Archivi del mese: Ottobre 2018


Mi permetto di intervenire sulla querelle che ha portato nuovamente alla ribalta il dott. Giancarlo Pizza (Presidente dell’ordine dei medici di Bologna) reo di aver istruito un procedimento disciplinare nei confronti del dott. Sergio Venturi (medico e assessore alla salute della regione Emilia Romagna) per la ormai nota delibera regionale sulle competenze avanzate degli infermieri del 118.

Continua a leggere

La lavanda contiene una sostanza, il linalolo, che è in grado di indurre uno stato di rilassamento simile a quello provocato dagli ansiolitici, ma solo se è inalata.

Il linalolo infatti non agisce direttamente sui centri che modulano l’ansia ma richiede la mediazione dei neuroni .

Continua a leggere


Qualunque Infermiere ( tranne ovviamente i Lor signori comodamente seduti nelle poltrone) che abbia lavorato in un qualunque reparto di degenza sa benissimo che la stragrande maggioranza delle risposte alle chiamate del paziente, tramite dispositivo acustico di chiamate, C.d. campanello, si esauriscono in mere richieste di attività alberghiere. ( mi abbassi la tapparelle, mi dice che ore sono, mi abbassi lo schienale piuttosto che mi spegne il televisore ecc).

Continua a leggere


L’arresto cardio-circolatorio rappresenta una delle emergenze mediche più drammatiche che possano capitare ad un operatore sanitario durante il proprio turno di servizio, sia in ospedale che nel territorio. In Ospedale, a seconda dei dati disponibili, l’incidenza degli arresto cardio-circolatorio varia da 3,3/1000 ricoveri/anno (Stati Uniti) a 1,5/1000 ricoveri/anno (Svezia).
Continua a leggere

La prof. Ssa Loredana Sasso, quarto professore ordinario MED 45 in Italia, afferma che

“.. Qualità e sicurezza dell’assistenza erogata, però, non sono determinate solo dalla quantità numerica di infermieri..”

Però non parla della quantità numerica delle figure di supporto All’assistenza infermieristica che mancano.

Ancora

“L’infermieristica evolve quando evolve la capacità di soddisfare i bisogni del paziente, quando li riconosciamo, quando li vediamo. E l’infermieristica sta perdendo questo fulcro, non c’è più..”

“. Per il futuro auspico una professione che recuperi il valore dell’assistenza alla persona, perché è lì che l’infermiere esprime sé stesso e il massimo del suo valore..

Continua a leggere

La legislazione ha creato due distinti figure: chi pensa alla pompa ad infusione e chi pensa al pannolone; non è possibile pretendere tutte e due le cose dalla medesima persona!

Ne và della dignità del lavoratore ma ancor più della dignità del paziente.

Continua a leggere

Alfio Stiro

Post N4.0

Corte di Cassazione – Sesta sezione Penale – sentenza n. 28480/2012, I giudici hanno chiarito come l [continua]

Le amministrazione devono pagare le quote di iscrizione agli ordini dei professionisti. Nel caso in [continua]

  Come riportato da Repubblica, L’Università di Palermo ha presentato un esposto alla Polizia di Sta [continua]

Il demansionamento infermieristico è una condizione ormai talmente radicata da poterla considerare i [continua]

L’Esimia Dott.ssa Barbara Balanzoni, il 24 agosto 2019, ha postato sulla sua pagina FB una foto ritr [continua]