fials2 Dopo la figuraccia sul rigetto per “irricevibilità” dei ricorsi alla Corte dei Diritti dell’Uomo (CEDU), tentati da alcuni sindacati per l’indennizzo economico a favore dei dipendenti pubblici per gli anni di mancato rinnovo contrattuale, ecco che risvegliarsi il “ruggito del coniglio”.


Si legge, infatti, su una rubrica di “Infermieristicamente” del sindacato Nursind, a firma di un proprio Consigliere Nazionale, che “La Confsal – UNSA (FIALS per la Sanità) ha chiesto di alzare le ore di lavoro settimanale da 36 a 38. Nursind:incomprensibile proposta”.
Sicuramente il Consigliere Nazionale del Nursind, evidentemente ignorante in materia di rappresentatività sindacale confonde il sindacato Confsal – UNSA (rappresentativo nel comparto funzioni centrali) con FIALS (rappresentativo nel comparto sanità).
Ma sicuramente, lo ha fatto volutamente, per trarne vantaggio di immagine per la propria sigla sindacale, dopo l’ennesima figuraccia a danno economico degli operatori della sanità con la bocciatura del ricorso alla CEDU, ha voluto fare intendere con il titolone nel suo aberrante articolo che la FIALS é l’organizzazione sindacale della Sanità della Confsal – UNSA.
Nel merito delle dichiarazioni provocatorie, offensive e false da parte del Consigliere Nazionale NURSIND, teniamo a precisare che la FIALS non ha mai proposto né con atti pubblici e né con affermazioni del proprio Segretario Generale, l’innalzamento con il prossimo contratto di lavoro dell’orario di lavoro da 36 ore settimanali a 38 ore settimanali.
Forse il Consigliere Nazionale del Nursind non riesce a leggere bene quanto riportato nella rivista “Enti Locali&Pa” del Sole 24 Ore, allegata al proprio articolo con il titolo “Confsal-UNSA:”Alziamo da 36 ore a 38 ore l’orario di lavoro nella Pa”, che evidentemente invece non cita minimamente dichiarazioni della FIALS.
La FIALS, invece, in merito all’orario di lavoro ha da sempre tassativamente esclusa alcuna apertura all’innalzamento da 36 a 38 ore lavorative.
Ha sempre dichiarato, invece, che tale istituto contrattuale, in particolare nel SSN, deve trovare nella contrattazione l’obbligatorietà del rispetto della direttiva su riposi e pause di lavoro con un rapporto decisivo con le dotazioni organiche, contrastando, nel contempo, il fenomeno del demansionamento specie delle professioni sanitarie in particolare quelle infermieristiche.
Serve pervenire ad un investimento nella pubblica Amministrazione, come anche nel SSN, per un turn-over generazionale vero che porterebbe una ventata di competenze, professionalità e fiducia nei servizi da parte dei cittadini e maggiore occupazione viste le necessità dopo il blocco del tur-over di questi ultimi anni.
Farebbe bene, ora, il Consigliere Nazionale Nursind a chiedere immediatamente e pubblicamente scusa alla FIALS per le sue incresciose e false dichiarazioni che evidentemente hanno procurato danno all’immagine, con lo stesso rilievo e pubblicità data alla falsa notizia, per onde evitare il ricorso all’autorità giudiziaria competente per la diffamazione e per il risarcimento del danno che evidentemente riguarderà anche la testata di InfermieristicaMente che ha pubblicato la notizia senza verificarne la veridicità.

Fonte Fials.

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione