latte materno​L’allattamento al seno è una delle poche cose al mondo in grado di salvare tante vite umane. Senza bisogno di soldi o di attrezzature mediche In occasione della giornata mondiale del latte ad Expo dieci neo-mamme si sono trasformate in testimonial per Save the Children, l’associazione che si batte per i diritti dei bambini. Prendendo in braccio i propri bimbi e allattandoli tra gli sguardi incuriositi (e inteneriti) dei passanti.

Tra loro due giovani peruviane e una nigeriana, un gruppo di mamme che si era conosciuto ad un corso pre-parto ma anche visitatrici di passaggio che hanno deciso di unirsi alla manifestazione. Due attrici hanno dato vita ad un dialogo simbolico sulle disparità tra diverse aree del mondo, impersonando una mamma italiana, informata e consapevole, e una mamma eritrea alle prese con la malnutrizione e la malattia del figlio.
I numeri sono drammatici: ogni anno muoiono un milione e mezzo di bambini, la metà dei quali (800mila secondo le stime di Save the Children) potrebbero salvarsi semplicemente ricevendo dalle madri il latte come alimento sino ai 23 mesi. Un neonato che riceve latte materno entro un’ora dalla nascita ha sino a tre volte più probabilità di sopravvivere di uno allattato il giorno successivo. Anche perché nei paesi in cui manca il cibo e ci sono problemi igienici il latte materno è l’alimento più sicuro, molto più dell’acqua. A rendere difficile però questa pratica sono le convinzioni religiose e sociali (le donne non possono farsi vedere svestite) ma anche economiche (le mamme devono tornare subito al lavoro) o semplici superstizioni
Il risultato è che meno del 50% dei bambini sotto i sei mesi che vivono nei paesi in via di sviluppo viene allattato al seno. Maglia nera ai Paesi dell’Africa subsahariana e in particolare a Ciad e Gabon dove solo una percentuale minima (dal 3 al 6%) riceve questo prezioso alimento. Un dato che ha come ripercussione una elevatissima mortalità infantile. Nei paesi occidentali la situazione è ovviamente diversa. In Italia la pratica dell’allattamento è utilizzata dall’85% delle mamme, per una durata media di otto mesi. Una merenda dal sapore antico (pane, burro e zucchero) il dulce de leche argentino in onore di Papa Francesco, vestiti bianchi e bandiere gialle della Coldiretti. Per le giornate dedicate ai prodotti dell’alimentazione, Expo è partita dal più universale e amato nel mondo: il latte. Alla festa hanno partecipato tutti i Paesi, ognuno con le sue specialità: gli Usa con la cheesecake, la Lituania con il “kastinys”, il Cile con il “manjar”Il centro dei festeggiamenti è stato il Cardo, con gli spettacoli e le degustazioni organizzati da Coldiretti, bicchieri di latte e formaggi tipici gratis per tutti i visitatori. Festa per il primato italiano: con gli ultimi riconoscimenti sono saliti a 48 i prodotti dop tutelati dall’Unione Europea contro i 45 della rivale storica, la Francia. Una sfida tra formaggi made in Italy e i “tarocchi” venduti in tutto il mondo con lo stesso nome (il particolare negli Usa dove il fenomeno è particolarmente diffuso) ha avuto tra i giudici chef stellati, come Davide Oldani, e le casalinghe di Voghera in rappresentanza delle famiglie italiane.

fonte
Avvenire.it

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione