Con l’estate cresce la voglia di sole, ma si sa che un’esposizione esagerata può danneggiare la pelle. Per Giuseppe Argenziano, direttore della Clinica dermatologica dell’università della Campania Luigi Vanvitelli di Napoli, per proteggersi dal rischio melanoma la prima regola “è la fotoprotezione – spiega in occasione del 24° Congresso mondiale di dermatologia (Wcd2019) di Milano – perché come sappiamo il primo rischio di sviluppare il tumore è la troppa esposizione al sole e ai raggi ultravioletti. Dobbiamo applicare le creme soprattutto ai nostri figli, perché la maggior parte dei rischi per la pelle avviene nei primi 15-20 anni di vita. Io consiglio di evitare la cosiddetta tintarella, anzi l’abbronzatura dovrebbe passare di moda – è la provocazione dell’esperto – Questo sarebbe l’unico metodo sicuro rispetto all’applicazione delle creme”.

In vista dell’estate lo specialista avverte: “La conoscenza del nostro corpo è importante. Se spogliandoci al mare notiamo macchie mai viste prima, oppure scopriamo che un neo si è modificato – raccomanda Argenziano – dobbiamo individuarla e farla vedere al dermatologo di riferimento”.

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Il tributo all’infermiera donatrici di organi È stato un addio speciale e toccante quello che oltre [continua]

Via i codici a colori nel triage, arrivano i numeri: da 1 (il più grave) a 5. Attesa massima di 8 or [continua]

Chi sono gli ‘‘outlier’‘, quelli che sopravvivono al cancro Gli appassionati di fumetti conoscono be [continua]

Con l’estate cresce la voglia di sole, ma si sa che un’esposizione esagerata può danneggiare la pell [continua]

Un eccezionale intervento di Neuroradiologia interventistica neurovascolare all’encefalo è stato eff [continua]