In Veneto il nucleo di medici ed infermieri anti terrorismo. Il primo in Italia

Si chiamerà NISS, Nucleo di Intervento Sanitario Speciale ed avrà base a Vicenza. La prima esperienza in Italia ha preso il via lo scorso settembre

Esercitazione presso la Caserma Renato Del Din Vicenza.

Una squadra di pronto intervento sanitario,composta da medici, infermieri e personale del Suem (Servizio urgenza emergenza medica) con competenze per affrontare un evento terroristico o per trattare vittime di esplosioni.
Una vera e propria novità in Italia nata dall’idea del Direttore del Suem, il dottor Federico Politi e dalla sua esperienza personale.
Politi infatti ha unito la sua esperienza come medico militare ai tanti corsi di emergenza e di medicina delle catastrofi condotti in Israele e negli Stati Uniti.

I componenti del Nucleo – 50 dipendenti circa del Suem – sono stati formati per essere operativi nel caso di un attacco terroristico. Tra gli argomenti di approfondimento: conoscenza delle armi utilizzate dai terroristi, gli effetti delle esplosioni, come muoversi in certe circostanze evitando di essere bersagli.

Alla base l’idea che l’intervento in determinati contesti terroristici fosse completamente diverso rispetto a situazioni “ordinarie” di soccorso, come ad esempio incidenti stradali. Gli operatori sono esposti a un pericolo estremo, quindi vanno attrezzati ad operare in modo diverso dal solito.

Particolari anche le dotazioni: infatti al Suem di Vicenza sono arrivati kit di ideazione militare che consentono interventi per bloccare emorragie e tamponare ferite in pochi secondi.

Per preparare il personale, l’Usl ha studiato a fondo gli effetti sui feriti negli attacchi più recenti, da Nizza a Bruxelles al Bataclan di Parigi. In caso di attentato, il personale è stato formato a procedere a sirene e lampeggianti spenti, ad attendere in sicurezza le «bonifiche» della polizia, ad intervenire strisciando o camminando carponi, a rimuovere i feriti il più velocemente possibile per metterli in punti sicuri.

Anche il nuovo logo Niss, nero con lo stemma regionale del 118 su un fondo giallo fluorescente e gli indumenti scuri sono parte della “strategia” di intervento: medici e infermieri devono il più possibile non fare da bersaglio ai terroristi, per poter salvare altre vite.

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

CISL FP CATANIA: FIRMATO PROTOCOLLO CON ARNAS GARIBALDI, VIA ALLE STABILIZZAZIONI DEI PRECARI

            CATANIA - Con la firma del protocollo d'intesa tra Arnas Garibaldi e organizzazioni sindacali, avvenuta questo pomeriggio al termine di ...

Continua a leggere

Legge 104 comma 1, no a trasferimento, ed esonero turni notturni per il Care Giver che assiste un familiare disabile.

          Lo ha stabilito in una sentenza emessa dalla sezione lavoro della Corte di Cassazione che ribalta una prassi consolidata. L’ordinanza (la numero ...

Continua a leggere

Il carico di lavoro e il rischio clinico.

                Nell’ambito del rischio clinico, spesso il carico di lavoro, l’estrema pressione e la composizione dello staff giocano ruoli importanti nella ...

Continua a leggere

Cisl fp Agrigento:Ausiliari riqualificati in Oss. Al via stabilizzazione del personale

            Il coordinatore territoriale della Sanità Pubblica, Alessandro Farruggia Cisl fp, esprime soddisfazione per l’avvio, dopo numerose specifiche richieste del sindacato, ...

Continua a leggere

Catania,Cisl FP: Giornata dell'infermiere, ”inutile senza azioni concrete.

              Cisl FP Catania alza la voce sulla giornata dell'infermiere, che si celebra ogni 12 maggio. Alla celebrazione dei lavoratori della ...

Continua a leggere

Decreto Lavoro, arriva l’ok del governo: ecco cosa prevede.

              Con un decreto approvato dal Consiglio dei ministri che il Governo Meloni ha fortemente  voluto APPROVARE E convocare per il ...

Continua a leggere

Infermiere demansionato in tutta Italia: condannata anche l’ASL di Lecce.

            Il Tribunale di Lecce  sez lavoro con sentenza n. 3462/2022 del 06-12-2022 si è espresso su un contenzioso avviato da ...

Continua a leggere

Cisl Fp, operazione verità sul protocollo di stabilizzazione dei precari della sanità

          Si è tenuta questa mattina all'Arnas Garialdi di Catania, l'assemblea per fare chiarezza sul protocollo per le stabilizzazioni firmato lo ...

Continua a leggere

SSN,La lista d’attesa troppo lunga? C’è il diritto alla visita INTRAMOENIA..

                La lista d’attesa troppo lunga? C’è il diritto alla visita privata. Liste d’attese lunghissime o addirittura bloccate? È possibile visitarsi privatamente pagando ...

Continua a leggere

Nel Catanese ospedale subisce pesante condanna per aver demansionato gli Infermieri.

                    Il tribunale di Catania ancora una volta mette un punto fermo sul demansionamento infermieristico.Infatti la sentenza recita:" gli infermieri che ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione