Il mondo del volontariato e delle onlus è in lutto per la morte di due toscani che erano a bordo dell’aereo precipitato in Etiopia in un tragico incidente in cui hanno perso la vita 157 persone nella mattina di domenica 10 marzo.

Carlo Spini, 75 anni e la moglie Gabriella Vigiani sono tra le vittime del volo dell’Ethiopian Airlines che dalla capitale etiope Addis Abeba stava raggiungendo il Kenya. La coppia lascia quattro figli. “Hanno vissuto sempre insieme, sono andati via insieme”, dice uno di loro ricordando affranto i genitori.

IL RICORDO DEL FIGLIO (clicca qui)

L’incidente è avvenuto pochi minuti dopo il decollo. Il velivolo è precipitato al suolo e non c’è stato niente da fare per passeggeri e equipaggio. La coppia proveniva dalla provincia di Arezzo. Carlo Spini era stato medico a Pieve Santo Stefano e Sansepolcro. La moglie era un’infermiera. Nella struttura ospedaliera di Sansepolcro, lui lavorava nel reparto di medicina generale, lei come caposala.

Dopo la pensione, nel 2002, Spini si era dedicato anima e corpo al volontariato in Africa, attivià che svolgeva anche quando ancora lavorava.

Era diventato presidente di Africa Tremila, una onlus bergamasca che negli anni ha realizzato progetti assistenziali in diversi Paesi africani ma anche a Cuba. L’opera di Spini e della moglie era instancabile. Avevano costruito insieme alla onlus un ospedale in Zimbawe. Una struttura simile era stata aperta nel Sud Sudan. Africa Tremila è stata particolarmente colpita in questo incidente. Oltre a Spini e alla moglie, sul volo c’era anche il commercialista lombardo Matteo Ravasio, che dell’associazione era il tesoriere.

“Sono moderni testimoni di pace. Con il loro fare cercano di portare la pace tra i popoli, anche in Africa”, dice della coppia il sindaco di Sansepolcro (Arezzo) Mauro Cornioli.

Lui medico in pensione e lei infermiera caposala dell’ospedale di Sansepolcro, “hanno una famiglia bellissima. Sono conosciutissimi e stimati, tutti gli vogliono bene”, racconta il sindaco. “Da tanti anni, anche prima della pensione, viaggiavano per aiutare il prossimo in Africa. Portavano la loro esperienza organizzando tante iniziative qui. Hanno sempre fatto quello in cui credevano”, afferma Cornioli.

 

La Nazione

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Ultime notizie
NurseNews.eu

Pfe, i lavoratori: “Il presidente è persona semplice che ama le regole”.

Riportiano la nota integrale pubblicata su Caltanissettalive inviata dai lavoratori della Pfe di Palermo: ”I Lavoratori della Pfe S.p.A., azienda attiva ...

Continua a leggere

Zangrillo: Il virus clinicamente non esiste più, tornare alla vita normale Seconda ondata? Scomparirà per sempre come Mers e Sars

Alberto zangrillo "Il virus clinicamente non esiste più", Parole forti quelle pronunciate dal primario del San Raffaele Alberto Zangrillo nel dibattito ...

Continua a leggere

Dati shock dai test sierologici: in Sicilia boom di contagiati guariti da soli

I test sierologici hanno messo in risalto una verità nascosta: il numero più alto di contagiati inconsapevoli. Dati shock arrivano dalla ...

Continua a leggere

Coordinamento nazionale professioni sanitarie Cisl fp: ritirato il DM che sostituva i docenti universitari Infermieri con i medici.

Giusta vittoria delle professioni infermieristiche contro il DM 82 dello scorso 14 maggio 2020, nel quale il ministro Gaetano Manfredi ...

Continua a leggere

FNOPI: nei corsi di laurea in infermieristica docenti solo infermieri.Ritirato il decreto che penalizzava gli infermieri.

“Il comma 2 dell’articolo 1 del decreto ministeriale 14 maggio 2020 (prot.n. 82), è abrogato”: non ci saranno più, cioè, ...

Continua a leggere

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

Giornata “Camici bianchi”: la politica non (ri-)conosce gli infermieri

    “Non possiamo accettare che una giornata dedicata agli operatori della sanità in prima linea nella lotta alla pandemia si caratterizzi ...

Continua a leggere

Sanità, Cisl Sicilia: dura nota all'assessore Razza. Personale ancora in attesa dei bonus Covid-19, chiediamo di essere convocati

Sanità, dura nota all'assessore Razza: Lavoratori della sanità pubblica e di Seus 118 ancora in attesa degli incentivi statali destinati con ...

Continua a leggere

Covid 19:sì unanime al Senato per la Giornata nazionale dei camici bianchi.

Covid 19:sì unanime Senato a Giornata nazionale camici bianchi. (askanews) La commissione Affari costituzionali del Senato ha pprovato all’unanimità, in sede ...

Continua a leggere

Covid 19:uno scudo genetico nel Sud Italia avrebbe protetto i suoi abitanti.

Uno 'scudo genetico' potrebbe aver protetto l'Italia del Sud dallo tsunami Sars-CoV-2 che ha travolto le regioni del Nord. "L'ipotesi ...

Continua a leggere

DAL DECRETO DI RILANCIO UNA GRANDE OCCASIONE PER L’INFERMIERE DI FAMIGLIA.

La prima stesura del “The family health nurse - Context, conceptual framework and curriculum1” è stata prodotta dall’ufficio regionale Oms ...

Continua a leggere

Lettera alla redazione