contatti

Sicilia: Numerosi ricorsi dei precari ,sono a rischio nullità le assunzioni.
Ecco cosa accade nella sanità siciliana dove la salute dei lavoratori e della comunità è sempre precaria.

la segreteria regionale del sindacato Cimo punta l’indice contro presunti errori nelle procedure seguite da alcune aziende sanitarie, che avrebbero utilizzato graduatorie scadute.
Da qui i ricorsi e il rischio di invalidare le immissioni in servizio effettuate le scorse settimane.

Continua a leggere


Il decreto Madia é
entrato in vigore il 22 Giugno 2017, riforma del lavoro pubblico, dlgs 25 maggio 2017, n. 75 (GU 130 del 7/6/2017), che nel quadro della più ampia delega in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche (L n. 124/2015) punta all’obiettivo dichiarato di ridurre il precariato nella Pa.

Continua a leggere

L
infermiere deve semplicemente svolgere la sua professione, esattamente come gli altri professionisti….
Il D.M 739/1994 descrive esattamente qual è il ruolo dell’infermiere nella gerarchia Aziendale……….
L’infermiere Pianifica, gestisce e valuta l’intervento assistenziale avvalendosi del personale di supporto per erogare assistenza diretta..

Basta seguire queste poche righe per capire cos’è il demansionamento, le disquisizioni dei sofisti e dei poltronisti NON hanno alcun valore legale…

Matteo Incarviglia
ADI Sicilia.


Riceviamo e pubblichiamo.

I FATTI:

I nostri articoli sulla vicenda dei presunti brogli elettorali a Bari, con gli ulteriori sviluppi che si prospettano, non ultimo l’interrogazione parlamentare prodotta da un deputato del PD, animano un forte dibattito interno alla comunità professionale. I “colpevolisti”, anche estranei al mondo professionale, fanno fronte comune alle tesi sostenute dal Dott. Germini Francesco (Infermiere Dirigente e Presidente della Associazione CNAI Nicolaus). Questi ultimi, sono con l’indice puntato sul presidente uscente Andreula, indotto a ritenere nulle le operazioni elettorali per il ritrovamento di schede taroccate avvenuto durante lo scrutinio mail ultimato.

Continua a leggere

il presidente dell’Ordine dei medici di Catania, Massimo Buscema è stato il primo a congratularsi con il presidente degli infermieri:“ Carmelo Spica, una garanzia di continuità nella linea di collaborazione tra queste due importanti professioni della sanità”.

Si è insediato quindi il nuovo Consiglio direttivo del Collegio degli Infermieri I.P.A.S.V.I. della provincia di Catania, a seguito delle elezioni avvenute nei giorni scorsi, per la copertura delle cariche istituzionali per il triennio 2018/2020.

Continua a leggere

Si ripete che l’IPASVI Bari è parte lesa nella conclusione cui è pervenuto il seggio elettorale, legittimamente composto, di annullare la consultazione elettorale. A fronte dell’interessata e strumentale ingerenza del mondo politico e di “altri” nelle ipotesi di “Brogli” e di “Manipolazioni”, arditamente richiamate nelle iniziative mediatiche, frutto di “stupide e improbabili supposizioni”, si provvede alla pubblicazione integrale del verbale elettorale per aprire una prima finestra di verità sull’accaduto.

Continua a leggere

Medicina difensiva o indagini giustificati?

L’elenco dei trattamenti inappropriati e dannosi per pazienti e sanità.

C’è la prescrizione indiscriminata di antibiotici, che oltre ad essere dannoso per i pazienti rappresenta uno spreco enorme di risorse economiche, ma anche la tac usata indiscriminatamente, e persino gli interventi di rimozione dei tumori alla prostata.

A mettere in fila le dieci pratiche più inappropriate negli ospedali, che qualche volta sono solo fonte di danni economici ma in altri casi aumentano i rischi per il paziente, è stata l’università del Maryland, in uno studio pubblicato dalla rivista Jama Internal Medicine che mette l’accento su un problema che secondo alcune ricerche può riguardare addirittura un quarto delle procedure

Continua a leggere

<
Dal convegno di Matera organizzato da Assocare e nurse times,presente NurseNews.eu

“L’articolo 49 del nostro codice deontologico viene visto come un aiuto all’infermiere per superare il demansionamento, denunciando come espresso nel testo dell’articolo le situazioni che pregiudicano il mandato professionale dell’infermiere. Questo perché ormai le organizzazioni sanitarie odierne pensano più al lucro che alla tutela della salute.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

E’ tale soggetto che deve dimostrare l’assenza dell’inadempimento o la circostanza che questo sia ri [continua]

La redazione di NurseNews riprende e riporta l’articolo scritto dalla collega Chiara D’Angelo su Quo [continua]

Sicilia: Numerosi ricorsi dei precari ,sono a rischio nullità le assunzioni. Ecco cosa accade nella [continua]

L infermiere deve semplicemente svolgere la sua professione, esattamente come gli altri professionis [continua]