Medical Team Working On Patient In Emergency Room

Il sovraffollamento del Pronto Soccorso rappresenta ad oggi una delle più importanti problematiche relative all’organizzazione dei servizi per l’emergenza. Tale fenomeno, in continua crescita, ha ripercussioni negative sia sui tempi di attesa e d’intervento, sia sulla capacità del sistema di emergenza di fornire risposte adeguate. Tra i fattori determinanti troviamo una diminuzione del numero di strutture ospedaliere pubbliche e private in Italia nell’ultimo decennio, passate da 1.286 a 1.165 (Istat, 2014).

Continua a leggere


Gli italiani ‘trascurano’ il proprio cervello.

Il 95% non lo allena e non lo stimola adeguatamente.
Il 24% risulta ‘Brain to be trained’, che definisce chi per le cattive abitudini (poco riposo notturno, dieta squilibrata e stress) non si prende abbastanza cura del proprio cervello, mentre il 71% risulta ‘Brain lover’, ovvero persone che, pur consapevoli dell’esistenza di strategie per conservare al meglio la propria materia grigia, non si ricordano spesso di adottarle.

Continua a leggere

FNOPI: “BASTA CON GLI INSULTI SUI SOCIAL!” MA DA QUEL MOMENTO IN POI… È PARTITA UNA BAGARRE SENZA PRECEDENTI.

Sono passate solo poche settimane dallo ‘storico’ appello da parte di chi governa la professione infermieristica: stop alle “condotte inopportune” dei professionisti infermieri negli spazi pubblici, con particolare riferimento ai social network, vere e proprie fogne professionali a cielo aperto. Basta! Stop! Fine! Pena un provvedimento disciplinare da parte dell’Ordine.
Continua a leggere


Una donna di 83enne di Albiate, venerdì scorso è tornata a casa, dopo aver fatto degli accertamenti all’ospedale di Desio, senza che nessuno si accorgesse che aveva ancora nel braccio la valvola usata per somministrare le flebo. La donna accompagnata al Pronto soccorso dai figli, perché accusava fortissimi mal di testa.

Continua a leggere

l’Istituto Bambino
Gesù per la Salute del Bambi-
no e dell’Adolescente ha dedi-
cato uno degli ultimi numeri
della sua rivista «A scuola di
salute» proprio a questa «età
di mezzo». Per imparare, per
esempio, che le vaccinazioni
riguardano anche i ragazzini
con l’anti-papillomavirus,
consigliata prima dell’inizio
dell’attività sessuale, ma an-
che conirichiami di quelli
per tetano, difterite, polio-
mielite e pertosse, il cui effet-
to protettivo può ridursi nel
tempo, e degli anti-meningo-
coccici per la meningite, che
te. «Deve essere lui o lei a vo-
lerla curare, non dev’essere
una richiesta dei genitori: il
successo della terapia dipen-
de anche dalla durata e rego-
larità delle cure e possono oc-
correre anni.
Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Infermieri demansionati per iscritto da Rosa Girasella, direttore medico di struttura complessa. La [continua]

“legge Gelli” È arrivato con molti mesi di ritardo ma il tassello è decisivo: il ministero della Sal [continua]

L’informazione relativa ai dati di salute del paziente e a suoi familiari è tradizionalmente e stori [continua]

Gravi criticità nell’ospedale Sacco di Milano. Personale insufficiente in Pronto Soccorso, infermier [continua]

Ricoperta da formiche, la protesta degli infermieri: “Caso segnalato tre volte” Sit-in dei sindacati [continua]