aleppo-infermieri
da Tpi.it
Un video ha ripreso i momenti in cui si è verificata la violentaL esplosione che ha danneggiato l’ospedale, situato in uno dei quartieri orientali della città
L’abbraccio delle infermiere che salvano un neonato dopo un attacco all’ospedale di Aleppo

Un fermo immagine che riprende l’istante in cui le due infermiere si abbracciano, mentre tengono fra le braccia due neonati. Credit: YouTube

Un bambino con indosso una maschera dell’ossigeno piange disperato, mentre a pochi metri di distanza un uomo in preda a spasmi e problemi respiratori viene soccorso da alcuni infermieri.

Tutt’intorno il vociare del personale medico impegnato nel prestare cure ai feriti, nel fornire assistenza alle donne e nell’assicurare la protezione dei tanti neonati prematuri ospitati all’interno di incubatrici, tra i corridoi di uno dei pochi ospedali agibili ad Aleppo Est.

Tutto ciò viene documentato da un giornalista dell’emittente araba Al Jazeera nel corso di un collegamento. A un certo punto, il video si oscura e si avvertono delle forti esplosioni che scatenano il panico tra gli infermieri e i medici. Un raid aereo ha colpito la struttura ospedaliera che ospita il reparto di pediatria e si trova in un’area controllata dai gruppi ribelli nella parte orientale della città siriana.

Ancora una volta, il personale medico è costretto a evacuare i pazienti ricoverati e alcuni neonati nell’incubatrice. L’attacco è avvenuto nella giornata di venerdì 18 novembre ed è stato ripreso dal reporter di Al Jazeera, Amro Halabi, che stava facendo un servizio sui sopravvissuti ai precedenti bombardamenti siriani e russi nei quartieri a est di Aleppo.

Il video mostra i danni riportati all’interno della struttura, mentre la polvere avvolge ogni cosa, dai lettini ai pochi macchinari a disposizione. Nella confusione, due infermiere raggiungono l’area dell’ospedale dove sono ricoverati i bambini nell’incubatrice. Una di loro prende in braccio un neonato visibilmente denutrito e lo avvolge nella coperta, mentre la sua collega accanto stringe tra le braccia un’altra neonata.

Prima di fuggire via, una delle infermiere scoppia in un pianto disperato. La sua collega si avvicina e l’abbraccia. Un abbraccio stretto e intenso, naturale e potente. Un gesto di conforto, di sostegno e di incoraggiamento ad andare avanti nel salvare più vite possibili.

Dopo l’intenso momento catturato dalla telecamera del reporter di Al Jazeera, le infermiere si accingono a raggiungere un’ala dell’ospedale più sicura. Qui adagiano i bambini sul pavimento, uno accanto all’altro, avvolgendoli nelle coperte e proteggendoli.

Il personale ha poi confermato di aver messo in salvo tutti i pazienti ricoverati nella struttura, inclusi i bambini.

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione