Uncategorized

Uno studio pubblicato sul British Medical Journal individua due ceppi gravi: sindrome respiratoria acuta e sindrome infiammatoria multisistema, che si manifesta similmente alla sindrome di Kawasaki. Le caratteristiche e i sintomi variano. In comune le comorbilità neurologiche

I bambini e gli adolescenti rappresentano solo l’1-2% dei casi di malattia da Covid-19 in tutto il mondo. A differenza di altri virus di tipo respiratorio, i bambini sembrano avere un rischio minore di infezione rispetto agli adulti. E, se infettati, presentano sintomi lievi o assenti. Solo lo 0,6% di loro nei primi studi risultava malato gravemente. Uno studio pubblicato sul British Medical Journal ha indagato le caratteristiche dei minori con le formi più gravi della malattia, ricoverati in terapia intensiva con sindrome respiratoria acuta e sindrome infiammatoria multisistema (MIS-C).

Continua a leggere

ECDC (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) e Istituto superiore di Sanità parlano chiaro per la riapertura delle scuole.

Il primo ponendo tra gli organici degli istituti per il controllo sanitario l’infermiere scolastico, figura già istituita per legge in Spagna, diffusa regolarmente negli Stati Uniti e comune a molti altri paesi europei.

Continua a leggere

Secondo la Federazione, “ne serve uno per ogni plesso per verificare la corretta applicazione delle misure anti-Covid”

un infermiere per ogni plesso scolastico, in azione diretta, e non solo su chiamata, per verificare la corretta applicazione delle misure anti-Covid, ma anche la salute e i bisogni assistenziali degli alunni (e del personale docente) non-Covid.

Continua a leggere

Continuano a protestare i famigliari di Lorenza Famularo, la giovane di 22 anni deceduta per infarto e curata con soli antinfiammatori per una settimana all’ospedale di Lipari.

Deceduta dopo una serie di accessi in pronto soccorso per un dolore toracico, i famigliari si sono riuniti in un movimento di protesta.

Qualche giorno fa, fanigliari e amici avevano occupato simbolicamente l’ospedale è successivamente presidiato il porto, impedendo le operazioni di imbarco e sbarco degli aliscafi.

Avviata anche un inchiesta da parte dell’Azienda sanitaria provinciale di Messina che ha portato alla sospensione cautelare di un solo infermiere.

Mentre proseguono le indagini da parte della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto che cercherà di fare chiarezza su cosa sia realmente successo.

La giovane recatasi in ospedale più volte nella stessa settimana, era stata curata solo con antinfiammatori, ma le sue condizioni si sono aggravate fino al decesso.

Il direttore generale dell’ASP 5 Paolo La Paglia sottolinea che:

“Preso atto delle valutazioni tecniche espresse dalla Commissione e di concerto con l’Assessore Regionale della Salute Ruggero Razza, che ha seguito Personalmente l’evoluzione del caso, ho dato mandato al direttore sanitario dell’Ospedale di Lipari Dott. Vincenzo Compagno di attivare un primo provvedimento disciplinare, nei confronti dell’infermiere del pronto soccorso che alle ore 23:00 del 14 agosto u.s. ha indirizzato Lorenza presso la guardia medica senza attenersi alle procedure sanitarie previste”.

la Fials di Messina,nella persona del segretario Domenico La Rocca,é intervenuta a sostegno dell’infermiere sospeso dal lavoro dopo l’indagine interna da parte dell’Azienda Sanitaria, inviando una nota al Direttore Generale e all’ assessore regionale Razza, sottolineando che “l’ospedale di Lipari soffre da anni i tagli di servizi e reparti. C’e’ da chiedersi se il provvedimento disciplinare nei confronti dell’ultimo anello della catena non sia una misura volta a coprire l’inefficienza del sistema e di chi lo ha governato in tutti questi anni”.

NurseNews. Eu

Un’altra ricerca americana pubblicata su Jama che ha concluso che i bambini inf@etti di età inferiore ai 5 anni possono ospitare nel naso e nella gola livelli di rna virale uguali o addirittura fino a 100 volte superiori agli adulti.

Corriere della sera:Un nuovo studio evidenzia che i ragazzini, anche asintomatici, ha nno una carica virale molto più alta di adulti ricoverati in terapia intensiva. La tendenza delle ricerche però mostra che la capacità di trasmissione aumenta con l’età

Continua a leggere

Per il giudice l’ordinanza di Musumeci entra nella competenza esclusiva dello Stato e produce condizioni di potenziale pericolo per la salute pubblica.

AGI – Stop all’ordinanza Musumeci. Il Tar di Palermo accoglie il ricorso del governo e sospende il provvedimento con cui il governatore siciliano ha disposto lo sgombero degli hotspot e dei centri di accoglienza migranti dell’Isola. Per giorno 17 settembre è stata fissata la camera di consiglio, ma il tribunale amministrativo entra subito nel merito, sostenendo che le misure previste impattano “in modo decisivo” sull’organizzazione e la gestione del fenomeno migratorio “che rientra pacificamente nell’ambito della competenza esclusiva dello stato”.

Continua a leggere

Sono consapevole di essere in un Paese democratico, dove ognuno è libero di esprimere un’opinione ma leggere di persone che offendono me e i miei colleghi dicendo che avremmo potuto non scegliere questa professione poiché ci lamentiamo di camici termici da sauna o di mascherine che decubitano sui nostri nasi, mi rende triste e addolorata. Passare da eroi a stronzi di turno è un attimo, passare da #andratuttobene e da applausi sui balconi è un attimo, passare da regali e false adulazioni a “questo è il lavoro che vi siete scelti e ora non rompete le palle” è un attimo. Cosa pretendiamo da una società che accusa l’immigrato di essere untore e poi va a ballare tra più di 100 persone in locali chiusi o all’aperto, senza mascherine, senza distanze. Vogliamo dire che “so ragazzi”!? Diciamolo pure ma io alla prossima ondata (che speriamo non ci sia) mi rifiuto di lavorare per questa società, mi rifiuto di trasportare morti dal letto alle barelle e di correre come una forsennata tra un paziente con grandi difficoltà respiratorie e un altro che piange perché capisce che la fine è imminente.

Continua a leggere

Sanità privata, successo dei sit in in tutta la Sicilia: “Stop al sistema che nega i diritti dei lavoratori e valorizza solo il profitto”
:
“La protesta dei lavoratori della sanità privata non si ferma. Dopo il successo dei sit in di oggi davanti a tutte le prefetture della Sicilia, avanti ad oltranza con la mobilitazione fino alla sottoscrizione definitiva del nuovo contratto”. Ad annunciarlo sono le segreterie regionali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl dopo i presidi che si sono svolti questa mattina davanti alle Prefetture di tutti i capoluoghi di provincia dell’Isola per protestare contro il mancato rinnovo del Ccnl, scaduto ormai da 14 anni. Il 31 agosto sarà la volta di assemblee e presidi aziendali, poi, lo sciopero generale nazionale.

Continua a leggere

COVID-19: salgono ancora i contagi

Continua il boom di contagi di coronavirus che nelle ultime 24 ore superano 1.000 nuovi casi,esattamente i casi rilevati sono 1.071.
I casi di positività di ritorno dall’estero rappresentano solo il 27% del totale.
L’Iss sottolinea che l’Italia si trova in una fase di transizione con tendenza ad un progressivo peggioramento.
L’età media dei nuovi contagi è scesa a 32 anni.

Amato Angelo


Monza,
In prima linea durante l’emergenza sanitaria, alla fine ha colpito anche chi lo ha fronteggiato.

Si è spento dopo tre mesi di terapia intensiva al San Gerardo, Javier Chunga, infermiere di 59 anni caduto in servizio,che per vent’anni ha prestato la sua attivita professionale all’ospedale di Como. Il professionista, stimato, è morto giovedì 20 agosto 2020. Lascia due figlie.

Continua a leggere

Ultime notizie
NurseNews.eu

Regione Sicilia:medico e infermieri devono essere reperibili 7 giorni su sette è legge.

                    Il 7 luglio è entrato in vigore il provvedimento che chiede a tutte le Regioni di dotarsi di un'organizzazione “territoriale” ...

Continua a leggere

Ripristinate funzioni vitali di alcuni maiali a un’ora dalla morte:lo studio pubblicato sulla rivista Nature

            Gli scienziati sono riusciti a riattivare in modo parziale alcune attività di cuore, cervello, reni e fegato degli animali. Merito ...

Continua a leggere

Casellati:“Infermieri vanno tutelati” e incontra la Mangiacavalli.

              La presidente del Senato ha ricevuto la presidente Fnopi e ha affermato che farà il possibile per aiutare la professione. “A ...

Continua a leggere

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

Al Senato al Ddl Concorrenza: cambia la selezione dei primari ospedalieri.

          Dopo il definitivo via libera del Senato, arrivato con 161 voti favorevoli, 21 contrari e 2 astensioni, e al termine di ...

Continua a leggere

Cannizzaro unico centro siciliano nel programma RISP per lo screening del tumore al polmone.

        L’Azienda Ospedaliera Cannizzaro è l’unico centro della Sicilia inserito dal Ministero della Salute nella Rete Italiana Screening Polmonare (RISP). Si ...

Continua a leggere

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:”l’aiuto infermiere “. Ma allora chiamiamola con il suo vero nome “AIUTO OSS”.

La Fnopi e il MIGEP SPINGONO per la NASCITA di una nuova figura:l'aiuto infermiere . Ma allora chiamiamola con il suo vero nome AIUTO OSS.

                "L’aiuto infermiere" che propongono LA FNOPI E IL MIGEP dovrebbe essere una figura intermedia tra un oss e un infermiere GENERICO. Purtroppo ...

Continua a leggere

Ecco la proposta:Lausiliario aiuto infermiere la contraffazione e il passato che ritorna.

            Qualcuno sta spingendo per la nascita di una nuova figura "l'aiuto infermiere".😂😂 Vediamo Di cosa si tratta e la sua eventuale ...

Continua a leggere

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: “MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ”

CISL FP SULLE BOLLE COVID NEGLI OSPEDALI: MAGGIORE PERICOLO DI CONTAGIO E NESSUNA RISORSA IN PIÙ

          Maggiori carichi organizzativi, nessuna nuova risorsa per affrontarli e il rischio di un aumento dei contagi tra i lavoratori: sono ...

Continua a leggere

Taranto, primario muore in corsia per un infarto. I colleghi: Aveva lavorato per 12 ore di fila.

            Giovanni Buccoliero, 61 anni, era primario facente funzioni a Manduria. È morto durante il giro in corsia. Il giorno prima aveva lavorato ...

Continua a leggere

Penitenziario di Sollicciano (Firenze), recluso tenta di stuprare infermiera,Poliziotto la salva.

            Odioso caso di tentato stupro nella casa di reclusione di Sollicciano, nei confronti di un' infermiera in servizio. La professionista ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione