è solo l’ultimo caso di intolleranza nei confronti dei rappresentanti delle forze dell’ordine a Catania, anche se ...

Continua a leggere

Cassazione:i buoni pasto spettano anche agli Infermieri,medici e Oss che non possono usufruire della pausa pranzo.

            La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 5547 del 2021, ha stabilito che il buono pasto sostitutivo spetta anche al ...

Continua a leggere

Il neo insediato Ministro della salute Orazio Schillaci ringrazia gli Ordini dei medici e degli infermieri per sacrificio dimostrato durante la pandemia .

                Il  neo Ministro della Salute Schillaci, alla conferenza stampa convocata al termine del Consiglio dei Ministri, ha ribadito l’importanza della ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione