Uno studio realizzato nel Regno Unito e pubblicato dal British Medical Journal Quality & Safety, riferito agli anni tra il 2012 e il 2015 su 138.133 pazienti adulti ricoverati in reparti di medicina per almeno due giorni.

Dalla ricerca studio si evince che il rischio di morte intraospedaliera nel Regno Unito aumenta del 3% per ogni giorno di degenza in cui il numero di personale infermieristico e sociosanitario è al di sotto della media.

la carenza del numero di infermieri,compensata dall’aumento del numero degli operatori socio sanitari, non riduce la mortalità ma al contrario ne aumenta il rischio.

Anche se la figura dell’operatore socio sanitario sia fondamentale nell’assicurare livelli adeguati di assistenza, quest’ultima non può sostituirsi a quella dell’infermiere le cui competenze sono differenti.

Fonte

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Inducevano le neo-mamme a scegliere l’allattamento artificiale per favorire ditte produttrici. In ca [continua]

Carissimi colleghi, Anche questa volta sono costretto ad evidenziare una delle tante “anomalie” norm [continua]

la vita privata e professionale dell’infermiere Giovanni Cammarata di 51 anni, in servizio presso l’ [continua]

Nella regione Siciliana sono stati più di 1700 gli interventi del soccorso sanitario del 118 effettu [continua]