Non serve nessuna proposta se non rispettare le regole già esistenti. Non si deve somministrare terapia in presenza di parenti o amici..come tutti gli atti sanitari ,anche la somministrazione della terapia deve essere svolta nella massima riservatezza facendo rispettare rigorosamente gli orari delle visite proprio per salvaguardare i pazienti.

Vedere una pettorina indossata da un infermiere non dà una giusta immagine del professionista…gli errori durante la somministrazione,diminuiscono soprattutto aumentando il personale e combattendo il demansionamento.il resto sono proposte non incisive ma bensì specchietti per le allodole…

Redazione NurseNews. Eu

The following two tabs change content below.
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

L’infermiere nasce già demansionato, è l’università che lo prepara perché il datore lo possa sfrutta [continua]

L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Foggia, esprime severissima con [continua]

Professioni sanitarie, ministero Salute: «Abusivo chi non si iscrive subito al nuovo ordine multi-al [continua]

Del medico si dice che è “un luminare”, “uno scienziato”, “in gamba”, “preparato”. Dell’infermiere s [continua]