Musumeci al 112 e 118: “Grazie agli operatori impegnati anche in questi giorni”

«Il governo della Regione ritiene, alla vigilia di Ferragosto, rendere omaggio a una struttura che è un biglietto da visita e un fiore all’occhiello per la Sanità e i servizi d’emergenza in Sicilia, anche in una dimensione e prospettiva nazionale». Lo ha riferito il governatore della Regione Siciliana  Musumeci che stamani ha visitato l’Ospedale Cannizzaro di Catania accompagnato dall’assessore alla Salute, Ruggero Razza, e dal Direttore Generale dell’Azienda Cannizzaro, Salvatore Giuffrida. «Lavorare nei giorni in cui la gente si diverte e si rilassa e si gode giustamente le vacanze è sempre un atto di grande civismo – ha detto Musumeci -. Pensare che i servizi d’emergenza 112 e 118, in cui la Regione ha un ruolo fondamentale, possano ininterrottamente svolgere il servizio per la collettività, per garantire il diritto alla sicurezza e alla salute, è un fatto che impone a ciascuno di noi di avvicinarci agli operatori per dire ‘grazie per quello che fate’».

Gli esponenti del governo siciliano, alla presenza anche del direttore sanitario dott ssa Diana Cinà e del direttore amministrativo dell’Azienda Cannizzaro Giuseppe Modica, hanno fatto tappa alla Centrale Unica di Risposta del Nue 112, che ha competenza sulla Sicilia Orientale, e alla Centrale Operativa 118 Catania-Ragusa-Siracusa, nonché al Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera. «Sono contento di constatare la piena efficienza di strutture costantemente in attività, oggetto tutte di recenti ammodernamenti e innovazioni, in grado di rispondere ai bisogni della cittadinanza nel territorio di riferimento, molto esteso e popoloso, anche in fasi di emergenze particolarmente impegnative come quella epidemiologica ancora in corso», ha aggiunto il presidente.

Alla Centrale 118 il direttore Isabella Bartoli ha avuto modo di mostrare i locali ampliati e ristrutturati alcuni mesi fa, sia nell’area formazione e sia nelle postazioni, mentre il responsabile della CUR 112 Nico Le Mura ha illustrato le modalità di funzionamento e i tempi di risposta alle chiamate degli utenti che sono i più brevi a livello nazionale (nell’ordine dei due secondi in media). A proposito di Coronavirus, il dott. Antonio Di Mauro, responsabile del Pronto Soccorso, ha spiegato il percorso dell’utente sin dal pre-triage, rivisitato secondo le misure di contenimento della diffusione del virus.

«Ringrazio il presidente Musumeci e l’assessore Razza – ha detto il direttore generale Giuffrida – per l’attenzione che con la loro presenza hanno voluto riservare ai servizi quotidianamente prestati in questo Ospedale nell’ambito del sistema-regione. Aggiungo alla loro anche la mia riconoscenza rivolta agli operatori impegnati a dare risposta alle richieste degli utenti».

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Regione Sicilia:medico e infermieri devono essere reperibili 7 giorni su sette è legge.

                    Il 7 luglio è entrato in vigore il provvedimento che chiede a tutte le Regioni di dotarsi di un'organizzazione “territoriale” ...

Continua a leggere

Ripristinate funzioni vitali di alcuni maiali a un’ora dalla morte:lo studio pubblicato sulla rivista Nature

            Gli scienziati sono riusciti a riattivare in modo parziale alcune attività di cuore, cervello, reni e fegato degli animali. Merito ...

Continua a leggere

Casellati:“Infermieri vanno tutelati” e incontra la Mangiacavalli.

              La presidente del Senato ha ricevuto la presidente Fnopi e ha affermato che farà il possibile per aiutare la professione. “A ...

Continua a leggere

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

          Dopo il definitivo via libera del Senato, arrivato con 161 voti favorevoli, 21 contrari e 2 astensioni, e al termine di ...

Continua a leggere

Cannizzaro unico centro siciliano nel programma RISP per lo screening del tumore al polmone.

        L’Azienda Ospedaliera Cannizzaro è l’unico centro della Sicilia inserito dal Ministero della Salute nella Rete Italiana Screening Polmonare (RISP). Si ...

Continua a leggere

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:”l’aiuto infermiere “. Ma allora chiamiamola con il suo vero nome “AIUTO OSS”.

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:l'aiuto infermiere . Ma allora chiamiamola con il suo vero nome AIUTO OSS.

                "L’aiuto infermiere" che propongono LA FNOPI E IL MIGEP dovrebbe essere una figura intermedia tra un oss e un infermiere GENERICO. Purtroppo ...

Continua a leggere

Ecco la proposta:Lausiliario aiuto infermiere la contraffazione e il passato che ritorna.

            Qualcuno sta spingendo per la nascita di una nuova figura "l'aiuto infermiere".😂😂 Vediamo Di cosa si tratta e la sua eventuale ...

Continua a leggere

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: “MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ”

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ

          Maggiori carichi organizzativi, nessuna nuova risorsa per affrontarli e il rischio di un aumento dei contagi tra i lavoratori: sono ...

Continua a leggere

Taranto, primario muore in corsia per un infarto. I colleghi: Aveva lavorato per 12 ore di fila.

            Giovanni Buccoliero, 61 anni, era primario facente funzioni a Manduria. È morto durante il giro in corsia. Il giorno prima aveva lavorato ...

Continua a leggere

Penitenziario di Sollicciano (Firenze), recluso tenta di stuprare infermiera,Poliziotto la salva.

            Odioso caso di tentato stupro nella casa di reclusione di Sollicciano, nei confronti di un' infermiera in servizio. La professionista ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione