Si é concluso il 4° modulo del corso di formazione BLSD ADVANCED ADULTO E PEDIATRICO gratuito per i professionisti scritti all’OPI Agrigento.

L’evento si è svolto presso la sede dell’ordine delle professioni infermieristiche di Agrigento , sita al villaggio Mosè.

Un bellissimo e importante evento formativo studiato per insegnare le conoscenze e le abilitá pratiche necessarie per fornire ” Basic Life Support ” a vittime adulte, bambini e lattanti.

Inoltre, alla fine del corso l’infermiere sarà in grado di riconoscere ed affrontare vari tipi di emergenza, come ad esempio un arresto cardiaco improvviso e
usare un defibrillatore automatico esterno (DAE) e risolvere casi di soffocamento (ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo).

L’arresto cardiaco nonostante importanti progressi sulla prevenzione rimane un problema fondamentale di salute pubblica e una delle principali cause di morte in molte aree del mondo.
Lo scopo del blsd è quello di mantenere ossigenati il cervello e il muscolo cardiaco, insufflando artificialmente aria nei polmoni e provocando per mezzo di spinte compressive sul torace, un minimo di circolazione del sangue.

Il rischio principale collegato alla mancanza di soccorso in questi casi è il danno anossico cerebrale.
Importante è la tempestività dell’intervento: dall’inizio dell’arresto cardio-circolatorio, mediamente le probabilità di sopravvivenza diminuiscono del 7-10% ogni minuto; già dopo 9-10 minuti, in assenza di RCP (sigla di Rianimazione Cardio-Polmonare), è molto difficile se non impossibile sperare il recupero del danno anossico cerebrale definitivo (ma i primi gravi danni al cervello si riscontrano dopo già 4 minuti di mancanza di ossigeno).

Il corso si è svolto in formula full day, secondo le linee guida ILCOR 2015
ed ha previsto:
Addestramento Teorico
Esercitazioni Pratiche
Scenari di Addestramento
Esame Finale.

Dopo il corso ho sentito telefonicamente Salvatore Occhipinti, presidente dell’ordine:
“L’obiettivo minimo è di formare 500 infermieri per portarli a conoscere quelle iniziali ed indispensabili manovre da adottare per salvare una vita umana” ha detto Occhipinti,inoltre mi mette a conoscenza che già sono in programma altri eventi formativi e che si continuerà con questa linea per la crescita professionale e il bene della comunità agrigentina.

DI: AMATO ANGELO

SEGUICI SU NURSENEWS.EU

The following two tabs change content below.
Infermiere dal 1991, diploma di educatore dell'infanzia. Esperienza lavorativa : terapia intensiva post operatoria del civico di Modena. Neurorianimazione, villa Sofia di Palermo. Rianimazione e pronto soccorso ospedale Vittorio Emanuele di Gela Rianimazione è pronto soccorso ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Servizio 118 presso CH. 4 San Cataldo ( CL). Vari corsi formativi soprattutto sulle emergenze Intra e extraospedale. ACLS- BLSD - POLITRAUMA- VALUTARE INFERMIERISTICA IN PZ CRITICO- RETE IMA REGIONALE. RESPONSABILE FORMAZIONE PROVINCIALE ASP AGRIGENTO COME DIRIGENTE SINDACALE UIL FPL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Cinque arresti per corruzione, coinvolti i vertici dell’ENPAPI, Ente previdenziale degli infermieri [continua]

L’ Ordine delle Professioni Infermieristiche intende esprimere il proprio dissenso nei confronti del [continua]

I dati dei carabinieri del Nas, che hanno presentato il bilancio di un anno di attività: 20 milioni [continua]

Preso di mira un infermiere che si dirigeva verso la propria autovettura. Un infermiere dell’Ospedal [continua]

Ogni anno 4.500 italiani diventano ciechi a causa del glaucoma, una patologia oculare che può essere [continua]