Ieri sera una donna ha aggredito un infermiere di triage perché non voleva aspettare la visita per il figlio.

Non c’è pace all’ospedale Pellegrini di Napoli dove non si ferma l’ondata di violenza delle ultime ore. Dopo la sparatoria nella notte tra giovedì e venerdì, un altro episodio di violenza si è verificato nel corso della serata di ieri. Un infermiere è stato schiaffeggiato dalla madre di un paziente perché non voleva più aspettare per la visita del figlio. La donna non voleva più attendere il codice che era stato assegnato al bambino con il triage e ha cominciato a inveire contro il professionista per poi colpirlo con un pugno . A denunciare l’accaduto è stata l’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”

insieme all’“Associazione nazionale guardie giurate”.

Quando i muri del pronto soccorso erano ancora caldi dopo la sparatoria di ieri l’ennesima aggressione.

Il personale: “non possiamo rischiare di morire per queste bestie.”
Il nostro appello va al ministro Giulia Grillo ed al ministro Matteo Salvini. Vogliamo attuare almeno una delle soluzioni proposte dalla nostra associazione, oppure stiamo pazientemente aspettando il morto per agire? Tenete conto che molti professionisti sanitari hanno un contratto a sei mesi o annuale, e nonostante ciò rischiano la vita quotidianamente.

Redazione NurseNews. Eu

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Inducevano le neo-mamme a scegliere l’allattamento artificiale per favorire ditte produttrici. In ca [continua]

Carissimi colleghi, Anche questa volta sono costretto ad evidenziare una delle tante “anomalie” norm [continua]

la vita privata e professionale dell’infermiere Giovanni Cammarata di 51 anni, in servizio presso l’ [continua]

Nella regione Siciliana sono stati più di 1700 gli interventi del soccorso sanitario del 118 effettu [continua]