“Il demansionamento degli Infermieri è un’ignominia, è una gravissima lesione alla dignità, alla moralità e alla professionalità di tutti gli Infermieri.

I percorsi didattici rappresentano un’offesa e una vergognosa truffa, si pensi a quanti soldini spendono gli studenti e i loro genitori per “mantenerli” ad un percorso di laurea dove gli insegnano a rifare i letti, ad usare padelle e pappagalli. e a svolgere tutta una serie di attività che nulla hanno a che vedere con un percorso di livello universitario.

Una vergogna tutta Italiana che l’AADI debellerà a sun di sentenze nonostante le dirigenze Infermieristiche, gli organi istituzionali e buona parte del sindacato.

La sentenza del Tribunale di Roma, che ha riconosciuto 60.000€ ad un infermiere e che ha ridicolizzato le dichiarazioni del dirigente Infermieristico nonchè componente OPI Roma, è la prova manifesta che il demansionamento è voluto e sostenuto proprio da costoro.”

Matteo Incarviglia

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

“Battersi contro la precarietà del lavoro è sempre giusto. Lo è ancora di più se si parla di persone [continua]

In teoria un abilitato alla professione medica potrebbe eseguire un trapianto di cuore, ma ci vuole [continua]

violinista ospedale bambini un violinista dal cuore grande è andato in ospedale a suonare per i bamb [continua]

Rischio clinici questo sconosciuto. La proliferazione delle infezioni ospedaliere si combattono con [continua]