alfio stiro

alfio stiro

Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Il sindacato lancia la campagna #Noaldemansionamento e lancia l’allarme: «Per Quota 100, ad agosto ci saranno 60-70mila infermieri in meno. Sarà una bomba per il SSN»

L’appello è rivolto più a se stessi che ad altre categorie. Il #Noaldemansionamento gridato dagli infermieri del sindacato Nursing Up è un messaggio che vuole smuovere soprattutto e prima di tutto le coscienze dei professionisti; poi, ovviamente, quelle di cittadini, medici, altri professionisti e operatori sanitari, istituzioni, politici. Troppo spesso, denuncia il sindacato, agli infermieri viene chiesto di svolgere attività e mansioni che non gli competono: rifare i letti, mandare fax, pulire i bagni, chiedere ai pazienti cosa preferiscono mangiare per cena, ritirare referti, occuparsi dei rifiuti speciali, portare campioni biologici in laboratorio. Attività che dovrebbero essere svolte dal personale di supporto, che tuttavia è carente o inesistente nella maggior parte delle strutture.

Continua a leggere

Condannato in primo grado a sei anni di carcere, interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena, una provvisionale da 10 mila euro per ciascuna delle tre ragazze che si erano costituite parte civile e danno da valutare in separata sede, il ginecologo era stato poi assolto in Corte d’Appello “perché il fatto non costituisce reato”. Su ricorso della Procura della Repubblica però la Cassazione ha annullato la sentenza della Corte d’Appello.

Continua a leggere

L’esponente politico del Pd Luca Sammartino lancia un appello anche al sindaco di Catania.

“Il Teatro Bellini rischia la chiusura a causa dei tagli del Governo Musumeci. Sono mesi che denuncio questa situazione e sono stato accusato dalla maggioranza di fare allarmismo. Intanto i lavoratori protestano nell’indifferenza del Governo”.

Continua a leggere

Inizia la settimana contro il DEMANSIONAMENTO degli Infermieri italiani, promossa da Nursing Up.
Stavolta non mi rivolgo alle migliaia di Infermieri. Sarebbe forse superfluo rivolgersi sempre e solo a loro. Trovo corretto rivolgermi soprattutto alla gente, all’utenza.

Continua a leggere

Differenze di genere, età, cultura
Un intervento si sofferma sul rapporto tra invecchiamento lavorativo, lavoro a turni e lavoro notturno. Le conseguenze del lavoro a turni, i problemi del sonno e i risultati degli studi sul deterioramento della salute.

Un’indagine europea del 2000, ormai con diversi anni sulle spalle ma ancora significativa, ha rilevato come solo il 24% della popolazione attiva europea sia impegnata in orari “normali” o “standard” (dal Lunedi al Venerdì con inizio tra le 07 e le 08 e fine tra le 17 e le 18) mentre il 76% dei lavoratori sia impegnato in orario di lavoro “atipici”, ossia lavoro a turni e lavoro notturno, lavoro a tempo parziale, lavoro nel week-end, settimana di lavoro compressa, orari prolungati e straordinari, turni spezzati, lavoro a chiamata e altre forme di organizzazione del tempo di lavoro. E altre indagini successive hanno individuato una “crescente diversità nelle ore di lavoro settimanali tra i 31 paesi europei, che vanno da una media di 34 ore nei Paesi Bassi a 55 ore in Turchia”. Continua a leggere

Un documento svizzero si sofferma sul monitoraggio biologico e sui valori di tolleranza biologica delle sostanze di lavoro.

Lucerna, 23 Apr – Come ricordato anche in una pubblicazione dell’Istituto elvetico per l’assicurazione e la prevenzione degli infortuni ( Suva) sui rischi sanitari della saldatura, con il termine “monitoraggio biologico” si intende la valutazione dell’esposizione dei lavoratori a sostanze chimiche con la determinazione della sostanza in materiali biologici adeguati, la determinazione dei metaboliti o di un parametro dell’organismo che venga influenzato dalla sostanza. Continua a leggere

I DPI non sono l’esclusiva soluzione al rischio biologico
Va sempre tenuto presente che la disponibilità di adeguati dispositivi di protezione individuale si traduce in valida misura di tutela quando attuata congiuntamente all’adozione di misure tecnico-organizzative che abbiano approfonditamente valutato, come prescritto dal D.Lgs. 81/08, l’intero processo clinico (diagnostico-terapeutico), oltre che di adeguata informazione, formazione e addestramento.

Come scegliere correttamente i DPI (dispositivi di protezione individuale)?
Con Dispositivo di Protezione Individuale (DPI) si intende qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro, nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo.

Il D.lgs 81/2008 prevede all’art. 20 gli obblighi dei lavoratori:

ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute
e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o
omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro. I lavoratori
devono in particolare: contribuire, insieme al datore di lavoro,

Continua a leggere


Infezioni ospedaliere

Oggi costituiscono una delle complicazioni più frequenti e gravi dell’assistenza sanitaria. Si definiscono così quelle infezioni che insorgono durante il ricovero di una persona in ospedale e che non erano presenti o in incubazione al momento dell’ingresso in ospedale. In alcuni casi, le infezioni ospedaliere si possono manifestare anche dopo la dimissione dall’ospedale.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Penny Sartori ha trascorso più di vent’anni lavorando in terapia intensiva e ha visto molte cose irr [continua]

Mentre il conflitto israeliano-palestinese non accenna ad arrestarsi, a Gerusalemme l’infermiera isr [continua]

(Artt. 595, 596, 596 bis, 597, 599 c.p.) Diffamazione 1. Chiunque, fuori dei casi indicati nell’arti [continua]

Ieri sera una donna ha aggredito un infermiere di triage perché non voleva aspettare la visita per i [continua]

Eseguita l’autopsia al bambino di 4 anni deceduto nei giorni scorsi. L’esame autoptico è stato dispo [continua]