“Tavolo tecnico scientifico della professione infermieristica in relazione alla nuova domanda di salute”
insediato dal Sottosegretario di Stato alla Salute, dott. Vito De Filippo
lo compongono i seguenti esperti:

• Dott. Francesco Saverio Proia, in rappresentanza del Sottosegretario Vito De Filippo
• Coordinatore: dott. Maurizio Zega, direttore UOC SITRA del Policlinico Universitario Agostino Gemelli, in rappresentanza della Federazione Nazionale Collegi IPASVI
• Dott.ssa Maria Novella Luciani dirigente, direttore Ufficio II della Direzione Generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità – Ministero della Salute
• Dott.ssa Cristina Rinaldi dirigente, direttore ufficio Disciplina delle Professioni sanitarie della Direzione Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del SSN – Ministero della Salute
• Dott.ssa Maria Teresa Loretucci dirigente medico, Direzione Generale delle Professioni Sanitarie e delle Risorse Umane del SSN – Ministero della Salute
• Dott.ssa Angela Rita Panuccio dirigente medico Direzione Generale della Programmazione Sanitaria – Ministero della Salute
• Dott.ssa Gabriella Tavini funzionario AGENAS
• Dott.Giorgio Magon esperto AGENAS, direttore SITRA, IRCSS Istituto Europeo di Oncologia – Milano
• Dott.ssa Laura Rasero in rappresentanza della Regione Toscana, Professore associato Scienze Infermieristiche Generali Cliniche e Pediatriche della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Firenze e direttore UOC ricerca e sviluppo delle clinical practice AOU Careggi di Firenze
• Dott.ssa Elisabetta Roncoroni in rappresentanza della Regione del Veneto, dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica Direzione Risorse Strumentali SSR – CRAV Unità Organizzativa Personale e Professioni SSR -Area Sanità e Sociale – Regione del Veneto
• Elisabetta Roncoroni in rappresentanza della Regione del Veneto, dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica ULSS 9 di Treviso
• Dott.ssa Maria Teresa Montella in rappresentanza della Regione Emilia Romagna, dirigente medico Responsabile Servizi Ospedalieri della Regione Emilia Romagna
• Dott.ssa Gabriella Carnio in rappresentanza della Regione Umbria, direttore del Dipartimento delle professioni sanitarie AOU di Perugia
• Dott.ssa Maria Cristina Magnocavallo in rappresentanza della Regione Molise , coordinatore infermiere ASREM, Presidente del Collegio IPASVI di Campobasso
• Dott.ssa Patrizia Tommasin direttore aziendale dei servizi infermieristici e di supporto IRCSS Istituto Clinico Humanitas Milano, in rappresentanza della Federazione Nazionale Collegi IPASVI
• Dott.ssa Antonella Croso dirigente Direzione delle professioni sanitarie dell’ASL di Biella, in rappresentanza della Federazione Nazionale Collegi IPASVI
• Dott.ssa Aniello Lanzuise direttore del Servizio delle Professioni sanitarie Presidio Ospedaliero di Casoria, in rappresentanza della Federazione Nazionale Collegi IPASVI
• Dott. Mirco Gregorini dirigente UOS Area infermieristica ed ostetrica Servizio Professioni Sanitarie Area Vasta 4 Fermo – ASUR Marche, in rappresentanza della Federazione Nazionale Collegi IPASVI
• Dott.Saverio Andreula infermiere AOU Policlinico di Bari, Presidente del Collegio IPASVI di Bari
• Dott.ssa Loredana Scanu infermiera ASL 8 di Cagliari
• Dott.Salvatore Lo Presti Infermiere Ospedale Acqui Terme ASL Alessandria
• Dott. Paolo Porta Infermiere 118 Empoli – Pistoia
• Dott.ssa Sourour Sarah Yacoubi infermiera A.O. di Catanzaro
• Dott. Michele Schinco infermiere AOU Policlinico di Bari
• Dott. Cesare Hoffer coordinatore infermiere Azienda Provinciale di Trento
• Dott.ssa Francesca Batani infermiera Ausl della Romagna Ospedale “Maurizio Bufalini”
• Dott.ssa Rosaria Alvaro Professore Associato Scienze Infermieristiche Generali Cliniche e Pediatriche – Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli studi di Roma Tor Vergata
• Dott. Antonelli Domenico dirigente responsabile UOSD Professioni sanitarie ASL BAT
• Dott. Adamo Bonazzi tecnico sanitario di radiologia ASUI di Udine
• Dott. Francesco Balducci infermiere AOU Policlinico di Bari
• Dott.ssa Lucia Mitello direttore DITRO A.O. San Camillo-Forlanini di Roma
• Dott.ssa Vanna Centomini Collaboratore Professionale Sanitario Esperto , Direzione Sanitaria ASL Roma 3
• Dott.ssa Maria Gabriella De Togni infermiera insegnante dirigente, Presidente Coordinamento Nazionale Caposala
• Dott.Nicola Barbato dirigente infermiere presso San Raffaele S.p.A Roma, Presidente Comitato Infermieri Dirigenti
• Dott.ssa Cecilia Sironi Collaboratore Professionale Sanitario Esperto ASST dei Sette Laghi – Varese, Presidente Consociazione Nazionale Associazioni Infermieri

Nursenews.eu

The following two tabs change content below.
alfio stiro
Alfio Alfredo Stiro nasce in Sicilia a Catania il 22/01/1970, consegue la laurea in infermieristica presso la facoltà di Medicina e Chirurgia di Catania e successivamente il Master in Management delle Professioni Sanitarie. Master in osteopatia posturale presso l'universita di Pisa dipartimento di endocrinologia e metabolismo,ortopedia e traumatologia,medicina del lavoro. E scuola di osteopatia belga, Belso.ha frequentato numerosi corsi sull'emergenza, in servizio presso l’U.O. di Pronto soccorso e Ps pediatrico. Azienda Cannizzaro per l'emergenza di catania.

Una risposta a I NOMI DEGLI ESPERTI AL TAVOLO TECNICO SCIENTIFICO DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA DEL MINISTERO DELLA SALUTE

  • Ma questo tavolo tecnico mi sembra avesse già concluso i lavori. Di Filippo non è più sottosegretario alla Salute, Proia ora è consulente AGENAS.
    E’ stato riattivato??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Alfio Stiro

Post N4.0

E’ tale soggetto che deve dimostrare l’assenza dell’inadempimento o la circostanza che questo sia ri [continua]

La redazione di NurseNews riprende e riporta l’articolo scritto dalla collega Chiara D’Angelo su Quo [continua]

Sicilia: Numerosi ricorsi dei precari ,sono a rischio nullità le assunzioni. Ecco cosa accade nella [continua]

L infermiere deve semplicemente svolgere la sua professione, esattamente come gli altri professionis [continua]