Su iniziativa di Barbara Guidolin (M5S), È stato presentato il 16 Novembre, presso il Senato della Repubblica Italiana, il disegno di legge N 1966, per la riforma della figura e del profilo dell’operatore socio-sanitario.

In particolare si legge:

“.. tale professione, ha subito numerosi mutamenti, i quali devono essere al più
PRESTO RECEPITI a livello normativo,

la suddetta figura si occupa FREQUENTEMENTE – su indicazione dell’infermiere – della
somministrazione della terapia o di semplici medicazioni, agendo di fatto, con un mansionario diverso
da quelle espressamente previste dall’ accordo del 2001.. ”

Quindi, a dire della scrivente, l’operatore socio sanitario si occupa, SPESSO E PREVALENTEMENTE, di mansioni superiori, vietate dalla legge, rispetto alle mansioni tipiche del proprio profilo professionale (mansioni igienico- domestico- alberghiere) e somministra terapia su indicazione dell’ infermiere.

Ricordiamo alla Senatrice Guidolin del M5S che se si svolge la professione infermieristica senza averne titolo, si incorre nel reato di abuso di professione infermieristica.

Ma il paradosso dei paradossi sta nel fatto che ancora oggi, e la Senatrice del M5S dovrebbe saperlo, l’infermiere viene sfruttato e costretto a svolgere prevalentemente anche mansioni INFERIORI tipiche della professione DELL’OPERATORE SOCIO SANITARIO, precisamente le mansioni igienico-alberghiere.

La professione infermieristica Non può essere svenduta ad altre figure professionali, anche se preziose nel sistema sanità, ma facenti capo all’area ausiliaria e di supporto.

Per tali ragioni pretendiamo che vengano tutelati gli ambiti di competenza di ogni professione,soprattutto di quella infermieristica, ai fini di proteggere E TUTELARE la salute della collettività.

Sottolineamo ancora, che il percorso dell’oss è finalizzato allo svolgimento di attività sulla persona e del relativo ambiente di vita, assistenza diretta ed aiuto domestico igienico alberghiero, intervento socio sanitario E di carattere sociale..

Pertanto un ipotetico ampliamento delle competenze nell’area sanitaria potrebbe comportare una sovrapposizione di competenze, riservate e specifiche di professioni sanitarie già regolamentate, quali ad esempio quella dell’infermiere responsabile dell’assistenza.

Si ritiene a parere di chi scrive, che i
I lavoratori socio sanitari per crescere professionalmente ed economicamente dovrebbero anzi tutto uscire dallo stallo di “professione d’interesse sanitario” integrandosi e sviluppando a tutti gli effetti come professione socio sanitaria, ai sensi della legge 502/92 art 3.

Redazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

L’impiego di medici militari nei Drive Through Covid della Difesa (DTD) è uno spreco.

        I circa 200 medici militari impiegati, uno per ogni sito individuato, sono uno spreco che il Paese non si può ...

Continua a leggere

Bonus Covid in Sicilia:sì all'incentivo in busta paga per medici, infermieri e personale sanitario.

                  coronavirus, È stato raggiunto e sottoscritto, infatti, l'accordo tra le organizzazioni sindacali, Cgl Cisl Uil e la Regione Sicilia . Il ...

Continua a leggere

Covid-19:ancora morti di operatori sanitari in prima linea.Un 'infermiera e un farmacista caduti per servizio.

        Catania, due vittime tra i professionisti sanitari. Il farmacista Antonio Pampallona e l’infermiera Cinzia Grillo sono stati uccisi dal Covid-19.Inutile ...

Continua a leggere

Indennità Infermieristica. È polemica tra infermieri e altre professioni sanitarie. 

              "Nessuna 'offesa' per le altre professioni sanitarie. L’indennità infermieristica riconosce uno stato di fatto di un modello di assistenza che ...

Continua a leggere

Sanità Sicilia, audio shock. Sudano, Italia Viva:le dichiarazioni di La Rocca sono gravissime se vere. .

                  "Le #dichiarazioni rilasciate all’ANSA dal Direttore #MarioLaRocca sono #gravissime se fossero vere. Immagino che per farle abbia già denunciato tutto ...

Continua a leggere

Covid:La Rocca passa all'attacco e accusa alcuni medici e manager Siciliani: «Non facevano nulla»

                      Il dirigente generale della sanità Siciliana La Rocca: «C'è chi ha prodotto cartelle cliniche false per non svuotare i reparti. ...

Continua a leggere

Infermieri e pazienti Covid:H19:30 ennesimo turno, solito rituale.

                      H19:30 ennesimo turno, solito rituale: Tuta, ffp3, cerotti per far aderire nel miglior modo possibile la mascherina, cuffia chirurgica, 3 paia ...

Continua a leggere

Regione Sicilia:terremoto sulla sanità, audio shock sulla gestione dei posti letto covid.

Regione Sicilia:terremoto sulla sanità, audio shock sulla gestione dei posti letto covid.

          Shock sull'audio di Mario La Rocca, si indaga per scoprire la verità sui dati Un audio shock, pubblicato da il giornale ...

Continua a leggere

Si alla riforma della figura e del profilo socio sanitario. Ma no alla sovrapposizione di competenze tipiche e riservate di altre professioni.

Si alla riforma della figura e del profilo socio sanitario. Ma no alla sovrapposizione di competenze tipiche e riservate di altre professioni.

                Su iniziativa di Barbara Guidolin (M5S), È stato presentato il 16 Novembre, presso il Senato della Repubblica Italiana, il disegno ...

Continua a leggere

Astrogliosi, cicatrici negli astriciti:possibili postumi da Covid-19.

            Primi indizi sulla presenza di astrogliosi nei pazienti Covid-19, ma sull'associazione tra i due eventi occorrono altre ricerche. Uno studio tedesco ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione