asp palermoIn riferimento alla deliberazione n. 447 del 24.06.2013 avente ad oggetto: “ Criteri modalità di convocazione dei candidati aspiranti ad incarichi temporanei e/o di supplenza collocati nelle graduatorie disponibili” ed al relativo avviso pubblicato sulla GURS- Serie Speciale Concorsi- n. 11 del 27.09.2013 e GURI- IV Serie Speciale Concorsi ed Esami- n. 81 del 11.10.2013, sui quotidiani
“ La Repubblica” e “ Giornale di Sicilia” del 16.10.2013, nonché presso l’Albo e sul sito aziendali,

1) Dirigente Medico di Anestesia e Rianimazione
 N.2 incarichi presso il Distretto Ospedaliero n. 1 PP.OO.II. Partinico – Corleone

2) Dirigente Medico di Ginecologia e Ostetricia
 N. 4 incarichi presso il Distretto Ospedaliero n. 2PP.OO.II.Termini Imerese-Petralia Sottana

3) Collaboratore Professionale Sanitario: Infermiere

Continua a leggere

infermiere demansionatoE’ di questi giorni un articolo apparso sul giornale online lostrillonenews.it dal titolo “La foto-denuncia: infermieri costretti persino a fare le pulizie in ospedale…”, dove si ritrae in foto un infermiere mentre effettua l’igiene degli ambienti all’utenza dell’ospedale Dario Camberlingo di Francavilla Fontana (BR) in Puglia.

Dando per scontato la veridicità della foto , ci ritroviamo di fronte a delle gravi responsabilità in capo ai dirigenti che autorizzano e organizzano il lavoro in quella struttura ospedaliera.

Continua a leggere

tribunale
19 novembre 2015, ore 11:28 Ora si risponde col proprio patrimonio

Una scure si è abbattuta sugli amministratori ‘furbetti’ delle società pubbliche, ovvero partecipate da uno o più Enti locali quali Comuni, Province e Regioni, meglio conosciute come municipalizzate. Con la sentenza n. 279 del 2015, la Corte dei Conti, Tribunale specializzato nell’analisi dei conti degli Enti pubblici, ha stabilito che i dirigenti e i responsabili che fanno parte degli organi interni delle municipalizzate debbono risarcire col proprio patrimonio personale le spese e spesucce sostenute illegittimamente: non solo i soldi indebitamente percepiti, ma anche le somme relative ad appalti e altre spese dell’ente di cui hanno la responsabilità. Per di più questa “responsabilità erariale”, così c’è scritto nella sentenza, potrà essere fatta valere anche nei casi in cui l’esborso non rientri in una “ipotesi perseguibile penalmente”, ma costituisca anche solo un comportamento “caratterizzato da colpevolezza e superficialità”.

Continua a leggere

inf bambina

Via libera dal Pirellone a nuove assunzioni di infermieri e oss negli ospedali lombardi. Con una delibera la giunta regionale è corsa ai ripari in vista dell’entrata in vigore il 2

In Brianza verranno assunti 159 infermieri , 119 medici e 30 oss, sia a tempo indeterminato che determinato. Nel dettaglio per l’Asl di Monza Brianza è prevista l’assunzione 31 persone, di 15 infermieri, e 16 medici (budget 55 milioni e 790 mila euro); per l’ospedale di Desio Vimercate 145 persone, 83 infermieri e 62 medici (171mialioni e 452mila euro); per l’ospedale San Gerardo di Monza 102, di cui 61 infermieri e 41 medici (budget 146 milioni e 986mila euro).

Continua a leggere

hospidal

Allarme Fp Cgil: “Il settore non rispetta la normativa europea sul ‘giusto orario di lavoro’. Il vero motivo è la carenza di personale. Eppure ci sarebbero 40mila laureati disoccupati e, dunque, immediatamente disponibili”

Sessantamila infermieri in meno rispetto al fabbisogno. A tanto ammonta la carenza di personale infermieristico, pari al momento a 270mila unità in sanità pubblica, nel nostro paese e “vera ragione” per la quale l’Italia rischia una nuova procedura di infrazione da parte dell’Unione europea sul giusto orario di lavoro. A denunciarlo è la Fp Cgil nazionale lanciando così l’allarme, e la possibile soluzione, sui rischi che il nostro paese correrà tra meno di dieci giorni.

Continua a leggere

police

Il drammatico racconto dell’uomo: “Ho pensato a una fuga di gas. Ma aveva una bomba legata al petto”

Una serata come tante, per un infermiere parigino, si è trasformata venerdì scorso in un’esperienza tragica.

David, quarantaseienne francese, si trovava al Comptoir Voltaire, uno dei luoghi presi di mira dai commando di terroristi in azione a Parigi.

È Hervè Deguine, ex giornalista e residente nel quartiere di boulevard Voltaire a raccontare la sua storia Venerdì sera, per David, era una serata come tante altre – spiega all’Ansa -. Si era diretto al caffè Comptoir Voltaire, ma non immaginava che di lì a poco si sarebbe trovato nel mezzo di un attacco terroristico.

Continua a leggere

inf med

Il medico reperibile deve andare in ospedale per la visita

Le diagnosi al telefono con la valutazione di “non necessità” dell’intervento del medico fanno scattare il reato di rifiuto di atti d’ufficio.

Commette omissione di atti d’ufficio il medico di turno, di pronta reperibilità, che, di fronte alla chiamata del collega che lo avvisa della necessità di un paziente in pronto soccorso, si rifiuta di recarsi in ospedale per effettuare la visita, ma che si limita a fare una semplice diagnosi telefonica, ritendo non vi siano urgenze specifiche.

Lo ha detto la Cassazione poche ore fa  .

Continua a leggere

nurse donna

Età media che cresce, personale che si riduce nonostante il carico di lavoro aumenti. Perché?
di Silvia Favasuli

Nel corso di un’inchiesta, mentre raccoglievamo storie di giovani lavoratori divisi tra enormi carichi di lavoro, blocco degli avanzamenti di carriera e contratti precari, ci siamo imbattuti nella storia di Alessia, 29 anni e infermiera da dodici mesi in un ospedale privato del milanese.

Continua a leggere

infermiere uomoIntroduzione di Alfio Stiro

Spesso molti autori di testate giornalistiche in campo infermieristico affermano : ” La carenza degli infermieri ha portato negli ultimi venti anni all’istituzione delle cosiddette figure di supporto, che già oggi possiamo dire avere una loro storia.”
In realtà noi crediamo che ,oltre la carenza di infermieri , proprio l’assenza di personale di supporto abbia portato al demansionamento infermieristico.
L’assistenza di base in ospedale è sempre stata di competenza dell’ infermiere generico,dell’ ota,dell’osa ecc… figure in esaurimento, oggi ricoperta dalla figura dell’operatore socio sanitario, ed impropriamente attribuita all’infermiere ex professionale, laureato.

Continua a leggere

fials2

Fials. Ancora irricevibile la proposta Aran sulle deroghe all’orario di lavoro. Dal 25 novembre scattano le norme legislative ed europee sul riposo ed orario di lavoro.

L’Aran al tavolo negoziale odierno ha comunicato che la proposta su cui ricercare un accordo non e’ la revisione dell’orario di lavoro, ma la proposta ha come “focus” il riposo e quindi ricondurre le norme di deroga per alcuni adempimenti fondamentali quali assicurare attivita’ terapeutica e per eventi eccezionali e non prevedibili.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Inducevano le neo-mamme a scegliere l’allattamento artificiale per favorire ditte produttrici. In ca [continua]

Carissimi colleghi, Anche questa volta sono costretto ad evidenziare una delle tante “anomalie” norm [continua]

la vita privata e professionale dell’infermiere Giovanni Cammarata di 51 anni, in servizio presso l’ [continua]

Nella regione Siciliana sono stati più di 1700 gli interventi del soccorso sanitario del 118 effettu [continua]