Archivi del mese: Dicembre 2019


“Battersi contro la precarietà del lavoro è sempre giusto.

Lo è ancora di più se si parla di persone che ogni giorno si prendono cura di noi”.

Lo scrive su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza, che aggiunge: “Su mia proposta, è stato appena depositato un emendamento che, estendendo i termini della legge Madia per il comparto sanità, consentirà a moltissimi lavoratori di uscire finalmente dalla precarietà.

Continua a leggere

Rischio clinici questo sconosciuto.

La proliferazione delle infezioni ospedaliere si combattono con le buone pratiche Infermieristiche.

Finché ci sara personale che si presterà a svolgere mansioni improprie, demansionandosi, contribuirà per IGNORANZA a far aumentare la proliferazione e la contaminazione intraospedaliera, di germi, batteri e virus, con un conseguente uso eccessivo di antibiotici con conseguente antibiotico resistenza, mettendo a rischio tutti i giorni l’incolumità dei pazienti ricoverati.

Alfio Stiro
Infermiere

La radiazione dell’assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi, decisa dall’Ordine dei medici di Bologna, è illegittima. A sancirlo è la Corte costituzionale, che si è riunita lunedì in camera di consiglio per esaminare il ricorso presentato dalla stessa Regione, che aveva sollevato un «conflitto di attribuzione» nei confronti dell’ordine professionale e impugnato la radiazione.

Continua a leggere

Il melanoma è un tumore che deriva dalla trasformazione tumorale dei melanociti, quelle cellule che formano la pelle.
Le cause sono: esposizione eccessiva ai raggi solari, lettini solari e lampade, insufficienza del sistema immunitario o malattie ereditarie.
Tra i diversi tipi di melanoma esistenti, quello nodulare risulta essere il più aggressivo in quanto invade da subito il tessuto in profondità.

Continua a leggere


“Auspichiamo un confronto leale e corretto partendo da piattaforme concrete, ma questo è possibile solo se si inizia da posizioni sindacali espresse e certe. Ci chiediamo, oltre alle posizioni dei sindacati autonomi da lungo tempo consegnate all’Aran, dove sono quelle degli altri”. Così il presidente del nursing up De Palma risponde alla proposta del Comitato di settore per la revisione del sistema di classificazione professionale del personale del comparto.

Continua a leggere

Opi Firenze – Pistoia replica alle illazioni uscite su alcune testate online

«Opi Firenze-Pistoia non sta acquistando una nuova sede e il Consiglio Direttivo valuterà di procedere con le opportune azioni a tutela, nessuna esclusa, nei confronti di chi sta strumentalmente diffondendo notizie completamente inventate al solo scopo di creare un clima di sospetto». La netta smentita arriva dopo le comunicazioni diffuse da una testata on line e subito dopo commentate dal “Gruppo Primavera Toscana”. «Si tratta di affermazioni e illazioni a mezzo stampa palesemente infondate – proseguono da Opi Fi-Pt – diffuse chiaramente con il solo scopo di fomentare un clima di sospetto e di sfiducia che non ha alcuna ragione d’essere e non rappresenta le attività svolte dal Consiglio direttivo a tutela degli infermieri e della qualità dell’assistenza ai cittadini. Entrando nel merito delle illazioni, Opi Fi-Pt non sta acquistando alcun immobile. Sono state effettuate negli ultimi mesi e anni varie valutazioni sull’opportunità di un acquisto, a seguito di vendita dell’attuale sede, ed è stata istituita un’apposita commissione di scopo. La commissione non è però arrivata ad alcuna decisione, né ha proceduto a una scelta fra le sedi visionate, proprio perché non sono state trovate al momento le condizioni giuste per procedere anche solo a valutare una sede specifica. Indicare quindi una sede come già individuata, con tanto di dettagli su dimensioni, cartina e presunta spesa è quindi una completa invenzione, che ribalta in modo totale la verità dei fatti.

Continua a leggere

Potrà essere somministrato una sola volta a settimana indipendentemente dai pasti.

Un farmaco di ultima generazione per i pazienti con diabete di tipo 2, oltre 4 milioni di italiani. E’ infatti ora disponibile anche in Italia, rimborsato dal Servizio sanitario nazionale, semaglutide, farmaco agonista del recettore del Glp-1 di ultima generazione. Somministrato per via iniettiva, con una penna pre-riempita, una sola volta a settimana indipendentemente dai pasti, unisce, rispetto ai farmaci disponibili – spiega una nota della Novo Nordisk, l’azienda che produce il farmaco- superiore efficacia nel controllo della glicemia e del peso corporeo a benefici per il cuore, e in ultima analisi la riduzione del rischio di complicanze del diabete. Circa 4 milioni di persone “Sono circa 3,4 milioni di pazienti in Italia con diabete di tipo 2 rilevati da Istat nel 2017, pari al 5,7% della popolazione nazionale. A loro vanno aggiunte circa 1 milione di persone che hanno la malattia, ma non ne sono consapevoli”, spiega Stefano Del Prato, professore di Endocrinologia presso l’Università di Pisa.    “Il Glp-1 – commenta Agostino Consoli, professore di Endocrinologia presso l’Università degli Studi ‘G. D’Annunzio’ Chieti-Pescara – è un ormone fisiologico che svolge molteplici azioni nella regolazione del glucosio e dell’appetito, nonché nel sistema cardiovascolare. Semaglutide è un analogo del Glp-1, omologo al 94% a quello umano, le cui modifiche strutturali consentono la somministrazione settimanale”.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

«I miei angeli sono stremati. Corro a portar loro la colazione. Oggi la mia domenica sarà al Sacco. [continua]

Ci risiamo, la dott.ssa Balanzoni nota ai social per la sua dichiarata avversità e aggressività nei [continua]

Parla il personale sanitario del reparto interessato dai casi di Coronavirus: «Siamo al terzo turno, [continua]

Che cos’è Il Coronavirus identificato a Wuhan, in Cina, per la prima volta alla fine del 2019 è un n [continua]

Vertice a Catania con l’assessore alla salute: chi ha sintomi non vada in ospedale. “Le raccomandazi [continua]