Ora basta con la scusa degli organici sguarniti negli ospedali! è una Vergogna!

Ricordiamo alla politica della Regione Siciliana, che per la messa in sicurezza DEL SSR, ed ai fini di fronteggiare l’emergenza covid 19, servono con estrema urgenza 10mila Infermieri , medici specialisti e altro personale sanitario,ma soprattutto personale di supporto ai reparti e servizi ben organizzati.

 

il D.M. Sanità 13 settembre 1988 stabilìsce, all’art. 4, la presenza, nei tre turni di servizio, di UN AUSILIARIO SPECIALIZZATO OGNI POSTO LETTO nelle terapie intensive, UN ausiliario ogni 4 letti in lungodegenza ed uno ogni 5 letti per i reparti di elevata assistenza di cui all’art. 3 (cardiochirurgia, nefrologia, ematologia, ecc.) e nel resto dei servizi uno ogni 7 posti letto;

nelle terapie intensive devono essere garantite le cure di base con maggiore priorità…

È d’obbligo sottolineare che tali normative sono state emanate nel lontano 1988, perciò andrebbero riviste e adattate secondo le necessità e al contesto storico epidemiologico attuale, ed al di là di quest’ultima costatazione siamo molto lontani dai numeri riportati dallo stesso decreto ministeriale.

Quasi sempre i reparti sono sprovvisti dell’organico richiesto per l’assolvimento  delle MANSIONI IGIENICO DOMESTICO ALBERGHIERE e tutto questo provoca lo sfruttamento della figura dell’infermiere per sopperire a tale carenza cronica, con conseguente sottrazione di tempo prezioso all’assistenza infermieristica specalistica ed aumento del rischio di mortalità.

Inoltre è essenziale fare una distinzione netta e chiara tra  il personale delle pulizie ed il  personale di supporto all’assistenza.Si deve assumere il personale necessario scardinando un mal costume tutto regionale che aggrava la già precaria organizzazione sanitaria.

Ed ancora, é fondamentale iniziare un processo di internalizzazione e assumere tutto il personale ausiliario ad oggi esternalizzato nelle varie aziende.

Questi fenomeni sono stati amplificati dall’avvento del Covid-19 in cui si sta verificando un importante sovraccarico e iperafflusso delle terapie intensive, dei pronto soccorsi e dei reparti,tutti  causati anche da una carente organizzazione territoriale, con un aumento esponenziale dei rischi per la salute pubblica.

Il tempo delle chiacchiere è finito…

 

NurseNews.E

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu
Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

Studio su Lancet:è matematico, diminuendo il numero degli infermieri nei reparti aumentano i morti.

  Un ampio studio su Lancet condotto in Australia suggerisce che il rapporto minimo di un infermiere ogni 4 pazienti (l’Italia ...

Continua a leggere

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

Fondi Covid per il personale sanitario, Cisl Fp: “Pronti alla protesta”

                Tutto il personale sanitario e’ stato in prima linea nella fase più acuta della pandemia e, ancora oggi, affronta giornalmente ...

Continua a leggere

Le Aziende sanitarie, in relazione al proprio assetto organizzativo e compatibilmente con le risorse disponibili, possono istituire mense di servizio o, in alternativa, garantire l'esercizio del diritto di mensa con modalità sostitutive (buoni pasto).

                Ai Direttori Generali A.O. Cannizzaro ARNAS Garibaldi A.O.U. Policlinico - Vittorio Emanuale ASP Catania Oggetto: Corte di Cassazione Sentenza 01/03/2021 ...

Continua a leggere

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

Infermieri demansionati a Catania:azienda ospedaliera condannata a pagare maxi risarcimento per dequalificazione.

            Gli infermieri che svolgono le attivita’ proprie degli operatori di supporto subiscono un demansionamento e vanno risarciti. E’ quanto ha ...

Continua a leggere

42mila euro per l'auto blu del presidente dell'ordine degli infermieri.

              Grazie a Nurse Times la FNOPI apre le porte "di casa" C’è voluta una puntura di spillo per far scoppiare la ...

Continua a leggere

Se al posto del Nobel al personale sanitario dessimo uno stipendio migliore?

Se al posto del Nobel al personale sanitario dessimo uno stipendio migliore?

              L’impressione è che il premio per la Pace sia diventato negli anni una delle lavatrici dove inserire le coscienze sporche. È ...

Continua a leggere

Sanità e precariato, Cisl: Adesso garantire stabilità

              Danilo Sottile, segretario generale della Cisl Fp Catania, sottolinea il rischio che a fronte del grande contributo dato durante l'emergenza ...

Continua a leggere

Sileri, Delibera Oss:va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003,

Sileri, Delibera Oss:va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003,

            La delibera 305/2021 del Veneto va oltre le previsioni dell’accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003, al quale è necessario uniformarsi, ...

Continua a leggere

Danilo Sottile il nuovo segretario della Cisl Catania.

  Questo il ruolo della Cisl FP Catania per il suo segretario Danilo Sottile, durante la riunione del consiglio esecutivo svoltasi ...

Continua a leggere

Dl Covid : Cgil Cisl Uil Fp, bonus baby sitter a professioni sanitarie e socio sanitarie

            Roma, 18 marzo – “Riconoscere urgentemente il bonus baby sitter a tutto il personale delle attività sanitarie, socio sanitarie e ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione