CATANIA – Una richiesta avanzata anni fa che sembrava potesse essere evasa. Almeno così affermava l’amministrazione comunale nell’agosto del 2015. E’ quella, oggi reiterata dagli esponenti di Articolo 4 della quinta municipalità, Andrea Guzzardi e Maurizio Zarbo, dell’apertura mancata di un varco pedonale per raggiungere l’ospedale Garibaldi dii Nesima da via G. Baretti. Si rivolgono direttamente al direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, reo secondo i consiglieri di non aver dato seguito alla delibera di Giunta Municipale del 22 agosto 2015 nella quale il sindaco Enzo Bianco deliberava l’indirizzo politico su proposta degli assessori Angela Mazzola e Luigi Bosco per “la realizzazione di un altro ingresso per il P.O. Garibaldi – Nesima attraverso l’area prospiciente le vie Parini e Baretti al fine di snellire il traffico attualmente in carico all’unico ingresso su via Palermo; per la rivalutazione delle aree interessate comprese le attività commerciali limitrofe ed infine per la realizzazione della mobilità verso l’area di Protezione Civile cittadina

“Da allora non è cambiato nulla – denunciano i due consiglieri – nonostante lo stesso Santonocito, in occasione di una conferenza organizzata proprio al Garibaldi di Nesima, si dichiarava disponibile, ma recentemente nel corso di un incontro con i consiglieri Guzzardi e Zarbo sull’argomento, Santonocito ha dichiarato di non essere più interessato a realizzare l’opera e questo malgrado il Comune abbia già fatto la sua parte realizzando le opere stradali di pertinenza”.

Un atteggiamento che, secondo i consiglieri, danneggerebbe e tanto la municipalità e, in generale, l’utenza del nosocomio. “Chiediamo sin da adesso al Sindaco Bianco, quale massima autorità cittadina della Sanità pubblica – continuano – di intervenire immediatamente al fine di porre in essere tutto il necessario per la realizzazione dell’opera di vitale importanza per la cittadinanza e risparmiare la vita di qualche pedone”.

Un pressing che pare proprio non servirà, stando a quanto dichiarato dal direttore Santonocito a LivesiciliaCatania. Il progetto per l’opera richiesta dalla municipalità, sembrerebbe infatti in fase di ultimazione. Sarebbe questione di poco. “Di ore – sottolinea il direttore del Garibaldi. Come ho avuto modo di spiegare alla municipalità – precisa – c’è un progetto che vedrà la luce tra pochissimo e che prevede la realizzazione di un parcheggio e di un varco per accedere all’ospedale. In questo modo – aggiunge – non solo avremo più posti auto, ma l’ingresso al nosocomio sarà vigilato e sorvegliato. Gli ingressi agli ospedali, d’altronde – conclude – hanno bisogno di attenti controlli, anche a garanzia del personale medico”.

Da livesicilia.it

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione