dg DA QUOTIDIANO SANITA

02 AGO – Gentile direttore,
il puntuale ed informato articolo sulle prospettive di accorpamento tra Asl RmB e Asl RmC, fa riferimento all’esistenza di tensioni tra l’Azienda che sono stato chiamato a dirigere, la RmC, che ha effettivamente chiuso in pareggio il suo bilancio 2014, ed alcuni settori della classe medica, alla quale, come ella certamente saprà, anch’io appartengo.

Non credo che queste tensioni possano avere alcuna rilevanza nel determinare scelte programmatiche regionali di così ampio respiro come l’accorpamento di due grandi Aziende sanitarie metropolitane, volevo comunque informarla della natura di quelle tensioni e dei loro recenti sviluppi. Si tratta di un episodio circoscritto che può rappresentare, così almeno mi auguro, la premessa di un rapporto di collaborazione positivo tra le istituzioni e tra le professioni, senza arroccamenti o reciproche diffidenze. Sono temi che riguardano solo marginalmente le persone e profondamente il sistema, a prescindere da chi sia chiamato ad assumere al suo interno compiti di responsabilità e di direzione.

La Asl RmC, attraverso un lungo percorso di riflessione, di organizzazione e di qualificazione degli operatori, ha avviato, presso la struttura di S. Caterina della Rosa a via Forteguerri, un ambulatorio infermieristico avanzato che è stato denominato See & Treat. Questo ambulatorio risponde alle indicazioni regionali di riequilibrio territoriale dell’assistenza, rappresenta in questo senso un’evoluzione rispetto ad altre esperienze italiane di See&Treat a base ospedaliera e stabilisce un collegamento con realtà analoghe che da molto tempo, soprattutto in Gran Bretagna, hanno trasformato la risposta alle piccole urgenze, riducendo drasticamente il ricorso alle strutture di Pronto Soccorso.

L’esperienza è stata avviata con grande cautela, in uno spirito di grande collaborazione tra le professioni e all’interno di un quadro che offre le massime garanzie tanto ai cittadini che agli operatori.

Questa iniziativa ha però suscitato una notevole diffidenza in alcuni settori della classe medica. Nonostante le spiegazioni, i chiarimenti e le rassicurazioni fornite dall’Azienda, l’Ordine dei Medici di Roma si è fatto interprete di queste preoccupazioni con un ricorso al TAR che, ipotizzando possibili rischi per la salute dei cittadini, chiedeva con urgenza la sospensione dell’atto deliberativo di istituzione del See & Treat e ne contestava la legittimità.
La ASL RMC, nella convinzione che la ragionevolezza e i vantaggi dell’ambulatorio See & Treat potessero essere riconosciuti anche in una sede giurisdizionale, ha atteso con fiducia che il TAR si pronunciasse ed ha molto apprezzato la decisione del Collegio delle Professioni Sanitarie – IPASVI e della Regione Lazio, che hanno ritenuto di costituirsi insieme all’Azienda per resistere al ricorso, sostenendo in modo attivo la correttezza delle sue scelte.

All’udienza per la sospensiva, finalmente fissata per lo scorso 30 luglio, l’Ordine dei Medici ha però deciso di non presentarsi, ritenendo evidentemente non sussistessero le ragioni che avevano motivato la richiesta di un’immediata sospensione dell’atto deliberativo.

Mentre dunque il See & Treat continua la sua attività, la AsL RmC si augura che la posizione assunta dall’Ordine dei Medici possa segnalare la sua disponibilità a superare una logica di contrapposizioni alla ricerca di forme di collaborazione tra le istituzioni e tra le professioni che appaiono indispensabili in una fase difficile per la vita del Sistema Sanitario Nazionale e più ancora per quella, maggiormente travagliata, del Sistema Sanitario Regionale del Lazio. Questa disponibilità non mancherà certamente da parte di questa Azienda Sanitaria.

Carlo Saitto
Direttore generale Asl Roma C

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Infermieri prescrittori, l’Italia è ancora ferma. Ecco i possibili vantaggi e come funziona in Europa

Infermieri prescrittori, l'Italia è ancora ferma. Ecco i possibili vantaggi e come funziona in Europa

          La ricetta infermieristica non è solo appannaggio dei paesi anglosassoni e della Scandinavia. Nell'Unione Europea è diffusa e prevista da ...

Continua a leggere

CGL,CISL,UIL alla ragione Sicilia:necessarie assunzioni urgenti del personale sanitario e socio sanitario ai sensi delle normative vigenti.

CGL,CISL,UIL alla ragione Sicilia:necessarie assunzioni urgenti del personale sanitario e socio sanitario ai sensi delle normative vigenti.

            Oggetto: L. 234/2021 Art. 1 c. 268 lett. b - richiesta convocazione. Gentile Assessore, salutiamo con i migliori auspici la Sua designazione ...

Continua a leggere

Cassazione: Il lavoratore può rifiutarsi di svolgere mansioni inferiori.

            Con l’ordinanza n. 30543 del 18.10.2022, la Cassazione afferma che il lavoratore adibito a mansioni inferiori rispetto a quelle del ...

Continua a leggere

Stabilizzati medici e personale sanitario al Cannizzaro, Giuffrida: “Valorizzata professionalità preziosa”

Stabilizzati medici e personale sanitario al Cannizzaro, Giuffrida: Valorizzata professionalità preziosa

            I primi a beneficiare di una nomina a tempo indeterminato sono 13 medici di varie discipline: dall’Anatomia Patologica alla Chirurgia ...

Continua a leggere

Gb: infermieri annunciano sciopero nazionale senza precedenti.

                Coinvolti oltre la metà degli ospedali. Duro colpo per governo.   LONDRA, 09 NOV - Gli infermieri del Regno Unito hanno votato ...

Continua a leggere

Ars Sicilia,Schifani:«Nuovo assessore alla salute sono concentrato su Giovanna Volo…»

          Renato Schifani Presidente della Regione Siciliana sul potenziale e futuro  assessore alla salute Giovanna Volo: «Ritengo possa dare una forte ...

Continua a leggere

Arretrati Ccnl professioni sanitarie, si applica la tassazione separata

          Si tratta del particolare regime fiscale dell’Inps riferito a tutti i redditi che si siano formati in un periodo di ...

Continua a leggere

Aggressione poliziotte, Cisl Catania: “servono iniziative di sensibilizzazione e tutele adeguate”

                «L’aggressione alle poliziotte è solo l’ultimo caso di intolleranza nei confronti dei rappresentanti delle forze dell’ordine a Catania, anche se ...

Continua a leggere

Cassazione:i buoni pasto spettano anche agli Infermieri,medici e Oss che non possono usufruire della pausa pranzo.

            La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 5547 del 2021, ha stabilito che il buono pasto sostitutivo spetta anche al ...

Continua a leggere

Il neo insediato Ministro della salute Orazio Schillaci ringrazia gli Ordini dei medici e degli infermieri per sacrificio dimostrato durante la pandemia .

                Il  neo Ministro della Salute Schillaci, alla conferenza stampa convocata al termine del Consiglio dei Ministri, ha ribadito l’importanza della ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione