CATANIA – In fila per fare il vaccino al suo bambino, l’arrivo del suo turno, la puntura e… la paura: un bimbo di sei anni ha perso i sensi.
Il fatto è accaduto all’ambulatorio per le vaccinazioni di Librino-San Giorgio, a Catania, e secondo quanto riportato dal quotidiano “L’Urlo”, per alcuni minuti si è temuto il peggio: tutti, infatti, credevano che il bimbo fosse morto ma, fortunatamente, era soltanto svenuto.
Al piccolo era stato appena effettuato il vaccino tetravalente e, per cause ancora da accertare, il bambino è svenuto.
Intanto, per cautela, il piccolo è stato trasferito in un posto di Primo Intervento nel rione San Giorgio dove gli sono state prestate le prime cure e si è ripreso.
Da alcune ore, però, nel quartiere si è diramata la notizia creando scompiglio tra le mamme che non vorrebbero più vaccinare i propri piccoli per paura che qualcosa di terribile possa accadere.
Newsicilia
Di:Amato Angelo

The following two tabs change content below.
Angelo Amato
Infermiere dal 1991, diploma di educatore dell'infanzia. Esperienza lavorativa : terapia intensiva post operatoria del civico di Modena. Neurorianimazione, villa Sofia di Palermo. Rianimazione e pronto soccorso ospedale Vittorio Emanuele di Gela Rianimazione è pronto soccorso ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Servizio 118 presso CH. 4 San Cataldo ( CL). Vari corsi formativi soprattutto sulle emergenze Intra e extraospedale. ACLS- BLSD - POLITRAUMA- VALUTARE INFERMIERISTICA IN PZ CRITICO- RETE IMA REGIONALE. RESPONSABILE FORMAZIONE PROVINCIALE ASP AGRIGENTO COME DIRIGENTE SINDACALE UIL FPL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

Imbarazzante. Vergognoso. Poco dignitoso. Il mondo degli infermieri si scaglia contro i video spot r [continua]

Migliaia di “Infermieri Uniti” promuoveranno campagne di informazione e sensibilizzazione culturale, [continua]

Monza, corruzione nella sanità: arrestati 12 medici. “Compravano protesi di bassa qualità in cambio [continua]

“L’ospedale Sant’Elia è diventato un Hub e deve avere un pronto soccorso degno di questo status”. Co [continua]

Non è colpa nostra se certi concetti elementari non vengono compresi Del resto non si capisce neppur [continua]