Il sindacato aveva contestato la deliberazione 1580 del 2019 sui percorsi formativi per l’acquisizione di competenze avanzate da parte del personale sanitario Infermieristico in quanto consentirebbe l’assegnazione di funzioni e incarichi attraverso una formazione regionale, senza tenere conto della competenza statale in materia. Ma per il Tar il provvedimento regionale non lede la posizione giuridica dei riccorenti (medici) e quindi il ricorso è inammissibile. LA SENTENZA

04 DIC – Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto boccia il ricorso della Cimo contro la deliberazione della Giunta regionale del Veneto n. 1580 del 29 ottobre 2019 (“Istituzione dei percorsi di formazione complementare regionale per l’acquisizione di competenze avanzate”) giudicandolo inammissibile.

La Cimo contestava il provvedimento perché a suo dire avrebbe consentito di assegnare al personale delle professioni sanitarie, previa frequentazione del corso formativo regionale, incarichi e funzioni che la normativa statale ammette solo a seguito del conseguimento di qualifica specialistica tramite percorsi formativi nell’ambito dell’ordinamento universitario (laurea magistrale, master). Per la Cimo, inoltre, il provvedimento impugnato avrebbe inciso sul riparto di competenze tra personale medico e quello delle professioni sanitarie;

Ma per il Tar il ricorso, contro cui si erano costituiti in giudizio la Regione Veneto e in ad opponendum la Fials, è “inammissibile per carenza delle condizioni dell’azione”.

Infatti, secondo il Tar, per avere diritto a opporsi a tale atto amministrativo della Regione bisogna essere nelle cndizioni di domostrare di subirne un danno diretto dalla sua applicazione e quindi, di converso, un vantaggio dal suo annullamento. Due presupposti che secondo i giudci veneti non sussistono nei confronti della Cima (sindacato medico) in quanto la professione medica “non è lesa, in via diretta ed immediata, dal

provvedimento regionale”… “né alcun concreto vantaggio potrebbe derivare ai ricorrenti medesimi dall’annullamento della deliberazione regionale gravata”.

D’altra parte, osserva il Tar, “il giudizio amministrativo non costituisce una giurisdizione di diritto oggettivo, volta a ristabilire una legalità che si assume violata, ma ha la funzione di dirimere una controversia fra un soggetto che si afferma leso in modo diretto e attuale da un provvedimento amministrativo e l’Amministrazione che lo ha emanato. In altre parole, la legittimazione ad impugnare un provvedimento amministrativo deve essere direttamente correlata alla situazione giuridica sostanziale che si assume lesa dal provvedimento e postula l’esistenza di un interesse attuale e concreto all’annullamento dell’atto”. E “nel caso in esame non sussiste una situazione giuridica sostanziale lesa dal provvedimento gravato, né sussiste (in disparte quanto si dirà di seguito) un interesse attuale e concreto all’annullamento dell’atto”.

In linea puramente astratta, tuttavia, osservano i giudici, “nell’ambito delle complessive censure articolate in ricorso, l’interesse ad agire (e, quindi, a ricorrere) potrebbe essere configurabile esclusivamente in relazione alla doglianza con cui si afferma che il provvedimento impugnato inciderebbe sul riparto di competenze tra personale medico e quello delle professioni sanitarie”. E tale censura, osserva il Tar Veneto, “potrebbe ipoteticamente determinare una lesione della sfera giuridica di parte ricorrente, sennonché la censura risulta formulata in modo del tutto generico e indeterminato, con conseguenze sua inammissibilità “.

 

Fonte Quotidiano sanità. It

 

Redazione

 

 

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Pozzuoli, un badge mostrerà il volto sorridente di medici, Infermieri e Oss ai pazienti Covid

                        Bardati con camici e mascherine sono irriconoscibili. E saranno così le fotografie sui badge, che li ritraggono sorridenti e in ...

Continua a leggere

Danilo Sottile il nuovo segretario Provinciale della CISL FP.

          "Ho intenzione di costruire un gruppo coeso", spiega  Sottile appena eletto segretario provinciale Cisl fp.  CATANIA. La Cisl Fp territoriale ha ...

Continua a leggere

Via alla somministrazione delle seconde dosi del vaccino anti covid all’ ospedale Cannizzaro di Catania.

Via alla somministrazione delle seconde dosi del vaccino anti covid all' ospedale Cannizzaro di Catania.

          L'azienda Cannizzaro di Catania nella persona del Direttore Generale Salvo Giuffrida, garantirà la copertura della seconda somministrazione del vaccino anti ...

Continua a leggere

Covid-19: tra vaccinazione e nuove infezione.

Covid-19: tra vaccinazione e nuove infezione.

In Italia entrano in vigore le restrizioni previste dall'ultimo dpcm, e da oggi molte Regioni cambieranno colore. Sospesi i voli con ...

Continua a leggere

L'università Vanvitelli di Napoli diffidata dall'ordine degli Infermieri partenopeo.

            L’Ordine delle professioni infermieristiche di Napoli diffida formalmente l’Università degli Studi “Luigi Vanvitelli” di Napoli avvertendo il rettore, nella persona ...

Continua a leggere

Il messaggio ironico degli infermieri ai negazionisti: Siamo tutti pagati per fingere.

    Un gruppo di infermieri bolognesi ha dato vita a queste immagini; un messaggio ai negazionisti del Coronavirus che chiamano "assassini" ...

Continua a leggere

Vaccino Covid: efficacia e sicurezza nella vaccinazione.

Vaccino Covid: efficacia e sicurezza nella vaccinazione.

          CARATTERISTICHE DEL VACCINO Vaccino COVID-19 mRNA BNT162b2 (Comirnaty) Vaccino a mRNA contro COVID-19. 1.Che cos’è e a che cosa serve?  Il vaccino COVID-19 ...

Continua a leggere

Tra medici e infermieri in coda per il vaccino al Niguarda. “È come la liberazione”

          Nel più grande ospedale di Milano da ieri vengono immunizzate 500 persone al giorno “Vediamo una luce dopo mesi di ...

Continua a leggere

Vaccinazioni:Personale Infermieristico e medico con le agenzie interinale.

Vaccinazioni:Personale Infermieristico e medico con le agenzie interinale.

        Il commissario Arcuri ha affidato reclutamento e contratti a 5 Agenzie per il lavoro. Per i medici il compenso è 6.538 ...

Continua a leggere

Balanzoni canta “Fanculo il Governo”, denunciata la YouTuber in camice bianco

                Ennesima denuncia per la Balanzoni. Le deliranti dichiarazioni della famosa YouTuber Barabara Balanzoni le sono costate un’ennesima denuncia da parte dell’Associazione ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione