In italia il Triage compare nel 1996, in particolare tramite l’attuazione del decreto n.76/1992, il quale afferma come in ogni dipartimento di emergenza e accettazione debba essere prevista questa funzione come primo momento di accoglienza e valutazione dei pazienti afferenti al Pronto soccorso. Tale funzione – recita il decreto – è svolta da personale infermieristico adeguatamente formato, che opera secondo protocolli prestabiliti dal dirigente del servizio.

Riguardo al profilo professionale dell’Infermiere il D.M. 14 settembre 1994, n. 739Art. 1 stabilisce che l’infermiere è l’operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante e dell’iscrizione all’ordine professionale è responsabile dell’assistenza generale infermieristica, valuta lo stato di salute dei cittadini e stabilisce le priorità assistenziali oltre ad essere il responsabile della corretta somministrazione dei farmaci nel corpo umano..

Pertanto vogliamo ricordare al Codacons che negli ospedali Italiani, oltre che nei pronto soccorsi, da sempre la sorveglianza dello stato di salute dei cittadini è affidata dalla legge dello stato Italiano ai medici e agli infermieri e che ogni anno, in media, 21 milioni di cittadini accedono nei pronto soccorsi e vengono valutati e curati con competenza e appropriatezza proprio dagli infermieri.

Per questo siamo molto stranizzati dal fatto che un ‘associazione come il Codacons invece di preoccuparsi della grave carenza cronica d’infermieri negli ospedali italiani ( di circa 70 mila unità)e della inesistenza di figure ausiliarie all’assistenza, causa di demansionamento, di condizioni di lavoro disumane e di alto rischio per la salute pubblica,si presti a  strumentali considerazioni politico sanitarie prive di qualsivoglia fondamento scientifico- logico-giuridico.

IL Codacons dovrebbe ammirare e valorizzare lo sforzo di una categoria su cui poggia il peso del Ssn che ,anche con grossi sforzi,espleta comunque un’ assistenza di alta qualità ,con tutti i limiti che un’ organizzazione carente di personale può comportare e che contribuisce a far si che la sanità italiana sia considerata una delle migliori al mondo.

Riportiamo uno stralcio dell’art. Del Codacons:

“Cosenza, muore per il ‘triage’ errato. Codacons: “non affidarlo agli infermieri”

A voi le considerazioni.

Riportiamo uno stralcio dell’art. Del Codacons.

“Cosenza, muore per il ‘triage’ errato. Codacons: “non affidarlo agli infermieri”

Link

Redazione NurseNews. Eu

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Pfe, i lavoratori: “Il presidente è persona semplice che ama le regole”.

Riportiano la nota integrale pubblicata su Caltanissettalive inviata dai lavoratori della Pfe di Palermo: ”I Lavoratori della Pfe S.p.A., azienda attiva ...

Continua a leggere

Zangrillo: Il virus clinicamente non esiste più, tornare alla vita normale Seconda ondata? Scomparirà per sempre come Mers e Sars

Alberto zangrillo "Il virus clinicamente non esiste più", Parole forti quelle pronunciate dal primario del San Raffaele Alberto Zangrillo nel dibattito ...

Continua a leggere

Dati shock dai test sierologici: in Sicilia boom di contagiati guariti da soli

I test sierologici hanno messo in risalto una verità nascosta: il numero più alto di contagiati inconsapevoli. Dati shock arrivano dalla ...

Continua a leggere

Coordinamento nazionale professioni sanitarie Cisl fp: ritirato il DM che sostituva i docenti universitari Infermieri con i medici.

Giusta vittoria delle professioni infermieristiche contro il DM 82 dello scorso 14 maggio 2020, nel quale il ministro Gaetano Manfredi ...

Continua a leggere

FNOPI: nei corsi di laurea in infermieristica docenti solo infermieri.Ritirato il decreto che penalizzava gli infermieri.

“Il comma 2 dell’articolo 1 del decreto ministeriale 14 maggio 2020 (prot.n. 82), è abrogato”: non ci saranno più, cioè, ...

Continua a leggere

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

    “Non possiamo accettare che una giornata dedicata agli operatori della sanità in prima linea nella lotta alla pandemia si caratterizzi ...

Continua a leggere

Sanità, Cisl Sicilia: dura nota all'assessore Razza. Personale ancora in attesa dei bonus Covid-19, chiediamo di essere convocati

Sanità, dura nota all'assessore Razza: Lavoratori della sanità pubblica e di Seus 118 ancora in attesa degli incentivi statali destinati con ...

Continua a leggere

Covid 19:sì unanime al Senato per la Giornata nazionale dei camici bianchi.

Covid 19:sì unanime Senato a Giornata nazionale camici bianchi. (askanews) La commissione Affari costituzionali del Senato ha pprovato all’unanimità, in sede ...

Continua a leggere

Covid 19:uno scudo genetico nel Sud Italia avrebbe protetto i suoi abitanti.

Uno 'scudo genetico' potrebbe aver protetto l'Italia del Sud dallo tsunami Sars-CoV-2 che ha travolto le regioni del Nord. "L'ipotesi ...

Continua a leggere

DAL DECRETO DI RILANCIO UNA GRANDE OCCASIONE PER L’INFERMIERE DI FAMIGLIA.

La prima stesura del “The family health nurse - Context, conceptual framework and curriculum1” è stata prodotta dall’ufficio regionale Oms ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione