Vertice a Catania con l’assessore alla salute: chi ha sintomi non vada in ospedale.

“Le raccomandazioni che abbiamo fatto già nelle scorse settimane – afferma l’assessore regionale Razza – rimangono immutate”. Chi ha sintomi chiami il 112 oppure il numero verde 1500

Dopo i casi di coronavirus accertato in Lombardia si cerca di contenere i contagi.

La raccomandazione delle autorità è quella, in caso di sintomatologia collegabile al Coronavirus (febbre e sintomi respiratori) di non accedere direttamente alle strutture di pronto soccorso, ma di contattare il proprio medico di medicina generale o il numero 118.

Ruggero Razza,assessore alla salute della regione siciliana ribadisce l’assoluta serenità della situazione in Sicilia, ha convocato una vertice dell’unità di crisi sul Coronavirus. La riunione è in programma a Catania.

“Le raccomandazioni che abbiamo fatto già nelle scorse settimane – afferma Razza – che ricalcano le direttive contenute nelle linee guida del ministero della Salute, rimangono immutate. In caso di necessità è sempre opportuno contattare il medico di famiglia o i numeri dedicati: il 112 oppure il numero verde 1500 predisposto dal Ministero”.

Quarantena per i possibili contagiati
Una ordinanza firmata oggi dal ministro della Salute prescrive inoltre la quarantena a casa, “per chi rientra dalla Cina” ma anche per tutte le persone che abbiano avuto un “contatto” con i pazienti certificati positivi al coronavirus che provoca la Covid-19 e la “sorveglianza attiva” per tutte le persone che siano state nelle “aree a rischio” nelle ultime due settimane. Il provvedimento precisa che “per tutti gli individui che, negli ultimi quattordici giorni, abbiano fatto ingresso in Italia dopo aver soggiornato nelle aree della Cina interessate dall’epidemia, l’autorità sanitaria territorialmente competente provvederà all’adozione della misura della permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”.

Nuovi casi di contagio
In presenza di condizioni ostative, l’ordinanza prevede “misure alternative di efficacia equivalente”. Inoltre il provvedimento stabilisce l’obbligo di comunicare al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria territorialmente competente di aver soggiornato nelle aree soggette a casi di coronavirus. Sono sei i nuovi casi confermati di coronavirus, grave un 38enne di Codogno e altri 5 ricoverati all’ospedale Sacco di Milano. A Roma all’ospedale Spallanzani restano tre i casi confermati: la coppia di turisti cinesi ed il giovane rientrato dalla Cina che era in quarantena alla Cecchignola.

Diffusione mondiale
L’Organizzazione mondiale della Sanità ha avvertito che la “finestra” per contenere l’epidemia di coronavirus si sta “restringendo”. “Abbiamo invitato la comunità internazionale ad agire rapidamente – avverte Tedros Adhanom Ghebreyesus da Ginevra – ma non è quello che stiamo vedendo”. Particolarmente grave la situazione in Iran dove il nuovo coronavirus si è diffuso da Qom, nel sud dell’Iran, a numerose altre città tra cui la capitale Teheran. “C’è la possibilità che esista in tutte le città nel Paese – ha detto ha detto Minnou Mohraz, membro della Commissione nazionale per le Malattie infettive – Il ‘paziente zero’ della diffusione del coronavirus in Iran potrebbe essere un lavoratore cinese attivo a Qom e che aveva viaggiato in Cina. E’ chiaro che il nuovo coronavirus si è diffuso nel Paese e probabilmente la fonte di questa malattia sono stati lavoratori cinesi impiegati nella città di Qom e che hanno viaggiato in Cina”.

Redazione

Fonte Cataniatoday it

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Convocazione alla prova d’esame orale per il concorso pubblico di 110 vice ispettori tecnici ruolo sanitari, infermieri della Polizia di Stato.

          OGGETTO: concorso pubblico, per titoli cd esami, per l’assunzione di 110 vice ispettori tecnici del ruolo degli ispettori tecnici della ...

Continua a leggere

Cena di Natale del sindacato FSI-USAE Agrigento-Caltanissetta.

Il sindacato FSI-USAE della provincia di Agrigento ha vissuto un momento di unione e divertimento prima dell'inizio delle festività natalizie ...

Continua a leggere

Ennesimo medico coraggioso e bizzarro ordina per iscritto il giro letto agli Infermieri.

                Dopo la Balanzoni anche un altro medico chirurgo detta regole  agli infermieri, senza nessuna remore e addirittura per iscritto (con ...

Continua a leggere

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

Durante le ferie la retribuzione non può essere inferiore alle giornate di lavoro in presenza

            Con la sentenza n. 20216 del 23.06.2022, la Cassazione dichiara la nullità della clausola del contratto collettivo del Trasporto aereo che ...

Continua a leggere

Martina si laurea e diventa mamma nello stesso giorno: Vi racconto com'è andata

            Mamma e dottoressa nello stesso giorno. I meravigliosi "scherzi" del destino di una vita che sembra aver subìto un'accelerazione improvvisa, ...

Continua a leggere

Ars e Precari Covid, Volo: «I contratti saranno prorogati»

              Il tema è stato tra quelli trattati anche nella seduta della Sesta Commissione. PALERMO. «Daremo una proroga al personale sanitario precario. ...

Continua a leggere

Suona il Campanello del reparto ma non arriva nessuno.

                Ha suonato il campanello del suo compagno di stanza all’ospedale, sabato notte intorno alle 3.30, nel reparto di medicina Interna ...

Continua a leggere

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

l’infermiere che ometta di prendere in carico un paziente poi deceduto in seguito a intervento chirurgico risponde di omicidio colposo.

              E’ quanto stabilito dalla Cassazione con sentenza n. 21449 del 25 maggio 2022 Più nello specifico, due infermieri venivano imputati di ...

Continua a leggere

L’Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

L'Azienda ospedaliera Cannizzaro stabilizza 31 infermieri.

          L’ azienda Ospedaliera Cannizzaro nella persona del direttore Generale Salvatore Giuffrida prosegue, dopo quella già riconosciuta al personale medico nella ...

Continua a leggere

L’Anaao Assomed condivide con la Balanzoni l’odio verso gli infermieri

                Ritorniamo, nostro malgrado, a parlare di Barbara Balanzoni, non più medico perché radiata, autrice dell’ennesimo commento di basso profilo. Nulla ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione