demansionamento

27 GIU – Gentile direttore,
in verità il Minghetti non è bene informato perché le mansioni di cui parla nell’ articolo non sono mai state di competenza Infermieristica, infatti il DPR 225/1974, c.d. mansionario, attribuiva quelle mansioni all’infermiere generico. La Cassazione già nel 1985 stabiliva che: “non compete agli infermieri ma al personale subalterno, rispondere ai campanelli, usare padelle e pappagalli per l’igiene del paziente e riassettare il letto”.
La giurisprudenza, quando investita della questione, ha sempre confermato quando prima affermato, le ultime sentenze, tribunale di Cagliari, Caltanissetta e Brindisi sono la prova evidente.

Continua a leggere

Quante volte, noi infermieri, ci siamo sentiti dire dai medici, nel pieno delle nostre attività assistenziali, di coadiuvarli nelle procedure prettamente mediche, come ad esempio nella preparazione del materiale, dell’ambiente, ove, in realtà, non è richiesta l’intellettualità della professione infermieristica?

Continua a leggere

ULTERIORE SENTENZA A CONFERMA CHE L’INFERMIERE NON PUÒ FARE L’O.S.S. E’ PRESTO PERÒ PER GRIDARE VITTORIA.

Titolone a caratteri cubitali sulla rivista giuridica studio Cataldi relativo alla sentenza del Tribunale di Brindisi n. 1306 del 9 maggio 2017, vittoria ottenuta dall’Avv. Tonia D’Oronzo.

Ci eravamo già espressi in merito alla sentenza con un articolo, ma dopo un confronto con il ricorrente ed il proprio difensore si è giunti alla conclusione che è una vittoria solo a metà, nel senso che alcune imprecisioni in essa contenute, a nostro avviso non marginali, debbano necessariamente essere corrette onde evitare di estendere tali errori di diritto anche in sentenze successive.

Continua a leggere


Nasce “Lo dico a NurseNews.eu”, la nuova rubrica tutta dedicata alle questioni infermieristiche.

Vogliamo far diventare i nostri lettori ancora più protagonisti nella ricerca e nel processo di formazione della notizia infermieristica sanitaria. È per questo che la redazione di NurseNews.eu ha messo a disposizione di tutti uno spazio dedicato alle vostre esperienze professionali.

Scrivete le vostre lettere, documentate con testi, foto o video,all’indirizzo e-mail:” rubrica@nursenews.eu”.

Continua a leggere

 

Castellammare. Tensione nel nuovo reparto di Nefrologia dell’ospedale San Leonardo, il primario urla nella stanza di degenza dei malati per la presenza di polvere. Allo scontro con il personale infermieristico assistono i ricoverati e qualcuno pensa di riprendere la scena. Il video, che pare sia stato girato nella sala dialisi nei mesi scorsi, ritrae il direttore di Nefrologia che urla al suo staff: “Siete una schifezza medici e infermieri. Voi vivete qui dentro non devo arrivare io per dirvi che mangiate la polvere.

Continua a leggere

Vaccini. Corte giustizia UE: “Danni da vaccinazione possono essere provati anche senza consenso scientifico su nesso di causalità”

In mancanza di consenso scientifico, il difetto di un vaccino e il nesso di causalità tra il medesimo e una malattia possono essere provati con un complesso di indizi gravi, precisi e concordanti. Lo ha sentenziato la Corte europea intervenuta su un caso di un cittadino francese vaccinato contro l’epatite B, poi ammalatosi di sclerosi multipla. Un nesso tra i due eventi sul quale la comunità scientifica non aveva concordato. LA SENTENZA

21 GIU – La prossimità temporale tra la somministrazione del vaccino e l’insorgenza di una malattia, l’assenza di precedenti medici personali e familiari della persona vaccinata e l’esistenza di un numero significativo di casi repertoriati di comparsa di tale malattia a seguito di simili somministrazioni possono eventualmente costituire indizi sufficienti a formare una simile prova.

Continua a leggere

Amato Angelo :” dobbiamo erogare saluta senza perdere la nostra.”……..

 

DA LEGGERE ATTENTAMENTE E NOTARE CHE ANCHE LO STATO DI PRECARIETA’ NEL LAVORO, IL DEMANSIONAMENTO , I TURNI STRESSANTI PER CARENZA DI ORGANICO, IL CRONICO RIPETERSI NEGLI AMBIENTI DI LAVORO DI SALTARE I RIPOSI , GLI AMBIENTI OSTILI, IL MOBBING  POSSONO PORTARE A PROBLEMI DI SALUTE ANCHE MOLTO SERI.

QUESTI INCRESCIOSI ELEMENTI DEVONO ASSOLUTAMENTE ESSERE VALUTATI PER EVITARE LO STRESS DA LAVORO CORRELATO.

Continua a leggere

Riconoscimento del “superlavoro”, come causa di morte di un giovane tecnico di radiologia, sebbene ci siano voluti addirittura ben vent’anni, affinché ciò potesse essere dimostrato attraverso un palese riconoscimento giuridico. In questo caso, solo dopo aver effettuato turni massacranti per ben sette anni e sostenuto un numero di esami e di referti iperbolico.

Ci siamo allora chiesti cosa fosse il superlavoro.

Se fossimo stati in Giappone la morte del giovane sarebbe stata definita un classico ed evidente “karochi”. Da uno studio effettuato in questo Paese, su tale fenomeno, sono stati ricavati dati estremamente preoccupanti provenienti da un campionamento di circa 1743 imprese.

Continua a leggere

Alfio Stiro
Post N4.0

È scoppiata una guerra politica in sicilia sul rinnovo degli incarichi dei manager della Sanità che [continua]

27 GIU – Gentile direttore, in verità il Minghetti non è bene informato perché le mansioni di cui pa [continua]

CATANIA – È attivo da alcune settimane e sta già riscontrando l’entusiasmo degli interessati lo spor [continua]

Gentile redazione di NurseNews.eu il 12 maggio si celebra la giornata internazionale dell’infermiere [continua]

“Entro fine mese i concorsi della sanità verranno sbloccati” Lo ha dichiarato pochi giorni fa’ l’Ass [continua]