Benessere

Agrigento: incidente stradale sulla statale 118, muore infermiera dell’ospedale San Giovanni di Dio.

Una infermiera, Giovanna Angelica, 53enne, residente a Raffadali, che prestava servizio presso l’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, è morta, intorno alle 9, a causa di un incidente stradale sulla statale 118, tra Agrigento e Raffadali, nei pressi del bivio per Joppolo Giancaxio.

L’infermiera dopo aver svolto il turno di notte si stava recando a casa a bordo di una Volkswagen di piccole dimensioni che, per cause ancora in fase di accertamento, si sarebbe scontrata frontalmente con una monovolume della Ford.

L’impatto è stato devastante .

Feriti invece il conducente della monovolume, anche lui di Raffadali, e la moglie che era a bordo con lui.

Entrambi sono stati trasportati in ospedale.

L’infermiera che lavorava al reparto di neonatologia, tornava a casa dopo uno stressante turno di notte.

Sono giunti sul posto i carabinieri, i vigili del fuoco, il personale del 118 e dell’Anas.

I dipendenti dell’azienda sconvolti del tragico evento si uniscono al dolore della famiglia.

La redazione di nursenews.eu è vicina alla famiglia e porge le più sentite condoglianze.

Un abbraccio particolare al marito, amico e collega da tanti anni.

Ciao, Giovanna Angelica

Autore: Amato Angelo

Assunzioni Sanità 2019: 13.000 nuovi posti di lavoro in Italia.

Dopo anni di crisi, la sanità italiana inizia a respirare offrendo opportunità di lavoro, dettate dalle gravi situazioni di carenza di personale sanitario in cui vertono alcune strutture,

Oggi,ci sono decreti e fondi per assumere nuovo personale e stabilizzare quello precario per migliorare una sanità in declino.

In arrivo 13.000 assunzioni in diverse regioni italiane che riguarderanno il personale sanitario più comune come Medici, Infermieri ed Operatori Socio Sanitari, ma anche il personale da ufficio che sarà inserito nelle varie strutture.

In Sicilia vi saranno circa 5.000 posti disponibili che saranno assegnati ripescando dalle graduatorie di concorsi già effettuati e ancora stabilizzando il personale precario.

Successivamente, se necessario saranno pubblicati bandi di concorso che permetteranno di accedere ai posti disponibili presso le ASP di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Messina, Palermo, Siracusa, Trapani ed Enna.

In Campania vi saranno 7.600 assunzioni che sono state confermate in maniera ufficiale dal Presidente della Regione Vincenzo De Luca che ha personalmente firmato i decreti.

Tutto questo è stato possibile grazie al piano di rientro effettuato dalla Regione che ha permesso alla sanità campana di rientrare dai forti debiti accumulati in passato, che ha portato anche ad un’enorme carenza di personale, infatti il personale andato in pensione in questi anni non è stato sostituito.

Le assunzioni speriamo riusciranno a riparare le ataviche carenze di personale ed a fronteggiare i prossimi pensionamenti, visto anche l’entrata in vigore della cosiddetta “Quota 100”.

Anche in Campania i posti saranno assegnati ripescando dalle graduatorie di concorsi già effettuati e stabilizzando il personale attualmente con contratto a tempo determinato.

Purtroppo per i neo laureati bisognerà attendere i bandi di concorso che saranno pubblicati successivamente per i posti mancanti.

Amato Angelo

Se ne occupa una recente sentenza della Cassazione intervenuta sul caso di un lavoratore edile morto per insufficienza cardiaca acuta durante il lavoro. Riconosciuta la responsabilità del datore di lavoro che avrebbe dovuto mettere in atto tutte le azioni necessarie alla prevenzione del rischio verificando preventivamente le condizioni di salute del lavoratore.

Continua a leggere

Morti sospette, pm chiede ergastolo per infermiera

Piombino:il pm Massimo Mannucci chiede la pena dellergastolo nell’udienza con rito abbreviato per Fausta Bonino,l’infermiera accusata dalla procura di Livorno di omicidio volontario plurimo per le morti sospette di 10 pazienti del reparto di rianimazione avvenute tra il 2014 e il 2015.

L’infermiera in lacrime dice: “io l’unica cosa che posso dire è che non ho fatto nulla”.

AMATO ANGELO

SEGUICI SU NURSENEWS.EU

Genova : 2300 indagati per aver eseguito esami di laboratorio senza pagare il ticket

Conducono l’inchiesta i NAS, a seguito di esposti alla procura presentati tre anni fa.

A beneficiare degli esami di laboratorio a costo zero, amici, parenti e circa 600 dipendenti dell’ospedale San Martino.

Le ipotesi di accusa sono:falso, truffa ai danni dello stato e accesso abusivo ai sistemi informatici.

Amato Angelo

Seguici su nursenews.eu

Mangiando cibi industriali troppo lavorati si ha un aumento di rischio di morte prematura per malattie croniche, cardiovascolari o tumori

Lo rivela uno studio condotto in Francia e pubblicato sulla rivista JAMA Internal Medicine.
Lo studio è stato condotto da Laure Schnabel dell’Università di Parigi, coinvolgendo 44.551 adulti francesi dai 45 anni in su (età media 57 anni).

Il campione è stato seguito per molto tempo e con una cadenza semestrale e doveva riferire minuziosamente cosa aveva mangiato nelle ultime 24 ore.

Continua a leggere

Si é concluso il 4° modulo del corso di formazione BLSD ADVANCED ADULTO E PEDIATRICO gratuito per i professionisti scritti all’OPI Agrigento.

L’evento si è svolto presso la sede dell’ordine delle professioni infermieristiche di Agrigento , sita al villaggio Mosè.

Un bellissimo e importante evento formativo studiato per insegnare le conoscenze e le abilitá pratiche necessarie per fornire ” Basic Life Support ” a vittime adulte, bambini e lattanti. Continua a leggere


Il Tar del Lazio ha stabilito che i ministeri della Salute e dell’Istruzione dovranno informare i cittadini sui rischi legati all’uso dei cellulari.

Stavolta non si scappa.
Il Tar del Lazio, in una sentenza, ha stabilito che i ministeri dell’Istruzione e della Salute non potranno più fare finta di niente.
Entro sei mesi dovranno avviare campagne di sensibilizzazione e informazione sui rischi provocati dall’uso del telefono cellulare.

Continua a leggere

Obesità e grasso addominale riducono il volume del cervello

Lo studio pubblicato sulla rivista Neurology, ha coinvolto 9.652 soggetti di età media 55 anni, di cui il 19% obesi.

Oltre all’obesità (indice di massa corporea) gli esperti hanno tenuto conto anche del rapporto tra circonferenza vita e circonferenza fianchi, che dà una misura di quanto grasso si accumula sulla pancia (una misura da tempo associata a problemi di salute, ad esempio rischio cardiovascolare).

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Agrigento: incidente stradale sulla statale 118, muore infermiera dell’ospedale San Giovanni di Dio. [continua]

Assunzioni Sanità 2019: 13.000 nuovi posti di lavoro in Italia. Dopo anni di crisi, la sanità italia [continua]

URGE; Svecchiare la cultura universitaria fatta da insegnanti anacronistici e fuori contesto, molti [continua]

Il Coordinamento regionale degli Ordini delle professioni infermieristiche della Sicilia ha sottoscr [continua]

Tutelare l’immagine e la professionalità degli infermieri” Lettera FNOPI al ministro della Salute: “ [continua]