La casa professionale degli infermieri italiani, in quanto tale, grazie ai servizi di NurseTimes è finalmente posta legittimamente sotto esame dai suoi iscritti finanziatori.

Anche le pareti schermate della FNOPI si dischiudono offrendo informazioni inaspettate e alcuni “altarini” svelati.

Si viene a conoscenza, da fonti attendibili che il portavoce della presidente Barbara Mangiacavalli, Tonino Aceti, dal 2019 sotto contratto con la FNOPI per – agganciare e costruire la rete politica della Fnopi – percepirebbe un compenso di circa 10mila euro al mese.

Una cifra che farebbe invidia al più navigato dei senatori/deputati della Repubblica Italiana.

Una indiscrezione che tuttavia non trova, come dovrebbe, ufficialità nelle pagine della trasparenza allestite dalla FNOPI sulle proprie pagine del sito istituzionale (Vedi).

Adempimento che la FNOPI avrebbe in obbligo e che invece “stranamente“ semplicemente non esiste, ovvero non viene reso noto.

Ma quali sono le entrate della Fnopi? E come le stesse sono gestite?
La Fnopi con la legge 3/2018 è composta dal Comitato Centrale (15 membri), revisori dei conti (3 membri + 1 presidente esterno), commissione albo infermieri (9 membri) e commissione albo infermieri pediatrici (9membri).

Ogni Opi provinciale versa nelle casse della Federazione Nazionale 10 euro ad iscritto, considerato che gli infermieri ed infermieri pediatrici italiani sono circa 450mila, le casse della FNOPI introitano circa 4milioni e 500mila euro (Vedi bilancio consuntivo Fnopi 2020).

Una cifra importante dunque.

Parte di questi soldi vengono utilizzati per sostenere tra l’altro le spese di rappresentanza e di funzionamento degli organi istituzionali e per retribuire personale, tecnici e consulenti.

Tra queste l’onorario del portavoce della Presidente della Fnopi: il dott. Tonino Aceti.

Un onorario che si aggirerebbe intorno ai 10mila euro mensili, ma con quali risultati per gli infermieri italiani?
Oss trasformati in infermieri in Veneto dalla giunta Zaia di centro destra;
Il Presidente della Conferenza Stato Regioni Fedriga (presidente FVG di centro destra) firma dei protocolli con biologi, ostetriche e tecnici sanitari abilitati alle vaccinazioni con un corso FAD
La stessa presidente FNOPI ancora oggi ricopre un incarico politico di Direttore Socio Sanitario affidato dalla Giunta regionale Lombardia di centro destra!
Considerato che:

lo stipendio di un infermiere che trascorre circa 8 ore bardato in una unità operativa Covid si aggira intorno ai 1400/1500 euro,
molti di loro sono ridimensionati e demansionati, con prospettive di crescita 0, competenze specialistiche soffocate da altre professioni…..
Quali sono i risultati ottenuti dalla Mangiacavalli in favore degli infermieri italiani che declama in alcuni media riverenti e interessati?

Redazione NurseNews. Eu

Fonte NurseTimes. It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

  Un ampio studio su Lancet condotto in Australia suggerisce che il rapporto minimo di un infermiere ogni 4 pazienti (l’Italia ...

Continua a leggere

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

                Tutto il personale sanitario e’ stato in prima linea nella fase più acuta della pandemia e, ancora oggi, affronta giornalmente ...

Continua a leggere

Le Aziende sanitarie, in relazione al proprio assetto organizzativo e compatibilmente con le risorse disponibili, possono istituire mense di servizio o, in alternativa, garantire l'esercizio del diritto di mensa con modalità sostitutive (buoni pasto).

                Ai Direttori Generali A.O. Cannizzaro ARNAS Garibaldi A.O.U. Policlinico - Vittorio Emanuale ASP Catania Oggetto: Corte di Cassazione Sentenza 01/03/2021 ...

Continua a leggere

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

            Gli infermieri che svolgono le attivita’ proprie degli operatori di supporto subiscono un demansionamento e vanno risarciti. E’ quanto ha ...

Continua a leggere

42mila euro per l'auto blu del presidente dell'ordine degli infermieri.

              Grazie a Nurse Times la FNOPI apre le porte "di casa" C’è voluta una puntura di spillo per far scoppiare la ...

Continua a leggere

Se al posto del Nobel al personale sanitario dessimo uno stipendio migliore?

Se al posto del Nobel al personale sanitario dessimo uno stipendio migliore?

              L’impressione è che il premio per la Pace sia diventato negli anni una delle lavatrici dove inserire le coscienze sporche. È ...

Continua a leggere

Sanità e precariato, Cisl: Adesso garantire stabilità

              Danilo Sottile, segretario generale della Cisl Fp Catania, sottolinea il rischio che a fronte del grande contributo dato durante l'emergenza ...

Continua a leggere

Sileri, Delibera Oss:va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003,

Sileri, Delibera Oss:va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003,

            La delibera 305/2021 del Veneto va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003, al quale è necessario uniformarsi, ...

Continua a leggere

Danilo Sottile il nuovo segretario della Cisl Catania.

  Questo il ruolo della Cisl FP Catania per il suo segretario Danilo Sottile, durante la riunione del consiglio esecutivo svoltasi ...

Continua a leggere

Dl Covid : Cgil Cisl Uil Fp, bonus baby sitter a professioni sanitarie e socio sanitarie

            Roma, 18 marzo – “Riconoscere urgentemente il bonus baby sitter a tutto il personale delle attività sanitarie, socio sanitarie e ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione