I sindacati degli infermieri: “Selezione discriminatoria”

Bando di concorso per mobilità per 532 infermieri e 236 operatori socio-sanitari per le province di Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Trapani.

L’Asp del capoluogo, azienda scelta dalla Regione come capofila, ha pubblicato un avviso di mobilità intra ed extraregionale per i professionisti già dipendenti del servizio sanitario nazionale che vogliono avvicinarsi a casa o trasferirsi in un’altra struttura fra quelle che hanno segnalato vuoti d’organico. Gli eventuali posti che rimarranno soperti dopo la fine delle procedure di mobilità, saranno rimessi a concorso. Si tratta della prima maxi-selezione dopo dieci anni di blocco del turn-over.

Ma è già polemica sul bando che esclude la partecipazione di infermieri e operatori socio-sanitari che hanno “limitazioni” fisiche certificate dal medico competente, e che quindi – per esempio – sono esentati dai turni notturni o festivi. Niente da fare anche per chi è iscritto nelle graduatorie esistenti, non ci sarà uno scorrimento. In una nota inviata all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, e ai vertici dell’Asp, le sigle contestano l’avviso dell’azienda sanitaria palermitana, chiedono di scorrere le graduatorie di mobilità esistenti e concedere i nulla osta agli infermieri che intendono trasferirsi. “l bando – scrivono – mostra in alcuni punti una disparità di trattamento”.

Isegretari territoriali di Agrigento, Salvatore Terrana, di Caltanissetta, Giuseppe Provinzano, di Palermo, Aurelio Guerriero, di Trapani, Salvo Calamia e di Palermo Unipa, Giuseppe D’Anna, auspicano “che l’assessorato da una parte e le aziende sanitarie dall’altra, diano la possibilità di utilizzare le graduatorie già approvate così da utilizzare oltre ai posti già assegnati anche le unità previste per la mobilità. E ci auguriamo che concedano i nulla osta, con data certa, ai lavoratori vincitori che hanno fatto richiesta o la faranno a breve, per non perdere il treno che aspettano da una vita e avvicinarsi finalmente verso casa”.

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Inducevano le neo-mamme a scegliere l’allattamento artificiale per favorire ditte produttrici. In ca [continua]

Carissimi colleghi, Anche questa volta sono costretto ad evidenziare una delle tante “anomalie” norm [continua]

la vita privata e professionale dell’infermiere Giovanni Cammarata di 51 anni, in servizio presso l’ [continua]

Nella regione Siciliana sono stati più di 1700 gli interventi del soccorso sanitario del 118 effettu [continua]