Amato Angelo :” dobbiamo erogare saluta senza perdere la nostra.”……..

 

DA LEGGERE ATTENTAMENTE E NOTARE CHE ANCHE LO STATO DI PRECARIETA’ NEL LAVORO, IL DEMANSIONAMENTO , I TURNI STRESSANTI PER CARENZA DI ORGANICO, IL CRONICO RIPETERSI NEGLI AMBIENTI DI LAVORO DI SALTARE I RIPOSI , GLI AMBIENTI OSTILI, IL MOBBING  POSSONO PORTARE A PROBLEMI DI SALUTE ANCHE MOLTO SERI.

QUESTI INCRESCIOSI ELEMENTI DEVONO ASSOLUTAMENTE ESSERE VALUTATI PER EVITARE LO STRESS DA LAVORO CORRELATO.

Continua a leggere

Riconoscimento del “superlavoro”, come causa di morte di un giovane tecnico di radiologia, sebbene ci siano voluti addirittura ben vent’anni, affinché ciò potesse essere dimostrato attraverso un palese riconoscimento giuridico. In questo caso, solo dopo aver effettuato turni massacranti per ben sette anni e sostenuto un numero di esami e di referti iperbolico.

Ci siamo allora chiesti cosa fosse il superlavoro.

Se fossimo stati in Giappone la morte del giovane sarebbe stata definita un classico ed evidente “karochi”. Da uno studio effettuato in questo Paese, su tale fenomeno, sono stati ricavati dati estremamente preoccupanti provenienti da un campionamento di circa 1743 imprese.

Continua a leggere


Angelo Amato


Infermieri di pronto soccorso e 118

Lotto per i diritti alla salute degli operatori sanitari che della collettività.

Organico all’osso e troppo stress. Medico Pronto soccorso di CVetrano finisce ricoverato…..

È successo venerdi a Castelvetrano, protagonista la dottoressa Antonella D’Angelo che, mentre era intenta a “discutere” tra pazienti e familiari in un’astanteria al collasso, si è sentita male al punto che si è reso necessario il suo ricovero. Lo stesso medico racconta la sua vicenda:

Continua a leggere

La farmacoterapia e’la Disciplina che ha per oggetto l’applicazione terapeutica dei farmaci, codificandola e controllando Le reazioni dell’organismo all’azione dei farmaci si caratterizzano per la correlazione degli effetti farmacologici con la dose; per la reversibilità delle modificazioni biologiche indotte dal farmaco; per l’evenienza di risposte decrescenti (tachifilassi, assuefazione e resistenza) o crescenti (ipersensibilità) per dosi successive dello stesso farmaco o di farmaci correlati; per la possibilità di squilibri funzionali specifici nella fase postfarmacologica (dipendenza), per la occorrenza di risposte farmacologiche esaltate, diminuite, qualitativamente anormali, o di natura patologica. L’effetto dei farmaci risulta dalla convergenza di più componenti, quali i processi farmacodinamici; i meccanismi fisiologici di compenso omeostatico, correttivi della deformazione farmacologica dei sistemi biologici: di questi fanno parte riflessi nervosi e modificazioni delle funzioni circolatoria, respiratoria, endocrine e metaboliche; i processi che comportano la cessazione dell’effetto farmacologico; la refrattarietà del sistema biologico stimolato dal farmaco: tachifilassi e assuefazione; alcuni fattori fisiologici e patologici a determinate caratteristiche genetiche; l’interazione con altri farmaci.

Continua a leggere

Da AssoCare.it
Alfredo Sepe fa lo sciopero della fame: “basta Infermieri detenuti contro la loro volontà nelle aziende sanitarie, permettere ai colleghi di tornare a casa,
“Gli Infermieri del SUD vengono detenuti contro la loro volontà in Emilia Romagna e in tutto il Nord d’Italia”. Lo ha dichiarato Alfredo Sepe, Infermiere presso l’Ospedale “Sant’Orsola – Malpighi” di Bologna e segretario provinciale della FIALS. Alfredo ha iniziato da qualche giorno lo sciopero della sete e della fame.

Continua a leggere

Fra una settimana, esattamente dal 22 giugno prossimo, entrerà in vigore il decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, pubblicato in Gazzetta il 7 giugno scorso, meglio noto come “Decreto Madia”.

Dalla stessa data, entrerà in vigore anche il decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 74, contenente modifiche al decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, noto anche come “Decreto Brunetta”.

Continua a leggere


Ospedale responsabile dell’incolumità degli infermieri del pronto soccorso

L’ospedale è responsabile dell’aggressione subita dall’infermiere del pronto soccorso da parte di un paziente, se non dimostra di aver adottato tutte le misure idonee e di aver fatto tutto il possibile per evitare i danni riportati dal proprio personale dipendente. La Sezione lavoro della Cassazione interviene sul tema, purtroppo sempre caldissimo, delle condizioni di sicurezza del “front desk” della sanità pubblica (sentenza 14566 dell’11 giugno) dettando regole stringenti per le aziende ospedaliere.

Continua a leggere

Si è svolta regolarmente giovedì 8 giugno il sit-in organizzato dalla UIL FPL AGRIGENTO dove hanno partecipato numerosi lavoratori dipendenti tra dirigenza e comparto dell’ASP 1 AG, nonché cittadini che hanno voluto dimostrare la propria solidarietà e interesse su temi che riguardano il diritto al lavoro , dei lavoratori e della salute di tutta la comunità agrigento.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

È scoppiata una guerra politica in sicilia sul rinnovo degli incarichi dei manager della Sanità che [continua]

27 GIU – Gentile direttore, in verità il Minghetti non è bene informato perché le mansioni di cui pa [continua]

CATANIA – È attivo da alcune settimane e sta già riscontrando l’entusiasmo degli interessati lo spor [continua]

Gentile redazione di NurseNews.eu il 12 maggio si celebra la giornata internazionale dell’infermiere [continua]

“Entro fine mese i concorsi della sanità verranno sbloccati” Lo ha dichiarato pochi giorni fa’ l’Ass [continua]