“Questo è l’inizio di una battaglia, se pensano che facendo finta di niente le cose si metteranno a posto si sbagliano di grosso”

Infermieri scendono in piazza
Gli infermieri italiani sono “stufi” e per questo oggi sono tornati in piazza, per manifestare “contro un governo che ha rispetto per noi solo a parole”.

Da tutta Italia a Roma, al Circo Massimo:

Contratto autonomo e più soldi
“Abbiamo messo sul tavolo diversi temi – ha spiegato all’agenzia Dire Antonio De Palma, presidente di Nursing Up – Si comincia dal riconoscimento di un alveo contrattuale degli infermieri.

La legge prevede che venga individuato: i tempi sono maturi, doveva essere gi stato fatto. Vogliamo un contratto autonomo, con risorse economiche dedicate. Non abbiamo tempo di discutere le nostre problematiche in un enorme calderone, dove ci sono una serie di dipendenti che nulla hanno a che vedere con le nostre istanze”.

“Chiediamo almeno 500 euro per allinearsi alla media infermieri europei”
Inoltre, “chiediamo una indennità professionale che ci porti al livello della media degli stipendi degli infermieri europei. Mancano ancora molti soldi dai nostri stipendi per raggiungere i 2.500-2.800 euro dei colleghi di Irlanda, Germania, Inghilterra o Lussemburgo. Ecco, chiediamo almeno 500 euro per poterci allineare, anche se sempre verso il basso, a questa media dei Paesi europei”.

“Crescendo la responsabilità, deve crescere lo stipendio”
“Noi – ha continuato De Palma in una intervista alla Dire – patiamo il fatto di avere una grande responsabilità, purtroppo non si applica il principio secondo cui crescendo la responsabilità deve crescere lo stipendio. Abbiamo agito, durante il Covid, senza presidi per proteggere la nostra salute e quella degli altri”.

Ma non solo: “Abbiamo avanzato istanze per avere informazioni sulla situazione dei colleghi durante la pandemia, per sapere quanti infettati e quanti decessi: silenzio assoluto. Sono riusciti a convocarci a ridosso della manifestazione.

Sciopero 24 ore il 2 novembre
Il ministro della Salute si è deciso a chiamarci dopo che glielo abbiamo chiesto numerose volte senza esito. Purtroppo, comunque, la posizione con cui siamo stati ricevuti, cortese, è una posizione che non offre risposte a istanze di cui siamo relatori”.
Vuoi la tua pubblicità qui?
Oltre alla manifestazione di Roma, quindi, “abbiamo deciso uno sciopero, saranno 24 ore che decorrono dalle 7 del 2 novembre alle 7 del giorno dopo. Questo è l’inizio di una battaglia – ha concluso De Palma, presidente di Nursing Up – se pensano che facendo finta di niente le cose si metteranno a posto si sbagliano di grosso”.

Redazione NurseNews. Eu

Fonte

Roma. It

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Tirocini in infermieristica: per il parlamento europea vanno retribuiti.

Tirocini in infermieristica: per il parlamento europea vanno retribuiti.

È passata al Parlamento europeo la proposta di Risoluzione sulla garanzia per i giovani. Un testo attraverso cui l'organo ...

Continua a leggere

Mattarella nomina tre infermiere Cavalieri al merito della Repubblica.

Come annunciato ieri a Codogno, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto insignire dell’onorificenza di Cavaliere al merito della ...

Continua a leggere

Covid-19, riparte il Comitato regionale sanità. Cappuccio e Montera: “Garanzie su posti letto e bonus per personale sanitario”

Covid-19, riparte il Comitato regionale sanità. Cappuccio e Montera: Garanzie su posti letto e bonus per personale sanitario

Covid-19, riparte il Comitato regionale sanità. Cappuccio e Montera: Ricognizione dei posti letto nelle terapie intensive della Sicilia, aggiornamento sulle scorte ...

Continua a leggere

La fake del tampone che “rompe la barriera sanguigna ematoencefalica del cervello”

L’ennesima clamorosa fake news messa in rete da un noto canale complottista non è neppure originale: copiata da un post ...

Continua a leggere

Sfruttamento sul lavoro: cos’è?

La parola sfruttamento sul lavoro evoca contesti e situazioni lontane dalla nostra contemporaneità. In realtà, per poter parlare di sfruttamento ...

Continua a leggere

Infermiere costretto a svolgere anche mansioni inferiori:il tribunale di Lamezia condanna l'ospedale.

Il professionista presta servizio nell’ospedale Giovanni Paolo II. A causa della ridotta presenza di personale socio sanitario e per un ...

Continua a leggere

Calderoli,lega: Io 64enne e immunodepresso chiedo di rispettare le regole anti-Covid. Le risposte: Dillo a Salvini

Il leghista Caldetoli scrive un lungo post per ricordando i morti di Bergamo e chiedere a tutti di usare la ...

Continua a leggere

Sanità Sindacato Nursing Up, De Palma: Il 15 ottobre passerà alla storia. Migliaia di infermieri da tutta Italia uniti per un solo obiettivo.

L'annuncio: "Il Capo della Segreteria tecnica del Ministro Speranza ha informato della disponibilità del Ministro e l'avvio della relativa istruttoria ...

Continua a leggere

Covid,Cina produce vaccino: sicuro e in grado di indurre una risposta immunitaria.

E' risultato sicuro e in grado di indurre una risposta immunitaria in volontari sani il candidato vaccino anti Sars-CoV-2 cinese ...

Continua a leggere

Infermieri in piazza a Roma:chiedono contrattazione separata e stipendi in linea dei colleghi europei.

"Questo è l'inizio di una battaglia, se pensano che facendo finta di niente le cose si metteranno a posto si ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione