alfio stiro

alfio stiro

Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.


È risaputo che alcune procedure, fra cui le cure igieniche, non sono di competenza infermieristica.

Detto ciò, ancora oggi alcuni continuano ad affermare erroneamente che le stesse debbano essere eseguite in prima persona dall’infemiere ,maggiormente nei reparti di terapia intensiva,in quanto lo stesso deve valutare lo stato della cute dei degenti, movimentare pazienti critici, emodinamicamente instabili o intubati.

Continua a leggere


Quella dell’Emilia-Romagna è la prima sconfitta per Salvini in un’elezione regionale (qui tutti i dati). Il leader della Lega e la candidata del centrodestra, Lucia Bergonzoni, non hanno ottenuto la fiducia degli elettori e si sono fermati poco sopra il 43 per cento dei voti, mentre dall’altra parte l’uscente Stefano Bonaccini è stato confermato.

Continua a leggere

Il Giorno della memiria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto. È stato così designato dalla risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite del 1º novembre 2005, durante la 42ª riunione plenaria[2]. La risoluzione fu preceduta da una sessione speciale tenuta il 24 gennaio 2005 durante la quale l’Assemblea generale delle Nazioni Unite celebrò il sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto.

Continua a leggere


“Programma di flussaggio dei rubinetti”. A leggere l’oggetto della nota inviata dal direttore sanitario del Policlinico di Bari a tutti i dirigenti medici si potrebbe pensare alle necessarie operazioni per la prevenzione di certe infezioni. In altre parole, far scorrere acqua bollente dai rubinetti. Di tale prassi, però, non c’è menzione.

Continua a leggere

Ad Un infermiere in servizio all’ospedale di Chieti i giudici della corte d’appello dell’Aquila hanno riconosciuto un danno da demansionamento per mansioni improprie.

La Asl di Lanciano è stata condannata a risarcire un infermiere che, per cinque anni, si è dovuto occupare di mansioni da operatore socio sanitario, dequalificate rispetto al ruolo per cui è stato assunto. Questa la decisione della Corte d’appello dell’Aquila dopo il ricorso di un professonista in servizio nel policlinico teatino, assistito dall’avvocato Enrico Raimondi, che si era rivolto al tribunale del lavoro per vedere riconosciuto il suo diritto a svolgere solo mansioni adeguate alla sua professionalità.

Continua a leggere

Per la prima volta al mondo un uomo di 73 anni con aritmia ventricolare è stato trattato con un fascio di protoni che ha colpito, in modo mirato e con un ridottissimo impatto sui delicati tessuti circostanti, la parte del cuore responsabile dei battiti cardiaci irregolari. L’intervento, messo a punto in collaborazione con la Fondazione Irccs Policlinico San Matteo, è stato eseguito al Centro nazionale di adroterapia oncologica di Pavia.
Il Centro nazionale di adroterapia oncologica è una delle sei strutture al mondo dotate di acceleratori capaci di generare fasci di protoni e ioni carbonio, utilizzati in genere per la cura dei tumori radioresistenti e non operabili.

Continua a leggere

È stato identificato in Cina un nuovo virus, responsabile di una grave polmonite, denominato al momento novel coronavirus (2019-nCoV). La prima segnalazione all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) è stata del 31.12.2019 ed era riferita ad alcuni casi di polmonite ad eziologia sconosciuta rilevati nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei.

Continua a leggere

Febbre suina, tre infermieri contagiati dal virus
All’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore: nei giorni scorsi altri due casi di AH1N1

Preoccupazione all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove tre infermieri avrebbero contratto la febbre suina. Positivo infatti il tampone a cui sono stati sottoposti. Di qui la scelta della direzione di estendere i controlli a tutto il personale in servizio presso l’azienda ospedaliera.

Continua a leggere

> –

Napoli, Castellammare di Stabia. 200 infermieri si sono mobilitati per fare causa al demansionamento perpetrato da anni dalle loro aziende ospedaliere.

All’interno degli Ospedali dell’Asl Na 3 Sud, gli infermieri sono stati costretti a svolgere mansioni del personale ausiliario a causa della mancanza di operatori socio sanitari e della mala gestione delle risorse tecnico organizzative presenti, costetti cosi ad accompagnare i pazienti in barella, a occuparsi delle cure igiene, a svuotare padelle e pappagalli. La situazione, già denunciata da tempo, potrebbe presto tramutarsi in una vertenza collettiva, tant’è che sono già duecento gli infermieri che hanno aderito alla causa Ed altri potrebbero aggiungersi.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

corso di formazione per istruttori BLS D Si è concluso a Nicosia il corso di formazione istruttore B [continua]

Da fonti certe ci risulta che tutti i colleghi dovranno stare in isolamento per 15 giorni. Assurdo r [continua]

La mancanza di un’adeguata formazione rende irrilevante il fatto che l’infortunio sul lavoro si sia [continua]

Dare il via libera all’Intesa per la realizzazione degli ospedali di comunità, piccole strutture dov [continua]

LA MIA ESPERIENZA COME DOCENTE PRESSO ” ERAP” Si sono concluse le lezioni di riqualificazione OSS pr [continua]