dema1Sull’argomento “demansionamento” abbiamo detto la nostra sin dalle prime avvisaglie. L’argomento riguarda capillarmente TUTTI i settori della sanità . Abbiamo individuato nel demansionamento il male oscuro della professione a livello locale; abbiamo visto quali sono le cause:

CAUSE DIPENDENTI DAGLI INFERMIERI STESSI:

mancata presa di coscienza da parte della maggior parte degli Infermieri della cambiata e rinnovata veste professionale voluta dal legislatore.

Secolare LATITANZA dei Collegi IPASVI, da sempre impegnati più a “fare formazione” ed a individuare settori di comodo per pochi piuttosto che combattere radicalmente a suon di carte bollate l’argomento.

Esagerata avversione a tutto ciò che è sindacale da parte di almeno il 60% della categoria, assenza pressochè totale di spirito di unione da parte del restante 40%. Gli Infermieri iscritti ai vari sindacati, invece che cercare un accordo sulle linee di massima tendono a farsi la guerra tra loro, tutto questo a detrimento dell’unità professionale con conseguente indebolimento e frazionamento del fronte contrattuale.

Servizi Infermieristici NATI MALE E CRESCIUTI PEGGIO, con neo infermieri dirigenti ancora eccessivamente MEDICO DIPENDENTI, spesso e volentieri MALFORMATI dal punto di vista intellettuale, dotati di titoli cartacei FACILMENTE E TARDIVAMENTE ottenuti non supportati da un adeguato substrato culturale scolare regolare, ovvero IGNORANTI DI FONDO con una parvenza culturale nozionistica che però li abilita a GOVERNARE la professione, spesso con prese di posizione e atti comportamentali deleteri per la professione e per loro stessi. Facilmente manipolabili ed influenzabili, a volte anche ricattabili. FORTUNATAMENTE NON TUTTI

CAUSE DIPENDENTI DA ALTRI FATTORI:

Scarsa considerazione da parte della pubblica opinione e delle altre categorie GRAVEMENTE ALIMENTATA da tutti i punti precedenti.

Carenze croniche di personale infermieristico e SOPRATTUTTO di personale di supporto logistico e alberghiero, che portano dunque i coordinatori e i dirigenti dei servizi, grazie anche ai punti SOPRA ELENCATI, ad utilizzare l’INFERMIERE PER TUTTO E PER IL CONTRARIO DI TUTTO, inserendo nel suo ambito mansioni che vanno da quelle dell’ausiliario a quelle del medico.

Personale logistico di supporto, ausiliari, oss, ota e altri CHE SPESSO E VOLENTIERI non fanno il loro dovere E’ IL CASO VERGOGNOSO del personale della cooperativa che, SPUDORATAMENTE INCITATO IN QUESTO DAL LORO DIRIGENTE E VERGOGNOSAMENTE DAL NOSTRO SERVIZIO INFERMIERISTICO, non svolge la mansioni previste dal capitolato d’appalto per il quale vengono spesi FIOR DI MILIONI DI EURO ALL’ANNO!!!!

Dal Web

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione