Il vicepresidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao e l’Assessore alla Salute, Ruggero Razza hanno presentato oggi a Palazzo d’Orleans
alcune delle priorità del programma di investimenti di “Agenda Digitale”.

1) Il fascicolo sanitario elettronico aiuterà il cittadino ad accedere ai propri dati sanitari da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento;

2) Nascerà il Sovracup ( Centro Unico di Prenotazione per le prestazioni sanitarie in tutta la Sicilia) che sostituirà, i numeri verdi delle Asp.

3) Verrà implementata l’anagrafe digitale che migliorerà la l’assistenza sanitaria anche attraverso un fascicolo sanitario elettronico e la cartella clinica elettronica.

4) possibilità di scegliere e revocare on line il medico di famiglia.

Queste alcune delle priorità inseriti nel programma di investimenti di Agenda Digitale.

Un programma di interventi e di strategie per l’innovazione digitale della Sanita’ e della pubblica amministrazione in Sicilia, su cui il governo regionale guidato da Nello Musumeci ha deciso di scommettere per il rilancio economico e tecnologico dell’isola.

Per il settore sanitario sono diversi gli interventi innovativi, quelli elencati rappresentano la fase 1 del piano di investimenti, a cui è stata assegnata priorità e per i quali si prevede un tempo massimo di realizzazione di 24 mesi.

Poi si procederà all’intera realizzazione di tutti gli obiettivi del Piano Strategico per la Salute.

“Salute digitale”
una sanita’piu’ vicina ai cittadini che potranno finalmente essere informati in modo completo e simultaneo – ha affermato l’assessore alla salute Ruggero Razza, presentando gli obiettivi del programma – ma significa anche supporto strategico e strumenti adeguati per chi lavora negli ospedali: penso alla cartella unica digitale, al fascicolo sanitario elettronico.

Stiamo mettendo in campo una delle piu’ grandi rivoluzioni in campo sanitario che permettera’ alla Sicilia in poco tempo, di essere ai vertici tra le regioni italiane”.

Tra gli obiettivi primari spiega Razza: «Si avrà una evoluzione del 118.
La struttura del 118, con il numero unico nazionale che attualmente è il 112, meritava di essere integrata.

Lo strumento di
Agenda digitale consentirà il numero unico e la Sicilia sarà la prima Regione che fruirà di questa nuova risorsa.

Qualcosa si muove nel versante sanità siciliana e come professionista della salute nonché co-redattore di NurseNews.eu incontrerò l’assessore Razza per parlare delle varie e gravi problematiche sanitarie viste da sanitario che da cittadino.

Di: Amato Angelo

The following two tabs change content below.
Angelo Amato
Infermiere dal 1991, diploma di educatore dell'infanzia. Esperienza lavorativa : terapia intensiva post operatoria del civico di Modena. Neurorianimazione, villa Sofia di Palermo. Rianimazione e pronto soccorso ospedale Vittorio Emanuele di Gela Rianimazione è pronto soccorso ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Servizio 118 presso CH. 4 San Cataldo ( CL). Vari corsi formativi soprattutto sulle emergenze Intra e extraospedale. ACLS- BLSD - POLITRAUMA- VALUTARE INFERMIERISTICA IN PZ CRITICO- RETE IMA REGIONALE. RESPONSABILE FORMAZIONE PROVINCIALE ASP AGRIGENTO COME DIRIGENTE SINDACALE UIL FPL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

“Non opportuni nuovi Ordini e Albi per le professioni sanitarie non mediche”. L’Autorità antitrust h [continua]

Assodato che la diagnosi e la prescrizione terapeutica è di pertinenza medica. La valutazione dei bi [continua]

La scuola per infermieri professionali degli anni ’90 era una fattispecie giuridica disciplinata dal [continua]

Il demansionamento dell’infermiere esisteva molto prima che si definisse il mobbing (in verità è sem [continua]