Archivi del mese: Agosto 2019


«Nessun allarme assistenza»

Non si fa attendere la risposta dell’ospedale Cannizzaro al sindacato Nursind: «Nessun allarme assistenza»

in corso nuove assunzioni.

Con un comunicato stampa,l’azienda Cannizzaro sottolineano: «Come già chiarito con una nota trasmessa all’organizzazione sindacale appena un mese fa, in relazione all’insufficiente presenza di infermieri in Ginecologia e Ostetricia, nelle giornate segnalate non risultano le carenze addebitate in quanto, invece, risultano in servizio rispettivamente 5 e 4 infermieri. Nello stesso reparto, la presenza di pazienti in numero temporaneamente superiore ai posti letto previsti in dotazione non ha carattere sistematico ma si è verificata in alcune circostanze perché il medico di guardia, nell’interesse superiore della gestante e del feto, ha opportunamente disposto un ricovero in overbooking, piuttosto che un rischioso trasferimento in ambulanza in altra struttura».

«Peraltro, una recente verifica da parte dell’Assessorato Regionale non ha evidenziato alcuna criticità, al contrario è stata apprezzata la capacità di accoglienza di un reparto con vocazione all’emergenza. Infine, come indicato nella stessa nota, si ribadisce inoltre che dall’1 luglio l’organico è stato incrementato di altre due unità infermieristiche».

Continua a leggere

37.57.38
Giurisprudenza sanitaria

Deve ritenersi legittima la mancata sospensione del procedimento disciplinare instaurato dal competente Ordine Provinciale a carico di un sanitario in attesa della definizione del processo penale pendente a carico dello stesso professionista per il delitto di appropriazione indebita aggravata previsto dagli artt. 646 c.p. e 61 n. 5 e n. 11, c.p.).

Continua a leggere

Per troppo tempo, la medicina è stata un culto che deifica il maniaco del lavoro e prende in giro coloro che “si agitano” sul sonno, dicono Matt Morgan e Peter Brindley

Lauren Connelly era felice quando ha ottenuto il suo lavoro ideale. Dopo anni di prova del suo coraggio attraverso duro studio, è entrata con entusiasmo nella professione medica. Ora era un dottore e avrebbe affinato la sua arte in un ospedale scozzese rurale. Dopo alcune settimane  Lauren era esausta, sia fisicamente che mentalmente, dopo ancora altre 100 ore settimanali. Imperterrita, si preparò per sette turni notturni consecutivi. Questo avrebbe dovuto essere il lavoro dei suoi sogni, ma la verità è che la turnazione raramente permetteva un sonno adeguato. La sua morte è avvenuta il 17 settembre 2011 sull’autostrada più trafficata della Scozia, dopo essersi addormentato al volante. Continua a leggere

|

Non si è fatta attendere la risposta del sindacato infermieristico nursing up al comunicato diffuso dai dirigenti Medici del COAS sulle nuove Linee guida per il pronto soccorso:

“Diciamo basta ad allarmismo e campagne diffamatorie”

“Certa parte del mondo medico dovrebbe fare dei corsi di aggiornamento professionale su quella che è stata l’evoluzione delle altre professioni sanitarie, prima di dire cose campate in aria come quelle sul potenziale rischio per i pazienti che discenderebbe dal fatto che gli infermieri, per casi particolari, fatto il triage, possano somministrare in autonomia trattamenti farmacologici sulla base di protocolli ben definiti. Diciamo basta ad allarmismo e campagne diffamatorie. Ora chiedano scusa”.

Antonio De Palma presidente del Nursing up, commenta cosi l’attacco del Coas medici alle nuove Linee guida sul pronto soccorso.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Dadone CISL Roma, 24 febbraio 2020 – “In momenti delicati come questi, dobbiamo certamente mettere d [continua]

“Intorno al 2020 una grave polmonite si diffonderà in tutto il mondo”, si legge nel testo. una coinc [continua]

Medici e infermieri in trincea: “Turni infiniti, stress e paura” La trincea ha un prato verde molto [continua]

Il coronavirus secondo Xi: «La più grande emergenza sanitaria della nostra storia» L’ammissione del [continua]

Legami incerti con Cina o persone già infette. La cosa ci preoccupa. A dirlo è Hans Kluge, il dirett [continua]