Angelo Amato

Angelo Amato

Infermiere dal 1991, diploma di educatore dell'infanzia. Esperienza lavorativa : terapia intensiva post operatoria del civico di Modena. Neurorianimazione, villa Sofia di Palermo. Rianimazione e pronto soccorso ospedale Vittorio Emanuele di Gela Rianimazione è pronto soccorso ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Servizio 118 presso CH. 4 San Cataldo ( CL). Vari corsi formativi soprattutto sulle emergenze Intra e extraospedale. ACLS- BLSD - POLITRAUMA- VALUTARE INFERMIERISTICA IN PZ CRITICO- RETE IMA REGIONALE. RESPONSABILE FORMAZIONE PROVINCIALE ASP AGRIGENTO COME DIRIGENTE SINDACALE UIL FPL.

 

 

 

 

 

Tumore: sciolto in dieci minuti con un ago incandescente

La nuova tecnica si chiama termoablazione mediante microonde e permette di sciogliere il tumore e anche le forme metastastatiche al fegato, ai reni, ai polmoni, alla tiroide e alle ossa in una sola seduta.

L’intervento può essere eseguito anche ambulatorialmente.

Il paziente viene sedato e trattato in pochi minuti non sente dolore e,spesso,senza bisogno poi di altri trattamenti come quelli chemioterapici.

Lintervento é stato eseguito nell’U.O di Chirurgia e Medicina dell’Ospedale di Chioggia su un paziente di 65 anni che era affetto da una grave lesione metastatica epatica,e si é tenuto nelle nuove sale operatorie di day surgery.

«La termoablazione mediante microonde – hanno spiegato il primario di Chirurgia Salvatore Ramuscello insieme al responsabile del servizio di ecografia interventistica Mario Della Loggia – è un nuovissimo trattamento che necessita di un generatore di microonde e di un terminale chiamato antenna che, mediante guida ecografica, viene inserita direttamente nella lesione.

L’antenna, attraverso un aumento di temperatura rapido, controllato e localizzato, provoca la distruzione del tessuto malato con la massima precisione.

Rispetto a ieri possiamo intervenire in maniera mininvasiva, con una piccola incisione di 2-3 millimetri, su tumori importanti e calibrare il tipo di cura a seconda della neoplasia: si agisce localmente, delimitando e colpendo solo l’area interessata dalla malattia.

Persino l’intensità di calore e la durata dell’intervento viene misurata in base alla grandezza del tumore da distruggere.

In questo modo evitiamo l’asportazione chirurgica, rendendo possibile il trattamento anche su pazienti pluripatologici, quindi inoperabili e fragili, con tempi di ricovero più brevi e una migliore ripresa funzionale dei pazienti stessi».

Di: Amato Angelo

Ospedale di Licata ” uomo muore per dei calcoli renali”, malasanità ?

Un 52enne è stato dimesso per due volte dall’ospedale prima dell’aggravamento delle sue condizioni di salute .

Infatti, la terza volta che torna all’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata, le sue condizioni sono gravissime: i sanitari dispongono il trasferimento al San Giovanni di Dio di Agrigento ma è troppo tardi.

Continua a leggere

Neurologia :
I farmaci ad azione anticolinergica aumentano il rischio di andare incontro a demenza.

Uno studio inglese pubblicato dal British Medical Journal
constata che
antidepressivi, farmaci urologici o contro il Parkinson,farebbero aumentare il rischio di andare incontro a demenza.

Il gruppo di studiosi capitanato da Georg Sawa,della East Anglia University di Norwich, nel Regno Unito.

Continua a leggere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SANITÀ MILANO: REGALI LUSSUOSI IN CAMBIO DI FAVORI.

Regali di lusso come borse firmate,cesti di Natale da 1000 Euro e promessa di uno stage per la figlia erano tra i regali ricevuti da uno dei quattro medici arrestati per le presunte tangenti al Pini di Milano.

Un amministratore di cinque società che commerciano prodotti medicali e ortopedici , avrebbe incassato circa 3 milioni e mezzo di euro grazie alle corruzioni.

‘Il Pini è fra l’ospedale più facile del mondo ….perché non ci sono gare, se sei amico di un chirurgo…”
diceva in un’intercettazione.

Di: Amato Angelo

NURSENEWS.EU

TANGENTI IN SANITÀ:
FINTE INFEZIONI PER FARE INTERVENTI CHIRURGICI”

Avrebbe voluto effettuare a tutti i costi un intervento chirurgico di un suo paziente per guadagnare dei soldi,anche se il paziente non aveva nessuna infezione che paventava.

La denuncia della presunta condotta del chirurgo Giorgio Mario Calori è un’intercettazione di un’altro dei camici bianchi arrestati, Carmine Cucciniello, direttore del reparto di ortopedia e traumatologia correttiva al Pini-Cto.

Dalle intercettazioni, scrive il Gip, Cucciniello si lasciava andare a considerazioni gravemente indiziati su Calori etichettandolo
” delinquente vero ”

Di:Amato Angelo

NURSENEWS.EU

Brescia: muore d’otite a 4 anni

Da più di un mese Nicole una bimba di 4 anni,aveva febbre e dolori al collo,era stata vista all’ospedale di Manerbio e alla poliambulanza ma nonostante le ripetute visite la bambina non era stata ricoverata.

Sabato, i genitori vedendo le condizioni della bambina peggiorare,la portano all’ospedale civile di Brescia.
Le sue condizioni sono apparse molto gravi.
Nicole è morta giovedì pomeriggio.

Fatale è stata la degenerazione di un’otite,che ha causato un’infezione molto aggressiva e acuta.

La procura ha aperto un’inchiesta, la ministra Lorenzin ha disposto l’invio di una task force per indagare sui fatti.

I genitori hanno dato il consenso all’espianto degli organi.

Di: Amato Angelo

NURSENEWS.EU

Catania: bimbo di 10 mesi muore a causa complicanze morbillo.

Un bimbo di 10 mesi è morto all’ospedale Garibaldi di Catania per le complicanze legate al morbillo.

Ricoverato ad Acireale, è stato trasferito per l’aggravarsi delle condizioni respiratorie e cardiache.
Il primario del reparto di rianimazione ha detto:” quando accaduto al bimbo che non era in età da poter essere vaccinato e quindi ha contratto l’infezione da chi vaccinato non era,deve essere di monito affinché tutti capiscano che vaccinandosi si protegge non solo se stessi ma tutta la comunità”.

In Sicilia c’è una situazione acuta per il numero di casi di morbillo.

Il presidente dell’Iss, Walter Ricciardi dice” c’è un caso Sicilia, perché in questa regione si è avuta la maggioranza Delle infezioni da inizio 2018 , ma tutta l’Italia è a rischio.

Di: Amato Angelo

NURSENEWS.EU

Alfio Stiro

Post N4.0

Avezzano. Un “premio” sullo stipendio di oltre 35 mila euro per il raggiungimento degli obiettivi az [continua]

FUORI DAL COMPARTO Per tali motivi, questa Associazione non può più tacere su quanto qui esposto e p [continua]

Le riforme legislative che hanno interessato anche recentemente le professioni sanitarie (V. per ese [continua]

il personale di supporto, assunto per espletare e colmare un vuoto organico relativo all’assistenza [continua]